x

x

Proctite a seguito di rapporto sessuale

👉Quando prendere i fermenti lattici e perché

Salve, in passato ho subito un intervento di proctocolectomia restaurativa con costruzione di pauch ileale a seguito di colite ulcerosa non responsiva alla terapia medica.
Dopo l'intervento ho avuto 3 casi di pauchite infezione/infiammazione della pauch risolti con terapia antibiotica a base di ciprofloxacina 500mg per 2 al giorno per 7 giorni, altre piccole recidive risolte con normix cp 4 cp die per 7 giorni.
Ultimamente, a seguito di un rapporto sessuale passivo orale dove, per distrazione e foga di entrambi, è stato coinvolto anche lo sfintere anale, ho dolore e fastidio nella zona fino a qualche centimetro all'interno dell'ano, con dolori e fenomeni di flatulenza.
Mi chiedevo se il problema fosse riconducibile a qualche patologia sessualmente trasmissibile tramite rapporti oro-anali passivi. Quali patogeni possono essere trasmessi dalla saliva ai primi centimetri di sfintere?
La partner mi ha fatto sapere di aver avuto in passato linfonodi ingrossati e dolori alla gola e, un suo vecchio partner, per la medesima pratica, dovette far ricorso ad antibiotici per irritazione della regione perianale.
Altre patologie passate della partner sono state infestazione parassitaria intestinale. Anche questi sono trasmissibili tramite bocca e saliva?
Grazie per eventuali delucidazioni
[#1]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
Gentilissimo,

Le infezioni sessualmente trasmissimili - IST possono essere differenti e fra queste: gonorrea, herpes, sifilide, epatite B, HIV, clamidia, giardiasi e amebiasi. E’ difficile comunque stabilire con esattezza le probabilità di trasmissione,

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie.
Premetto che i contatti a rischio sono stati unicamente quelli oro-anali dove io ero la parte passiva, il resto era protetto.
4 giorni dopo l'atto sessuale sono stato sottoposto ai seguenti esami:
Treponema pallidum
Epatite b
Epatite c
Hiv 1-2
esame colturale su tampone uretrale
Chlamidie

più coprocoltura e parassitocoltura delle feci.

Ma se l'infezione è a livello anorettale, gli esami uretrali hanno senso?
cmq dopo l'esecuzione degli esami sono stato sottoposto a terapia con ciprofloxacina 500 mg
Grazie
[#3]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
Essendo stato un rapporto esterno mi fermerei qui con gli accertamenti e la terapia. Nel caso si dovessero accentuare i disturbi ano-rettali allora potrebbe essere utile un accertamentio proctologico.


Cordiali saluti

[#4]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio, seguirò il consiglio.

Ho solo un dubbio: alla eventuale rettoscopia le lesioni da colite ulcerosa del primo tratto rettale sono distinguibili dalle lesioni di eventuali malattie sessualmente trasmesse o parassiti? Grazie
[#5]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
Direi proprio di si in quanto hanno (solitamente) caratteristiche macroscopiche differenti.
[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie e buona giornata
[#7]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
Buona giornata a lei ed auguroni


[#8]
dopo
Utente
Utente
Salve, chiedo scusa per l'ulteriore domanda:

questo pomeriggio ho parlato col medico di base che mi ha suggerito di, dopo aver terminato la terapia di ciproxin 500 mg 2 cp al giorno per 7 giorni, proseguire con un grammo di azitromicina per un giorno per eventuale concomitante clamidia.
Perchè, a suo dire, gli esami uretrali non dimostrerebbero la presenza di gonorrea o clamidia a livello rettale.
Questa ulteriore terapia può avere controindicazioni per la mia situazione di proctocolectomizzato?
Il problema è che la visita proctologica sarà fra 10 giorni e i fastidi e indolenzimenti rettali li ho adesso.

Intanto continuo la terapia cronica con VSL 3, ma ho dimenticato di chiedere al gastroenterologo se devo sospenderla durante l'uso degli antibiotici.

Con l'uso degli antibiotici ho notato un notevole indurimento delle feci che normalmente, vista anche la mia situazione, sono semiliquide.

Grazie.

[#9]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88


>> Intanto continuo la terapia cronica con VSL 3, ma ho dimenticato di chiedere al gastroenterologo se devo sospenderla durante l'uso degli antibiotici.<<


Può ovviamente continuare con il probiotico.

Saluti


[#10]
dopo
Utente
Utente
Quindi posso seguire la terapia consigliatami dal medico di base con azitromicina dopo ciproxin.

La ringrazio, saluti
[#11]
Dr. Felice Cosentino Gastroenterologo, Chirurgo apparato digerente, Chirurgo generale, Colonproctologo 69,4k 2,2k 88
Certamente.