Utente
Buongiorno, a seguito di un episodio di forte influenza intestinale (vomito diarrea e 2 giorni di febbre a 38.5) accaduto il 24 dicembre 2009 ho avuto (il 29 dicembre 2009, 5 giorni dopo quell'episodio) un forte bruciore sotto lo sterno durato 3 ore (di notte) .
Dal 24 dicembre 2009 è iniziato un periodo di nausea persistente e continua durato fino a maggio 2010 con perdita di appetito e dimagrimento di circa 15 kg (che poi ho ripreso completamente una volta terminata la nausea). Ho fatto moltissime analisi e accertamenti che hanno sempre evidenziato valori regolari tranne LIPASI e AMILASEMIA, facendo dedurre ai medici che avevo il PANCREAS affaticato.

I valori il 22 febbraio 2010 erano:
LIPASI da 12 a 48 --> 95.3
AMILASEMIA da 22 a 80 --> 78

Il 6 aprile 2010 erano aumentati:
LIPASI da 0 a 38 --> 110.4
AMILASEMIA da 22 a 80 --> 93

Mi sono curato per mesi con PANCREX e con una dieta molto attenta, fino a farli tornare nei range verso fine 2010.
Analisi fatte ad aprile 2011 li davano ancora regolari, nei range, quindi l'allarme sembrava rientrato.
Ad agosto 2011 ho ripetuto le analisi e sono tornati ad alzarsi un po' sopra i limiti:

LIPASI 68 (range da 22 a 51)
AMILASI 47 (range da 0 a 46)

Ho fatto in questi 2 anni indagini radiologiche, ecografiche, endoscopiche, risonanze (anche la Colangio RM) e TAC, tutte risultate sempre negative...fino ad un'ecografia fatta in data 6 settembre 2011 in cui il medico sembra aver notato qualcosa di insolito, riporto il resoconto:

Fegato di forma e volume nei limiti della norma, a contorni e margini regolari ed ecostruttura parenchimale omogenea; la colecisti distesa alitiasica presenta puntiformi irregolarità parietali compatibili con adenomiomatosi, via biliari intra ed extraepatiche non dilatate, calibro portale e delle vene epatiche nei limiti. Non evidenza ecografica di lesioni di tipo focale.
Pancreas evidenziato per meteorismo colico solo parte del corpo di normale morfovolumetria con ecostruttura disomogenea isoiperecogena con diffusi spots ecogeni come per flogosi cronica, non evidenziato il Wirsung.

A seguito di questa ecografia il medico che me l'ha effettuata mi ha consigliato di fare una normale risonanza ma focalizzata al pancreas, possibilmente con metodo di contrasto per accertare una possibile "pancreatite cronica" (a suo dire): mi sapreste dire quale tipo di indagine radiologica (RM o TAC) devo farmi prescrivere dal medico per valutare principalmente il pancreas per un'eventuale pancreatite?

Vorrei precisare che non ho MAI avuto dolori addominali tipici della pancreatite. L'unico indizio che faceva pensare alla pancreatite, fino ad oggi, era questo salire e scendere di LIPASI e AMILASEMIA a distanza ormai di quasi 2 anni da quel fatto iniziale...a cosa sarà dovuto secondo voi? Sembra come se non si riesca a stabilizzarli...

Ho letto di una sindrome, scoperta recentemente, chiamata "iperenzimemia pancreatica benigna o sindrome di Gullo"...potrei avere quella?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Quando parla di "Endoscopia" si riferisce all "Ecoendoscopia" che è l'indagine più sensibile per lo studio del pancreas:


https://www.medicitalia.it/minforma/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/755-l-ecoendoscopia.html


Grazie
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Salve Dottore, grazie per aver risposto.
Parlando di "endoscopia" intendevo la gastroduodenoscopia (tutto ok, anche l'helycobacter pylori è assente).
Ma ho fatto anche analisi delle urine e del sangue complete (tutte ok, compresa tiroide, prostata e celiachia), ecografia addome superiore, fegato, pancreas e vie biliari (fatta nel 2010, esito negativo, ha trovato solo del piccolissimi polipetti nella cistifellea che a giudizio di 2 medici mi è stato detto che li ho dalla nascita e non aumenteranno, eventualmente da rivedere, infatti sono presenti pure nell'ultima ecografia fatta pochi giorni fa, di cui ho scritto il referto).
Poi ho fatto rx digerente (esito negativo, anche al reflusso, ha trovato solo 4 spasmi allo stomaco che lo portano a restringersi muscolarmente in 4 punti in momenti vari, mi era stato prescritto il MOTILEX all'epoca).
Inoltre nel 2010 ho fatto TAC addominale con metodo di contrasto, l'esito era:
--------------------------
Esame eseguito con acquisizione volumetrica multislice prima e dopo somministrazione m.d.c. non ionico.
L'esame evidenzia fegato e milza di dimensioni e morfologia nella norma esenti da lesioni focali solide o macro cistiche; colecisti normodistesa alitiasica.
Vie biliari ed asse spleno portale nella norma.
Non liquido libero in addome.
Nulla da segnalare a carico del pancreas e dei surreni.
Reni in sede di regolare morfologia con normale rappresentazione cortico midollare.
Non litiasi ne' idronefrosi.
Aorta normale per calibro e decorso.
Non adenopatie retroperitoneali.
--------------------------
Infine ho fatto la Colangio RM sempre nel 2010 che non ha evidenziato alcun problema pancreatico (regolari pure le vie biliari e il Wirsung), confermando invece delle alterazioni ipointense miomatose millimetriche adese alla parete della cistifellea e sul fondo della colecisti che non mutano nel tempo.
Per queste ultime mi è stato prescritto il DEURSIL che ho preso per un anno e mezzo, ma all'ecografia fatta pochi giorni fa di cui ho scritto il referto, erano ancora presenti tali e quali la prima volta.


[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
A questo punto non mi farei problemi. Ho riferito sopra che l'indagine definitiva per il pancreas potrebbe essere l'ecoendoscopia che consente anche di eseguire delle biopsie mirate. Con la negatività degli esami diagnostici che ha effettuato e che non mettono in evidenza lesioni pancreatiche mi fermerei.


Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Gentile dottore, gli esami negativi sono tutti quelli fatti in 1 anno e mezzo dall'inizio di questa vicenda, ma L'ULTIMO fatto, pochi giorni fa, ossia l'ecografia all'addome superiore, ha rilevato quanto segue:
---------------------------
Pancreas evidenziato per meteorismo colico solo parte del corpo di normale morfovolumetria con ecostruttura disomogenea isoiperecogena con diffusi spots ecogeni come per flogosi cronica, non evidenziato il Wirsung.
---------------------------
Per questo il medico che me l'ha fatta mi ha consigliato di fare una normale risonanza ma focalizzata al pancreas, possibilmente con metodo di contrasto per accertare una possibile "pancreatite cronica" (a suo dire)...Potrebbe essere che l'anno scorso ancora non erano ancora visibili le tracce della pancreatite e ora invece si'...
Escludendo per ora l'ecoendoscopia, mi sa dire quale tipo di indagine radiologica (RM o TAC) devo farmi prescrivere dal medico per valutare principalmente il pancreas per un'eventuale pancreatite?

Inoltre lei mi suggerisce di fermarmi...ma come mi devo comportare con LIPASI e AMILASEMIA che si alzano e abbassano senza stabilizzarsi?...a cosa sarà dovuto secondo lei? E' possibile che sia una "iperenzimemia pancreatica benigna o sindrome di Gullo"...come si fa a capire se potrei avere quella?

Grazie per la sua cortese attenzione.

[#5] dopo  
Utente
(eliminato per inserimento doppio)

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gli accertamenti sono quelli già eseguiti. TAC e RMN con contrasto che ci offre una migliore valutazione dell'albero biliare e pancreativco. A questi si aggiunge l'Ecoendoscopia quando la TAC evidenzia delle zone dubbie su cui l'ecoendo è più sensibile e ci consente di fare un aspirato citologico.

Lei comunque non ha sintomatologia e il rialzo delle amilasi potrebbe rientrare nella Sindome di Gullo.


Ha fatto un'amilasuria ?
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Gentile dottore, non ho fatto un'amilasuria...in che cosa consiste?

E' vero che (nel 2010) ho già eseguito in sequenza:
- ecografia addome superiore
- TAC addome superiore
- Colangio RM
tutte con esito negativo...ma pochi giorni fa la nuova ecografia ha visualizzato una situazione forse anomala da approfondire, ecco perché mi è stato richiesto di rifare un esame appropriato.

Quale di queste 3 mi consiglia come più efficace nell'individuare una eventuale pancreatite e nell'esaminare meglio il pancreas?

1) risonanza addome superiore con metodo di contrasto
2) TAC addome superiore con metodo di contrasto
3) Colangio RM

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Mi scusi se non sa cos'è un'amilasuria e se non l'ha fatta, ma come fa a chiedermi quale accertamento diagnostico deve fare per la pancreatite ?

Chieda al suo medico di seguirla, per piacere. Lui la conosce meglio di noi e sa indicarle gli accertamenti più opportuni (qualora fossero necessari).



Auguri
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
L'amilasuria è la misurazione della concentrazione dell'amilasi nelle urine, ok, me la farò prescrivere.

Purtroppo non tutti i medici sono come pensa lei.
Il mio medico di famiglia non si pronuncia, si limita a chiedere cosa il paziente vuole che lui gli prescriva e lui non fa altro che prescriverla, quindi sono io che dovrei chiedergli di prescrivermi la migliore indagine diagnostica per la pancreatite, da scegliere tra:

1) risonanza addome superiore con metodo di contrasto
2) TAC addome superiore con metodo di contrasto
3) Colangio RM

Questo mi è necessario per approfondire il problema, lo faccio su consiglio del medico che mi ha fatto l'ecografia, ma se non so quale delle 3 è più adatta, non posso chiederla al mio medico di base.

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Gentilissimo,

purtroppo il nostro servizio può dare suggerimenti e non entrare in merito a definire strategie diagnostiche di particolari affezioni. Se il suo medico non la segue a modo ha necessità di rivolgersi allora ad un gastroenterologo che le spieghi la sua situazione e le indichi (sempre che siano necessari) gli accertamenti idonei. Non può essere lei a scegliere l'esame (anche su nostra indicazione) e poi farselo prescrivere dal medico. Non è prassi corretta anche perchè sono esami specialistici che hanno un costo per la sanità e non sempre sono completamente innocui.

L'esame va prescritto quando c'è reale necessità e nel suo caso ci sono molte perplessità nel procedere con accertamenti di secondo livello.


Per cui le consiglio di rivolgersi ad un gastroenterologo.


Cordiali saluti.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#11] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, la aggiorno sulla mia situazione.
Ho parlato col medico di base a cui ho esposto la mia situazione.
Concordando sugli esami da fare mi ha prescritto l'amilasuria e mi ha fatto ripetere lipasi e amilasi.

L'amilasuria è 203 e il valore di riferimento dice che deve essere inferiore a 480.

La migliore indagine diagnostica per la pancreatite secondo lui è una risonanza addome superiore con metodo di contrasto finalizzata al pancreas...l'ho prenotata ma al CUP regionale non risulta alcun esame del genere specifico per il pancreas, quindi mi hanno fatto prenotare per il 10 ottobre una normale risonanza addome superiore con metodo di contrasto.

[#12]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
OK. Mi aggiorni.
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#13] dopo  
Utente
Buongiorno, grazie per la sua attenzione nei confronti della mia situazione.
Ho ritirato anche le analisi di LIPASI e AMILASI:

- LIPASI 49 (range da 22 a 51)
- AMILASI 54 (range da 0 a 46)

Le ricordo le precedenti fatte i primi di agosto:

LIPASI 68 (range da 22 a 51)
AMILASI 47 (range da 0 a 46)

[#14]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Leggermente fuori dal limite le amilasi, ma attendiamo la RMN.

Saluti
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#15] dopo  
Utente
Buongiorno dottore, ho fatto la RMN addome superiore con metodo di contrasto, questo è l'esito:

-------------------------------------------------------
Esame eseguito con sequenze T1 e T2 pesate, con acquisizioni sui piani assiali e coronali. Indagine completata con somministrazione di mdc ev.

Fegato normale per dimensioni e morfologia, esente da alterazioni diffuse o focali di tipo evolutivo.
Colecisti distesa.
VB non dilatate.
Pancreas esente da alterazioni parenchimali.
Wirsung non dilatato.
Milsa nei limiti.
Surreni nella norma.
Reni in sede, normali per dimensioni e morfologia, esenti da alterazioni parenchimali.
Vie urinarie non dilatate.
Non linfoadenomegalie addominali di significato clinico.
-------------------------------------------------------

Alla luce di questo esito, se LIPASI ed AMILASI continueranno ad alzarsi in maniera anomala, devo stare tranquillo secondo lei?
Devo tenerle sotto controllo e misurarle ogni tot di tempo? (ogni quanto?)

Grazie!