Utente 390XXX

Gent.mo Dottore,

Ho 69 anni. In data 17.08.2012 mi sono sottoposto ad EGDS e mi è stata diagnosticata una gastrite cronica atrofica moderata quiescente e focolai multipli di metaplasia intestinale, assente Helicobacter pylori.
A distanza di quasi tre anni il 30.06.2015 ho ripetuto la EGDS con questi risultati.
Discesa esofagea sotto il diretto controllo della vista.
ESOFAGO: assenza di lesioni mucose; linea Z di normale morfologia; cardias in sede e continente.
STOMACO: ristagno mucoso chiaro; pliche gastriche poco rilevate del tutto appianabili all’insufflazione con mucosa del corpo di aspetto atrofico; mucosa antrale di aspetto atrofico in assenza di lesioni localizzate visibili; piloro in asse e pervio.
DUODENO: normale fino al tratto prossimale del secondo duodeno.
Biopsie a livello del corpo, dell’antro e dell’angulus.
Diagnosi Finale
Organo Sede Diagnosi
Stomaco Intero stomaco Gastropatia atrofica (già tipizzata istologicamente).
Biopsie di controllo per tipizzazione istologica.

Il referto delle biopsie eseguite dalla U.O.C. Anatomia Patologica è il seguente.
DIAGNOSI
- Angulus: due frustoli di mucosa in gran parte diminuita di spessore;
focolai multipli di atrofia ghiandolare.
Edema, fibrosi e lieve infiltrato infiammatorio cronico (att. 0) nell’interstizio.
Muscularis mucosae ispessita.
Helicobacter assente.
- Corpo: tre frustoli di mucosa con diffusa marcata iperplasia rigenerativa delle ghiandole;
ghiandole di tipo pilorico nella tonaca propria.
Edema, lieve congestione, fascetti leiomuscolari e lieve infiltrato infiammatorio cronico
nell’interstizio.
- Antro: quattro frustoli di mucosa con iperplasia rigenerativa delle ghiandole;
ampi focolai multipli di metaplasia intestinale;
le poche ghiandole residue mostrano alterazioni distrofiche.
Edema, lieve congestione e lieve infiltrato infiammatorio cronico nell’interstizio che in un
Frustolo slamina la muscularis mucosae.
Muscularis mucosae ispessita.
Helicobacter assente.
Si consiglia follow-up.
La visita Gastroenterologica del 24.08.2015 ha evidenziato
Il paziente ha sospeso IPP senza comparsa di sintomatologia addominale o digestiva.
APCA positiva 1:160, nel range di riferimento emocromo, glicemia, azotemia, creatinina, uricemia, AST; ALT, Ca, IgA, IgM, sideremia (post terapia con Sideral forte compresse liposomiali 30 mg. assunti a giorni alterni), ferritina, B12 (post terapia prima con dobetin fiale 500 mg. due al mese, sostituite da luglio con Benexol compresse 600 mg. due al mese), folati, UBT, es. parassitologico delle feci su tre campioni, AGA, EMA, e tTG di classe IgA. In giugno aspetto atrofico della mucosa antrale, all’es. istologico a livello antrale ampi focolai multipli di metaplasia intestinale, nel corpo iperplasia rigenerativa delle ghiandole, lieve infiltrato infiammatorio cronico nell’interstizio in tutte le sedi, non Hp, non segnalata displasia.
A luglio 2012 diagnosi di fibrillazione atriale, ad agosto 2012 colonscopia negativa, a settembre 2012 diagnosi di tiroidite di Hashimoto, a marzo 2015 PLT 137.000.
Attualmente pratica terapia con Eutirox, Congescor, Sideral, Benexol.
All’esame obiettivo addome non dolente, non apprezzabile masse, organi ipocondriaci nei limiti.
Diagnosi Finale
Gastrite cronica atrofica con metaplasia intestinale, prevalentemente dell’antro, positività agli anticorpi anticellule parietali gastriche.
Esami di Laboratorio e Strumentali Consigliati
Periodici dosaggi della vitamina B12.
EGDscopia con biopsie multiple, P, a circa tra anni dalla precedente.
Terapia Consigliata
Supplemento di vitamina B12. Consigli igienico-dietetici a parte.

Gent.mo Dottore,
il patologo mi ha avvertito che la successiva EGDscopia è bene farla a distanza di un anno, lo stesso mi ha detto il medico curante. In sede di visita il gastroenterologo invece consiglia ad una distanza di circa tre anni (ancora non vi è displasia).
Sono stato informato che la mia gastrite cronica atrofica è di origine autoimmune (infatti è riconducibile alla tiroidite di Hashimoto). E’ ormai in uno stadio molto avanzato? Quale probabilità ho che non si trasformi in tumore? Vi è una terapia almeno per rallentare il processo degenerativo prima che avvenga il peggio?
Sono confuso e preoccupato, quale consigli mi può gentilmente dare?
In attesa di riscontro La ringrazio di vero cuore e Le invio i miei più distinti saluti.
Francesco

[#1]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Sono d'accordo con il collega gastroenterologo di eseguire la gastro tra 3 anni. Purtroppo non ci sono terapia che possono bloccare il processo innescato ma questo non significa che farà un tumore allo stomaco. Stia sereno e si controlli
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#2] dopo  
Utente 390XXX

Gent.mo Dottore,
Approfitto della Sua gentilezza. Il mio medico curante mi ha consigliato di non assumere gastroprotettori o antiacidi in quanto la mia gastrite ha distrutto quasi tutte le ghiandole riducendo gli acidi gastrici (per giunta attualmente è asintomatica) ma di farne eventualmente uso soltanto al bisogno. Potrebbe cortesemente darmi un Suo parere in merito?
Mille Grazie per la Sua celerissima disponibilità. Distinti Saluti.
Francesco

[#3]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
se non ha disturbi potrebbe evitare di assumere PPI e assumerli al bisogno o provare con un sucralfato.
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#4] dopo  
Utente 390XXX

Gent.mo Dottore,
La ringrazio ancora per la Sua grande disponibilità.
Se mi consente approfitto della Sua gentilezza per chiederLe ancora un chiarimento.
L'attuale assenza di sintomatologia significa che il processo infiammatorio gastrico è temporaneamente quiescente oppure procede ugualmente? Il sucralfato da Lei consigliato potrebbe essere assunto sin da ora o soltanto al bisogno? Se assunto sin da ora potrebbe essere utile a rallentare l'infiammazione cronica?
Grazie infinite. Distinti Saluti.
Francesco


[#5]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Le consiglio di assumere il sucralfato da subitoper proteggere la mucosa.
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#6] dopo  
Utente 390XXX

Gent.mo Dott. C. Favara,
mi consiglia di assumere una compressa 1 g un'ora prima del pranzo oppure anche la sera prima di cena?
Infinitamente Grazie.
Francesco

[#7]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Consiglio 2 bustine al di da assumere lontano dai pasti, una tarda mattinata e l'altra tardo pomeriggio
La saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#8] dopo  
Utente 390XXX

Gent.mo Dott. C. Favara,
i suoi consigli mi sono stati utilissimi. Adesso spero che la mia patologia almeno "rallenti" un pò.
La ringrazio di vero cuore. Buon lavoro, distinti saluti.
Francesco

[#9]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Penso che sia l'obiettivo di tutti noi essere utili, chiari. La saluto e auguri
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#10] dopo  
Utente 390XXX

Gent.mo Dott. C. Favara,
mi rivolgo ancora a Lei per un Suo parere. Tra una gastroscopia e la successiva,
mi potrebbe essere utile eseguire l'esame di specifici marcatori tumorali gastrici?
Se è sì, mi può indicare quali marcatori esaminare e quando?
La ringrazio immensamente. Distinti saluti.
Francesco

[#11]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Non serve eseguire marcatori in quanto non specifici per la patologia di cui lei è affetto. Rifaccia i controlli endoscopici così come le ha indicato il collega che ha eseguito la gastroscopia
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#12] dopo  
Utente 390XXX

Gent.mo Dott. Favara,
La ringrazio per quest'altro Suo utilissimo chiarimento e Le invio i miei migliori saluti.
Buon lavoro.
Francesco

[#13]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Grazie ricambio e a sua disposizione per ulteriori consigli.
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#14] dopo  
Utente 390XXX


Gent.mo Dottore,
s’è possibile dopo tanto tempo approfitto ancora della Sua gentilezza ed esperienza professionale.
Poiché in un mese, sebbene abbia aumentato l’alimentazione, ho perso kg. 1,5 circa il mio medico curante mi ha prescritto esame emocromoci- tomemetrico, glicemia, creatininemia, sideremia, vitamina B12, folati, protidogramma elettroforetico, TSH, PSA. I valori sono risultati nella norma, ritengo anche grazie all’assunzione da alcuni anni d’integratori di ferro liposomiale sideral forte (o sideremil) mg. 30 per due giorni consecutivi, il terzo giorno assumo una compressa di multivitaminico/multiminerale, faccio una fiala di Dobetin da 500 mcg ogni 18 giorni, assumo antepsin 1g ogni giorno, Eutirox 100 mcg e 75 mcg a giorni alterni, congescor 2,5 mg ogni giorno.
Da circa due mesi vado di corpo feci molli ed informi; assieme al fatto che non riesco a riprendere peso sono sintomi che la mia malattia va avanti? A questo punto Lei mi consiglia esame della gastrina e della cloridria o altri esami? Dato che le mie ghiandole producono pochi acidi gastrici quale ph dovrebbe avere l’acqua che bevo, alcalina o acida?
Gent.mo Dottore, può darmi il Suo parere in merito? Credo che prima o poi dovrò contattarLo per un Suo parere di presenza. Grazie. Distinti Saluti.
Francesco

[#15]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Buongiorno per prima cposa le consiglio di stare sereno, di fare una corretta alimentazione soprattutto ricca di frutta e verdura; beva molta acqua e per quanto riguarda le feci vorrei capire se ha diarrea o solo feci non formate con scarica giornaliera? Ha mai eseguito una colonscopia?
attendo sue notizie.
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#16] dopo  
Utente 390XXX

Gent.mo Dott. Favara,
la ringrazio immensamente per avermi risposto.
Assumo due volte al giorno frutta e verdura; bevo oltre due litri di acqua al giorno, anche durante i pasti. Vado di corpo una sola volta al giorno (di mattina); le feci durante la "seduta" non hanno spesso la stessa consistenza; all'inizio sono più dense poi diventano più molli (credo non formate), ma di norma non a carattere di diarrea, però ogni tanto sono un pò più liquide e seguono dopo quelle più dense.
Seguo una dieta ricca di fibre, cereali, pasta e pane integrali.
La colonscopia l'ho fatta nel 2012 e nulla è stato rilevato, infatti "assenza di lesioni fino al cieco".
Gent.mo Dottore, mi consiglia qualche altro esame?
Mille grazie per tutto.
Francesco

[#17]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
No. si tratta sicuramente di un colon irritabile; la frutta spero la mangi lontano dai pasti ed eviti le verdure cotte e latticini che fermentano e magari associ un probiotico.
la saluto
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#18] dopo  
Utente 390XXX

Gent.mo Dottore,
la frutta la mangio già lontano dai pasti, di verdure cotte mangio quasi esclusivamente zucchina lessa con un pò di pasta, che cercherò di evitare o almeno limitare, due volte al giorno mangio insalata verde, continuerò a prendere fermenti probiotici ma d'ora in poi ogni giorno.
Grazie infinite, La saluto e colgo l'occasione per augurarLe una Buona Pasqua.
Francesco


[#19]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
scusi il ritardo spero che abbia trascorso anche lei una serena pasqua
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#20] dopo  
Utente 390XXX

Gent.mo Dott. C. Favara,
dopo parecchi mesi mi rivolgo di nuovo a Lei per avere, se possibile, un suo parere sugli ultimi risultati riguardanti la mia patologia.
1) Gastrina totale: 866,0 pg/ml (valori normali 13-115)
2) Cromogranina A: 100.7 ng/ml (valore normale <101.9)
L'alto valore della gastrina, mi sembra, riveli una forte ipocloridria. Per questa grave carenza, c'è una terapia per aumentare la presenza di acido cloridrico nello stomaco?
Gent.mo Dott. mi può dare un suo parere in merito?
La ringrazio e La saluto con riconoscenza.
francesco gravina

[#21]  
Dr. Carmelo Favara

36% attività
16% attualità
16% socialità
CATANIA (CT)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Sig.Francesco mi scuso per il ritardo nella risposta. Purtroppo non ci sono farmaci ripeto che possono cambiare la sua nuova situazione gastrica, l'unica cosa che deve fare, alla luce delle conoscenze attuali, è quello di fare controlli endoscopici cadenzati e proteggere quel poco di mucosa con sucralfato.
cordialità
Dr. Carmelo Favara
www.gastroenterologi.altervista.org

[#22] dopo  
Utente 390XXX

Gente.mo Dott.
La ringrazio per il Suo chiarissimo parere. Mi dispiace non potere rallentare questo inesorabile processo patologico. Il Suo consulto merita 5 stelle di voto ma non riesco a capire perché (è successo qualche volta in passato) dopo la 3 stella cliccando la 4 e la 5, queste non vengono riportate. La saluto, alla prossima. Francesco gravina.

[#23] dopo  
Utente 390XXX

Anche questa volta non mi è stato possibile dare 5 stelle di voto.