Utente 173XXX
Salve, sono un paio di mesi che ho qualche disturbo intestinale. Ho iniziato con l'andare al bagno ogni qualvolta esageravo nel mangiare(oppure c'eral'aria condizioanta non è mai stato chiro) successivamenta gli episodi sono divenuti più frequenti, quasi quotidiani, mi vengono dei forti dolori addominali e delle coliche e faccio delle feci a palline galleggianti e acquose, può capitare anche una sola volta al giorno ma mi sento male e le feci non sono mai normali. Ogni tanto mi può capitare che per qualche giorno non vado ho la sensazione di essere stitica quindi di non riuscire e ho mal di pancia, poi magari faccio delle feci normali ma frequenti per un paio di giorni per poi riprendere con queste scariche di diarrea doloranti. Mi sono recata dal dottore, in quanto nn sono più libera di fare una vita normale e rilassata, e mi ha detto che era solo colite nervosa e mi ha dato delle gocce reuflor e l'indicazione degli alimenti per ridurre il meteorismo intestinale. la situazione non è migliorata e così ho inziato a fare analisi più serie e inoltre mi hanno messa a dieta, mangio solo cibi in bianco e carne bianche e ogni tanto carne di manzo. Ho ritirato l'esito dell'esame delle feci che è risultato negativo per una serie di malattie tra cui virus nell'esame delle feci però i valori sono i seguenti:
aspetto: omogeneo
colore: marrone
consistenza: solida
Reazione: alcalina
Muco: assente
Res alimentari: assenti
stercobilina presente
stercobilinogeno presente
sangue visibile assente
res vegetali presenti
amido assente
fib carnee presenti
saponi scarsi
acidi grassi rari
grassi neutri assenti

ho fatto queste analisi mentre mangio in bianco ( tra le altre cose quetsa dieta nn sembra aiutarmi al massimo mi fa fare feci meno abbonadanti)

Oggi le scrivo per quel valore acidi grassi rari, degli amici che studiano medicina mi hanno allarmato dicendo che potrebbe essere un malassorbimento alimentare, io ho in famiglia un casi di celiachia e ho fatto le analisi del sangue e sono in attesa di risposte. Lei pensa che quel valore possa essere così importante, alla luce di quello che le ho detto e delle analisi nel complesso?
So benissimo che la sua diagnosi non potrà sostituire quella del miomedico, tra qualche ora ho una visita, ma ho disperatamente bisogno di sentire un parere terzo perchè io sto passando dei periodi infernali.
La ringrazio.
Cordiali Saluti.

[#1]  
Dr. Alessandro Scuotto

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
8% attualità
20% socialità
COMO (CO)
SARONNO (VA)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile signora,
l'alterazione riferita è minima e può essere correlata ad alterato transito intestinale; è opportuno ripetere le analisi delle feci per conferma del dato e, nel sospetto di una maldigestione lieve, praticare una ecografia addominale (fegato, vie biliari, pancreas).
Cordiali saluti.
Alessandro Scuotto, MD, PhD.