Utente 176XXX
Salve mi chiamo Michele è ho 28 anni, sono un web-designer e svolgo la maggior parte della giornata davanti al computer. Da circa 3 mesi accuso un dolore sulla zona addominale sinistra, più precisamente al di sotto delle costole. Tempo fa mi avevano riscontrato un'ernia iatale ma con le dovute cure e in base alla posizione non credo che sia inerente con quello che ho. Vado di corpo regolarmente solo che le feci sono leggermente chiare qualsiasi cosa mangio e spesso escono a tratti e duri (non so da cosa possa dipendere).
Il dolore è continuo dalla mattina che mi alzo sino alla sera ma non è sempre persistente, a volte è più lieve e a volte è davvero doloroso e proprio riguardo a quest'ultimo si protrae anche su tutto il fianco sino a comprendere la parte posteriore del corpo (lato rene sx) e la parte addominale inferiore sinistra.
Riguardo, appunto, la mattina, mi sveglio con un dolore lieve e poi successivamente ho dei crampi fitti all'addome e se solo provo a far colazione questi aumentano sino a comprendere stomaco e pancia; solo dopo qualche ora i crampi spariscono e rimane il solito fastidio/dolore.
Ho anche notato che quando spingo verso l'interno sento dell'aria e per un po' il dolore mi passa ma poco dopo riprende.
Non accuso inappetenza o sensazione di vomito e in giorni alterni vado anche a correre e questo non mi reca nessun tipo di fastidio.
Vorrei capire cosa possa essere e se tutto ciò possa derivare dal colon o qualcosa riguardante la milza o magari da altro.

Ringrazio del vostro tempo. Saluti.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Potrebbe trattarsi di meteorismo (sindrome della flessura splenica) che distende il colon. Puòmessere utile in tal caso del simeticone dopo i pasti. Èv stato visitato da un gastroenterologo ?

Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 176XXX

Dal gastroenterologo andai per l'ernia iatale circa 7 mesi fa e non accusavo, però, questo problema...
quindi no... al momento non sono ancora andato e credo proprio che se il dolore continua a rimanere fisserò un appuntamento.

Volevo farle una domanda... oltre al meteorismo, la sindrome del colon irritabile può causare tutti questi sintomi che ho citato?

La ringrazio dottore della sua risposta.

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Direi di si. Ha escluso un'intolleranza al lattosio ?

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 176XXX

No... purtroppo non posso escluderlo perché dovrei fare degli esami per esserne certo.
Lo ha la mia ragazza, i sintomi sono tutt'altro differenti ma capisco bene che potrebbero comunque variare da soggetto a soggetto.
Quindi l'intolleranza al lattosio può comprendere non solo l'apparato gastro-digestivo ma anche intestinale... nel dubbio in questi giorni cercherò di evitare tutta roba a base di latte così vedrò se ci sarà un margine di miglioramento.

La ringrazio ancora.

Cordialmente.

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Molto bene, ma al più presto è bene effettuare il Breath test al lattosio.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it