Utente 270XXX
Salve, gentili dottori
ho 20 anni ed è da un anno che soffro di gastrite, causata da alcool, fans, alimentazione poco sana. In cura da 10 mesi con omeprazolo 20 mg e da 3 settimane il dottore, in seguito alla mia insoddisfazione per la mancata guarigione, mi ha detto di portarlo a 40, 20 la mattina e 20 prima di cena, e associare il gastrogel dopo i pasti.
Ora, io non sento grandi dolori, ma fastidi e senso di gonfiore, e non è che voglia lamentarmi per una malattia molto "leggera" però adesso la situzione è diventata davvero un po noiosa, non posso bere il caffè la mattina o bere un po di vino alle festo. Quindi ho due domane: Un eccesso di antiacidi e inibitori della pompa protonica può risultare dannoso per lo stomaco?
E inoltre si può guarire definitivamente dalla gastrite?

Concludo dicendo che sono un leggero fumatore (6-7 al gg) e da un mese fumo sigarette ultralight (quelle che contengono 0.1 di nicotina) perchè so che la nicotina stimola i succhi gastrici, ed ora sto smettendo gradualmente.
Vi ringrazio per l'attenzione, e vi prego cordialmente di attenervi alle mie precise domande.

Cordiali Saluti

Perdonate la franchezza ma non mi interessano risposte sul fatto che fumare e bere fa male in ogni caso. Se mancano informazioni chiedete pure.

[#1] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Gentilissimo,

credo che oltre agli antisecretivi lei abbia necessita di farmaci procinetici che favoriscano lo svuotamento dello stomaco. Ovviamente l'aumento della secrezione gastrica comporta danni allo stomaco: gastrite, ulcere, ecc.. Attenzione al fumo: incremento la sezione acido gastrica.

Cordialmente
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 270XXX

Gentile Dottore,
La ringrazio per avermi consigliato i procinetici, chiederò al anche al medico di famiglia.
Durante questo anno di cura, ammetto la mia parziale negligenza: dalla dieta ho semplicemente tolto alcool, fans, e diminuito il consumo di caffè e sigarette e cioccolato.
Ora le chiedo, adottando corrette abitudini alimentari, è possibile guarire definitivamente dalla gastrite?

[#3] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ovviamente con terapia e corrette abitudini alimentari la gastrite (che è una diagnosi endoscopica) può essere controllata.

Saluti

Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 270XXX

Ma si può guarire in maniera definitiva?? Nel senso che si può sospendere il farmaco, e si può bere il caffè o bere un bicchiere di vino?

[#5] dopo  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
VIBO VALENTIA (VV)
CINQUEFRONDI (RC)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Noi stiamo parlando per ipotesi in quantio non ha effettuato una gastroscopia per avere una diagnosi endoscopica. In linea di massima dalla classica "gastrite" si può guarire se invece dalla gastrite si passa al reflusso (altra patologia legata alla secrezione acido-gastrica) la questione cambia in quanto tale disturbo può essere cronico. Quello che le posso dire, considerando anche la sua età, che il suo disturbo dobrebbe essere sicuramente controllato e lei potrà tornare a permettesri qualche saltuaria "uscita" alimentare
Primario di Gastroenterologia ed Endoscopia, Osp. San Giuseppe - Milano
Centro di COLONSCOPIA ROBOTICA
www.endoscopiadigestiva.it