Utente
buongiorno a tutti, mi rivolgo a voi per avere un parere da qualcuno di più preparato di me.
tre giorni fa mi sono svegliato la notte con delle fitte all'addome basso sinistro, proprio dove si sente che l'intestino esegue una curva, e queste fitte erano abbastanza forti, poi però sono passate appena sono riuscito ad andare un po' di aria e allora mi sono riaddormentato, poi dalla mattina dopo ho iniziato a sentire sempre come un senso di qualcosa in quella parte dell'addome e la sera ho avuto come delle fitte sempre in quel punto preciso, però stavolta come un ago che mi pungesse da dentro e ho avvertito questa sensazione due o tre volte di fila e basta. ieri sera uguale, e specifico che in questi giorni sono andato molto di aria. però devo anche dire che alcuni doloretti li ho anche nell'angolo basso a destra dell'addome.
la mia domanda è se questi dolori possono essere causati dalll'esomeprazolo che sto assumendo da circa 2 settimane per la gastrite (che approposito su di me fa poco effetto ed era meglio il ranidil, ma il mio medico mi ha detto di provarlo) o se può essere dovuto alle vie urinarie o hai reni visto che io ho eseguito un'urografia che dice che le mie vie urinarie sono tortuose e adesso dovrò fare anche un'altro esame di nome angiofotoscintigrafia renale prescrittomi dall'urologo.
io spero che non sia nulla di grave anche perché ho eseguito un'ecografia completa dell'addome circa 5 mesi fa e non penso che in questo tempo si sia potuta sviluppare un qualche tipo di neoplasia o altro.
vi ringrazio molto per il vostro aiuto e per la pazienza che avete nel rispondere a tutti i consulti che vi arrivano.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Penso che possa trattarsi di meteorismo (gas).
Una visita diretta del suo curante sarebbe dirimente.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
la ringrazio per la risposta, ma vorrei chiederle un'altra cosa se possibile.
io ho provato a aspettare qualche giorno e il dolore in fitte è passato, anche se è rimasto un dolore sempre in quel punto che si intensifica ad esempio se mi giro o mi piego (anche se non è costantemente presente). e oltre all'aria che è rimasta da circa tre giorni quando vado in bagno le feci sono molli, non liquide, ma molli. è possibile che sia un infezione intestinale o qualcosa d'altro??? la ringrazio per l'aiuto, e mi dispiace per il disturbo ma la mia paura per un tumore all'intestino rimane.

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
La risposta viene dalle sue stesse parole:

<<ho eseguito un'ecografia completa dell'addome circa 5 mesi fa e non penso che in questo tempo si sia potuta sviluppare un qualche tipo di neoplasia o altro.>>

Si tranquillizzi.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
la ringrazio per la velocissima risposta, non pensavo che un'ecografia potesse servire in tal senso.
comunque mi sono dimenticato di dirle una cosa anche se non so se può centrare, circa un mese fa, mi sono accorto di avere di nuovo gli ossiuri, dico di nuovo perchè negli ultimi due anni mi è capitato molte volte, però non li avevo curati visto che il giorno dopo dovevo partire per il mare, e effettivamente nell'ultima settimana mi è anche aumentato il prurito all'ano. lei dice che il dolore e le feci molli possono essere causate da questa ossiuriasi non curata? negli ultimi due anni ho provato sia vermox che combactrin varie volte ma nulla a mai funzionato completamente non so cosa fare. la ringrazio per l'attenzione.

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Anche gli ossiuri possono fare la loro parte.

Non è facile debellarli e non sono rare le reinfestazioni.

Occorre rispettare norme igieniche personali e familiari, e ripetere i trattamenti.

Cordialmente
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
bounasera, se posso permettermi di disturbarla ancora una volta vorrei chiederle ancora una cosa.
volevo dirle che oltre al dolore all'addome in basso a sinistra di tipo pungente, che però non è sempre presente ma va e viene, è successa un'altra cosa strana sia oggi che ieri che mi ha fatto decisamente spaventare, e cioè che sia l'aria che emetto che le feci hanno assunto un odore pungente e acre, cioè un odore molto forte e strano, non so cosa può essere. ho paura perchè è come se mi stesse marcendo l'intestino e io non posso farci niente. anche perchè il dolore è localizzato e pungente come se ci fosse qualcosa esattamente in quel punto. se può aiutarmi la ringrazio molto

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Quello che mangiamo, momenti funzionali del nostro intestino, possono influenzare la componente putrefattiva e/o quella fermentativa.

Niente paura, non sta <<marcendo>> nulla.

Saluti
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it