Utente
Gentili dottori, ho spesso feci non formate e ritrovo spesso tracce di verdura in esse in particolare carote o pomodoro (sia la polpa che la buccia).
La cosa che mi sta allarmando è che sia ieri che stamattina dopo la defecazione ho trovato sulle feci striature rosse oppure, con la seconda defecazione, parti gelatinose rosse sopra le feci (ieri mattina le feci non erano formate, mentre stamattina sì, ma il colore rosso l'ho notato entrambi i giorni).
Sto attendendo gli esiti di vari esami del sangue per vedere se ho infiammazioni all'intestino (così ha detto il medico), e della coprocoltura e dell'esame parassitario delle feci.

Cosa può essere questo nuovo sintomo con il colore rosso a mo'di striature sulle feci o muco gelatinoso rosso? Ancora resti di fibre, sangue o altro? I giorni scorsi ho mangiato pomodori, ma non ieri.
Sulla carta igienica però non restano tracce di sangue.

Aggiungo che da due giorni mi alzo la mattina con un piccolissimo dolore pungente all'interno della cresta iliaca sinistra che piano piano passa durante il giorno.

Grazie anticipatamente, sono molto preoccupata

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Nel dubbio di tracce ematiche visibili sulle feci è necessaria una visita proctologica .

Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Da come ho descritto, intanto che attendo la visita, che avverrà dopo che avrò l'esito degli esami, potrebbero essere resti di verdure? Oppure può essere qualcosa di grave? Può essere comunque sangue anche se sulla carta igienica non resta traccia di sangue?
Spesso mi è successo di trovare pezzi di carote cotte mangiate il giorno precedente, ma erano arancio non rosse.
Assumo l'integratore psyllogel fibre e l'integratore sindrocol, non so se possono influire.
Psyllogel di sicuro non influisce sul colore perché lo assumo da anni, ma il sindrocol potrebbe che Lei ne sappia?

Per il piccolo dolore pungente alla cresta Iliaca sinistra che ne pensa? C'entra qualcosa in tutto ciò?
C'è da sottolineare che in generale tutto sommato, non mi sento male durante l'arco della giornata, ma questa nuova colorazione rossa mi sta preoccupando, tra l'altro nell'unica settimana a casa su tutto l'arco dell'anno!
Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Deve vedere se nell'acqua del vater si nota del sangue .....

Il dolore alla cresta iliaca non ha rapporti ....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Le confermo che nella tazza del water l'acqua è trasparente e pure sulla carta igienica non c'è nessuna traccia rossa.

Non ho rapporti da 2 settimane e il dolore mi è comparso ieri mattina e stamattina. Mi era già successo circa un mese e mezzo fa svegliandomi la notte ma non so se fosse intestino oppure l'ovaio, poi è passato da sè, ma quella volta fu molto più doloroso e mi rimase più o meno per tutto il giorno.

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Quindi dubito che sia sangue ....


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Bene sono più tranquilla dopo ciò che mi ha scritto.
Quindi è stato di nuovo cibo non digerito probabilmente?

Mentre per il dolore pungente all'interno della cresta iliaca cosa potrebbe essere? Intestino?

Tuttavia ho deciso di fare anche l'esame delle feci per il sangue occulto, per togliermi ogni dubbio, peccato solo che con ferragosto di mezzo gli esiti arriveranno la settimana dopo.
Dagli esame del sangue si può capire se c'è infiammazione a livello intestinale? Il mio medico me ne ha prescritti parecchi, il prelievo l'ho fatto stamattina, e diceva che con quelli si può capire meglio lo stato dell'intestino....ho capito male forse?

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Attenda di fare gli esami prescritti. Per il colon sarebbe utile la titolazione della calprotectina fecale che da un indice di una eventuale infiammazione del colon.

Non é possibile dare on line una valutazione sul disturbo osseo.



Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente
Grazie, ma non è disturbo osseo, ma zona cresta iliaca ma nella parte molle vicino diciamo.
Il medico mi ha prescritto tra i tanti esami del sangue il cui prelievo l'ho fatto stamattina, la proteina c reattiva....sarebbe questa la calprotectina? Mi sa di no leggendo in internet.....ma la calprotectina la vedono con le analisi delle feci?

Gli esami prescritti dal mio medico sono:

1- coprocoltura
2- ricerca parassiti
3- scotch test
4- alanina aminotransferasi-ALT-(GTP)
5- gamma glutammiltranferasi
6- immunoglobulina A (IgA)
7- es.emocromocitometrico
8- amilasi
9- VES
10- proteina c reattiva
11- esame chimico fisico feci
12-sangue occulto nelle feci


In quale tra questi esami prescritti andranno a controllare la calprotectina?
Ritiene che tutti questi esami siano sufficienti per diagnosticare qualche problema intestinale?

Grazie

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Aggiungerei la Calprotectina fecale......

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#10] dopo  
Utente
Gentile dottore,
Ho ritirato finalmente gli esiti.
È risultata fuori range la ferritina 8 mcg/L (range 13-150)
Il resto degli esami del sangue tutto ok, compresi coprocoltura, e ricerca parassiti entrambi negativi.
Anche lo scotch test negativo.

Per quanto riguarda l'esame chimico fisico invece è risultato così:

Consistenza : vischiosa
Colore: ocra
pH: 5,5
Sangue macroscopico visibile: assente
Fibre carnee parz.digerite: presente (++)
Fibre carnee indigerite: presente (++)
Amido: presente (++)
Grassi neutri: assenti
Acidi grassi: assenti
Residui vegetali: presente (++)
Formazioni parassitarie: assenti

Ricerca sangue occulto: negativa

Calprotectina fecale: 8,29 ug/g feci. (Intervallo di riferimento < 50)


I valori con i ++ vicino e la calprotectina cosa significano? Ed anche il colore, il pH e la consistenza non vanno bene?

Cosa ne pensa di questi risultati?

Ritiene possa essere colon irritabile o altro?

Grazie, cordiali saluti