Utente
Buongiorno dottori, premetto di essere un paziente di 38 anni con problemi di reflusso da inizio anno ai quali si associano anche disturbi legati al colon irritabile. Durante questi 2 mesi e mezzo ho vissuto a fasi alterne periodi di malessere e giornate in cui sono stato bene. In ordine ho fatto rx toracica con esami sangue (tutto perfetto), visita gastroenterologica con ecografia addominale superiore (tutto nella norma) altri esami sangue e delle urine (perfetti) e ecografia con visita ai testicoli (perchè sentivo qualche dolore anche in quella zona ma a parte qualche piccola variocele tutto a posto). La mia gastroenterologa mi sta curando con lansopranzolo e benefibra (malox e mylicongas all'occorrenza) e dopo un breve periodo in cui la situazione sembrava migliorata vivo sempre un po' border line sul filo del disagio. In questo periodo mi capita spesso di avvertire durante la giornata sensazioni di svenimento e stanchezza assoluta, non durano molto ma sono parecchio fastidiose, oltre a questo avverto sempre senso di dolore-bruciore con delle fitte in alto a sinistra e un po' in tutto l'addome con maggior frequenza nella zona tra sterno ed ombelico e un gonfiore a volte doloroso subito sotto lo sterno penso sia il processo xifoideo. Volevo sapere se questi sintomi, soprattutto per ciò che concerne la sensazione di svenimento, possano essere correlati ad ernia iatale?? So che per appurare l'ernia sarebbe necessaria la gastroscopia ma al momento la mia dottoressa dice che non è necessaria e di stare tranquillo. Premetto anche che il lavoro che faccio è molto pesante fisicamente (boscaiolo-tecnico idraulico forestale) e non so se questo possa in qualche modo influire con questa patologia. Grazie dei vostri utili parere e del vostro tempo.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
I sintomi descritti appaiono di natura esclusivamente ansiogena.
Cosa pensa il suo medico?
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
Salve dottore e grazie della risposta. Il mio medico ancora non ha valutato la sensazione di svenimento in quanto sarà all'incirca 3-4 giorni che la avverto e volevo continuare un po' la cura che mi ha dato prima di trarre conclusioni. Volevo intanto capire se ci può essere una correlazione con il reflusso o l'ernia o appunto è da spiegarsi con uno stato ansiogeno.
Quindi lei esclude che ci possa essere un legame con il reflusso o l'ernia se ho capito bene....
Grazie ancora

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Ha ben compreso ... lo escluderei.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
Salve Dottore grazie ancora per la sua risposta. Volevo chiederle però se rispetto agli esami eseguiti posso dormire sonni tranquilli o dovrei fare ulteriori indagini per scongiurare problematiche più serie rispetto al reflusso. Grazie ancora e arrivederci

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
16% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dorma tranquillo.
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it