Utente 329XXX
buonasera. Il mio bambino di quasi 5 anni due giorni fa dopo cena ha avuto un episodio di nausea e vomito. Il giorno successivo sembrava stare bene e si è alimentato normalmente. Oggi però si è ripresentata la nausea ma senza vomito in quanto non ha voluto ingerire quasi nulla. Su consiglio medico gli ho somministrato nauped ma senza risultati in quanto la nausea peggiorava dopo la somministrazione.
Ho notato patina bianca sulla lingua. Ha molta nausea anche dopo pasti piccolissimi e leggerissimi. Adesso ha anche febbre a 37.5. Cosa potrebbe essere? Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Una gastroenterite?

Non di più si può dire online,
è un caso che richiede una gestione diretta.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 329XXX

grazie mille dott. Quatraro. Adesso non ha più febbre ma la nausea continua. Pensavo si trattasse di "acetone" o di un problema digestivo. Farò eseguire la visita. Comunque grazie mille ancora per aver risposto

[#3] dopo  
Utente 329XXX

Dottore le chiedo scusa ma proprio adesso ho notato che il bimbo ha un alito dall'odore forte e pungente che non saprei descrivere. Inoltre forse ho dimenticato di precisare che ha solo nausea ma senza mai vomitare (oltre la prima volta tre gg. fa). Non ha neppure diarrea. Adesso ho provato a fargli bere un sorso d'acqua ma sembra che abbia nausea anche con questa.

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Se sente odore di frutta marcia (alito acetonemico)
è possibile che si tratti di Chetosi,
trattabile con dieta opportuna e sintomatici.
Potrebbe essere utile effettuare, a scopo diagnostico,
un test sulle urine (le strisce reattive si vendono in farmacia).

E', comunque, preliminare ed importante la valutazione diretta
del pediatra.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente 329XXX

Grazie mille ancora dottore. Il pediatra l'ha visto ieri e ha detto che si trattava di un virus e ha consigliato integratore allo zenzero (che però peggiorava i sintomi). Utilissima la info sulle striscette in farmacia. Grazie mille la terrò aggiornato

[#6] dopo  
Utente 329XXX

Dottore ha eseguito test sulle strisce ketur e il risultato è: 2++ (colore violaceo). Cosa posso somministrargli per farlo guarire? Grazie ancora

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
occorre una dieta priva di grassi e ricca di zuccheri e di acqua,
poichè la reidratazione del bambino è molto importante.

Naturalmente ricontatti il suo pediatra
poichè necessariamente
deve prendersi carico diretto della gestione del caso clinico.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente 329XXX

Grazie Dott. Quatraro. La scrivo a distanza di quasi un giorno per aggiornarla sulla situazione. Il pediatra l'ha visto e ha consigliato la dieta in bianco priva di grassi e ricca di zuccheri. Stamane il test sull'urina dava risultato migliore di ieri, cioè 1+ (mentre ieri 2++). Adesso invece è tornato ad essere di un colore viola acceso e un risultato di 3+++, quindi peggiore di ieri. Il bambino si sta alimentando come consigliato, ed ha ancora qualche episodio di nausea dopo i pasti ma senza vomito. E' normale questo peggioramento del test? I chetoni non dovrebbero diminuire invece che aumentare? Grazie ancora

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Terrei a precisare, nel caso il pediatra non l'avesse fatto, che le bibite zuccherate, specie in caso di vomito, vanno somministrate in piccole dosi, ripetutamente nella giornata.

In genere, nell'arco di 24-48 ore dall'inizio di un corretto trattamento,
deve osservarsi la progressiva riduzione della chetonuria
ed il miglioramento delle condizioni generali.

In caso di persistenza della chetonuria e/o del peggioramento dei sintomi occorre considerare l'utilità di una ospedalizzazione,
al fine di attuare una reidratazione per via endovenosa.

Saluti cordiali
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 329XXX

Grazie mille Dott. Quatraro. Gentile, professionale e veloce come sempre!

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Di nulla e auguri.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#12] dopo  
Utente 329XXX

Dott. Quatraro torno ad aggiornarla. Le strisce reattive adesso risultano bianche quindi non ci dovrebbero essere più chetoni nelle urine. L'unico neo è che il bimbo adesso risulta ancora molto pallido (ma si reidrata abbastanza bene) e soprattutto le sue feci risultano essere molto molli e con molta schiuma bianca. E' una fase normale che segue ciò che ha avuto o questo merita una considerazione a parte? Grazie.

[#13]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ritengo sia una fase di convalescenza (di qualche giorno).

Naturalmente, dati i limiti del consulto online,
faccia controllare, comunque, al suo pediatra.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#14] dopo  
Utente 329XXX

Ok. Grazie ancora

[#15] dopo  
Utente 329XXX

Gentilissimo dott. Quatraro mi scusi tanto se la disturbo nuovamente ma a distanza di 13 gg. purtroppo la situazione di cui sopra si è ripresentata. Dopo l'episodio di due settimane fa, sembrava completamente risolto e ormai solo un brutto ricordo, invece ieri sera ha avuto forti dolori addominali seguiti da diarrea e vomito. Ho provveduto ad eseguire di nuovo test sulle urine per i chetoni sia ieri sera che stamane, ma nulla, la striscetta rimane bianca. Nonostante io gli avessi subito somministrato acqua e zucchero ai primi malesseri, ha vomitato lo stesso e subito dopo si è sentito molto meglio. Stamattina ha avuto ancora un pó di diarrea ma niente nausea, ma non so se è perchè ancora non ha voluto mangiare nulla.
Per favore mi aiuti a capire come mai, pur non avendo esagerato a cena, ha avuto di nuovo i sintomi di 2 settimane fa. E poi come mai le striscette non evidenziano nulla? Grazie e buon ferragosto.

[#16]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ciò significa che è in gioco non più una Chetosi ma un processo enteritico da definire.
online non è possibile, senza visita, dire di più.

La soluzione opportuna è, come sempre, far visitare il paziente,
per decidere il da farsi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#17] dopo  
Utente 329XXX

Grazie dottore. È opportuna una visita specialistica di un gastroenterologo o devo portarlo al pronto soccorso visto che non ci sarà nessuno fino a lunedì? Preciso che dopo ieri sera non ha più vomitato ma ha avuto un altro episodio di diarrea. Inoltre è consigliabile una dieta specifica o quella in bianco va bene? Grazie infinite

[#18]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Ogni valutazione va fatta dopo visita medica.

In primis occorrerebbe coinvolgere il pediatra;
se le condizioni del bimbo appaiono severe sarà consigliabile l'accesso ospedaliero.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#19] dopo  
Utente 329XXX

Grazie dott Quatraro, gentilissimo come sempre.

[#20] dopo  
Utente 329XXX

Dottore torno ad aggiornarla. Stamane mio figlio è stato visitato dal pediatra. La diagnosi è stata: colon irritabile. Prescrizione: sciroppo Debridat e dieta in bianco; ai primi miglioramenti assumere latte accadì al posto del latte fresco parz. scremato (il latte non lo assume da una settimana).
Però mi chiedo: come è possibile che lui abbia ancora nausea? Stamattina appena sveglio accusava forte dolore alla parte alta dello stomaco (lui diceva di avere molto male "al cuore") e, oltre ad avere nausea e ad essere pallido, ha poi defecato con feci molli e gialle. Ieri sera ha anche avuto nausea, pallore e defecazione con feci molli e gialle. Inoltre durante la giornata alterna fasi in cui sembra essere "guarito" a fasi in cui d'un tratto diventa pallido e dice di avere nausea, forti dolori all'addome e poi defeca con feci di consistenza e colore di cui le accennavo prima. Secondo lei è compatibile la diagnosi di colon irritabile fatta dal pediatra o è qualcos'altro? Sarebbe meglio fare qualche analisi specifica? Attendo con ansia una sua risposta. Grazie mille.

[#21]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Purtroppo ho dei limiti legati
al non poter visitare direttamente il bimbo ed
al doveroso rispetto per le conclusioni a cui è giunto un collega dopo visita medica!

Per tranquillità, comunque, non vedrei male un esame colturale completo delle feci.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#22] dopo  
Utente 329XXX

Dottore non so davvero come ringraziarla per la sua disponibilità e celerità. Farò l'esame colturale e le farò sapere. Grazie mille

[#23] dopo  
Utente 329XXX

Dott. Quatraro l'esame sulle feci è stato fatto e questi sono i risultati:
Materiale biologico: feci
coprocoltura (ric. per salmonella e shigella): negativa
Colore: brunastro
Consistenza: molle
Muco: assente
Sangue: assente
Reazione: acida
Ricerca bilina: presente +
Esame microscopico
fibre carnee: alcune
residui vegetali: alcuni
Granuli di amido: assenti
grassi: assenti
Spero mi possa dare delucidazioni in merito. Grazie ancora

[#24]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
L'esito è negativo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#25] dopo  
Utente 329XXX

Di nuovo buonasera dott. Quatraro. Chiedo scusa se la contatto nuovamente ma a distanza di quasi due mesi la situazione ancora non si è risolta. Il bambino dopo la cura con debridat sembrava guarito, e invece come ormai di consueto ha avuto di nuovo fortissime crisi con dolori addominali e diarrea scura con schiuma. Potrebbe essere qualche forma acuta che il corpo attua quando il bimbo si alimenta anche con la seppur minima quantità di grasso (tipo anche solo un pò di olio nel sugo)? Scrivo questo perchè tali episodi non si sono mai verificati quando era a dieta in bianco ma appena inizia ad introdurre qualche altro alimento ecco che si ripresentano i forti dolori addominali. Durante l'ultimo episodio che risale a stasera, mi è parso di aver visto del muco nella diarrea ma non ne sono sicurissima. Spero che lei sappia dirmi qualcosa di più, visto che gli specialisti che lo hanno visitato non hanno saputo fornire una diagnosi. Grazie mille.

[#26]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Purtroppo il sintomo "diarrea"
(la presenza di muco fa parte del quadro)
apre, come sa, un vasto capitolo di possibili cause

che vanno approfondite solo attraverso una gestione mirata e diretta,

cosa che, per onestà professionale,
devo sottolineare come non possibile,
se non anche potenzialmente fuorviante,
via web!
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#27] dopo  
Utente 329XXX

Dott. Quatraro spero che risponda al mio ultimo quesito, visto che sono disperata perchè potrebbe essere qualcosa di grave come un tumore. Sono in attesa di risultati di elastasi ed altri enzimi pancreatici

[#28]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Con i limiti della distanza
non mi sembra di poter azzardare tale ipotesi.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#29] dopo  
Utente 329XXX

Grazie dott. Quatraro. La colangio rm che farà a breve risolverà il caso o secondo lei intanto è opportuno fare qualche altra analisi? Grazie mille ancora. Per l'esito dell elastasi ci vorrà un mese purtroppo ed io credo di non poter permettere di aspettare senza far null'altro

[#30]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
le indicazioni alla ColangioRM
sono dettate dall'esigenza di uno studio del sistema epato-biliare,

... e (per quanto da lei scritto finora) mi sfuggono le motivazioni,
sicuramente valide,
per le quali si è pensato a tale procedura,

che, come tutte le procedure,
può essere importante ma non necessariamente conclusiva nell'ambito di un iter diagnostico.

Pertanto pur comprendendo le sue ansie,
riconfermando quanto scritto in replica #26,
... non per essere evasivo,
... ma in quanto rispettoso del paziente oltre che dei colleghi,

La invito,
se ritiene di poter avere fiducia nei professionisti a cui si è affidata,
a seguire le loro indicazioni.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#31] dopo  
Utente 329XXX

E' stato molto chiaro. Intanto grazie mille per aver risposto ad ogni mia domanda. La terrò aggiornato.

[#32]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Di nulla e auguri.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#33] dopo  
Utente 329XXX

Gentilissimo dott. Quatraro, chiedo scusa se la disturbo nuovamente, ma se possibile volevo un suo parere sul risultato degli esami di mio figlio:

GLOBULI BIANCHI 6.22 (V.N. 4.50-10)
NEUTROFILI 1.64 (V.N. 1.80-8) *
LINFOCITI 3.88 (V.N. 1.50-6.50)
MONOCITI 0.55 (V.N. 0.10-0.80)
EOSINOFILI 0.13 (V.N. 0.10-0.30)
BASOFILI 0.02 (V.N. <0.10)
NEUTROFILI 26.4 % (V.N 40-59) *
LINFOCITI 62.4 % (V.N. 33-48) *
MONOCITI 8.8 % (V.N. 2-6)
EOSINOFILI 2.1 % (V.N. 1-3)

GLOBULI ROSSI 5.04 (V.N. 3.70-4.50) *
EMOGLOBINA 13.8 (V.N. 10.5-12) *
EMATOCRITO 38,1 (V.N. 33-36) *
VOLUME CORPUSC. MEDIO 75.6 (V.N. 76-86) *
CONCENTRAZ. HGB MEDIA 36.2 (V.N. 31-34) *
AMPIEZZA DISTR. RBC 36.9 (V.N. 37-54) *
AMPIEZZA DISTR. RBC 13.4 % (V.N. 11-16)

PIASTRINE 307 (V.N. 150-350)

S-GLUCOSIO 88 (55-110)
S-CREATININA 0.29 (V.N. 0.25-0.70)
S-AST 28 (V.N.0-42)
S-ALT 18 (V.N. 0-40)
S-AMILASI 89 (V.N. 0-120)
S-LIPASI 26 (V.N. 22-51)

Come si può notare amilasi e lipasi sono nella norma pertanto "penso" non si tratti di pancreatite come temevo. Il bimbo intanto ha ancora crampi addominali e feci molli gialle e con forte odore di acido anche se si alimenta pochissimo e con dieta leggerissima in bianco.
Pur avendo compreso che lei non può fare diagnosi on line, potrebbe almeno suggerirmi qualche altro esame che sarebbe opportuno eseguire?
Preciso (non so quanto possa essere utile) che il giorno dell'insorgenza dei primi sintomi il bambino giocando con una pistola che conteneva acqua stagnante ha ingerito involontariamente un pò di quell'acqua.
Attendo con ansia una sua replica, intanto, come sempre, grazie mille.