x

x

Cardias incontinente

Gonfiore addominale, difficoltà a digerire, reflusso gastrico? 👉Scopri i benefici dei fermenti lattici

Gentili dottori, in attesa dell'esame istologico, oggi ho effettuato una gastroscopia con i seguenti risultati.

ESOFAGO
Normocanalizzato: peristalsi presente
Mucosa normotrofica esente da lesioni
Cardias nettamente incontinente a circa 40cm dall'ads
Linea Z irregolare in sede

STOMACO
Normoconformato, peristalsi presente
Mucosa normotrofica esente da lesioni a livello di corpo e fondo, lievemente marezzata in antro (biopsie)
In retroversione del fondo si conferma l'incontinenza cardiale
Piloro Pervio

DUODENO
Bulbo e seconda porzione duodenale normali per lume e mucosa

CONCLUSIONI
Incontinenza cardiale
Gastropatia cronica in attesa di tipizzasione istologica

Già nel mese di luglio ho effettuato una gastroscopia, a seguito di forti dolori ed hanno riscontrato, ai tempi, una gastrite petecchiale. Dacché però ho continuato ad avere disturbi (assumo da luglio 20mg di omeprazolo), il mio medico curante mi ha indicato di rifare la gastroscopia con i risultati di cui sopra.
Cosa si può evincere precisamente da questi risultati? Devo discuterne con un gastroenterologo?
Ringraziandovi per l'attenzione, cordiali saluti
[#1]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,4k 980 12
Sembrerebbe una leggera gastrite associata ad incontinenza cardiale (la "valvola" che separa lo stomaco dall'intestino).
Non ci dice se nel corso della prima endoscopia è stato rilevata la presenza di Helicobacter P.
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!

MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2]
dopo
Utente
Utente
Nel referto non vi alcuna indicazione di assenza o presenza di h.p., anche se nella gastro di luglio vi era segnalata l'assenza dello stesso.
Pertanto, salvo esame istologico, conviene lo stesso parlarne con un gastroenterologo o conviene nel caso capire da cosa possano derivare i miei disturbi? Per esempio, potrei soffrire di colon irritabile ed invece ascrivo tali disturbi con quelli dello stomaco?
Oppure la gastrite che ho può comportare fastidi importanti?
Cordiali saluti
[#3]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,4k 980 12
Gentile utente, non ci dice dove sono localizzati i dolori e le loro caratteristiche!
Le diagnosi si possono fare SOLO dopo una visita!
Le consiglio di tornare dal suo gastroenterologo che, potendola visitare, è il solo a poter dare una valutazione sensata!
[#4]
dopo
Utente
Utente
Perfetto, questo stavo chiedendo, se valesse la pena tornare dal gastroenterologo. Io già sono stato dal gastroenterologo a seguito della mia gastroscopia e mi ha semplicemente indicato di continuare la terapia di 20mg di omeprazolo al mattino e di seguire una dieta. Però, a causa dei miei disturbi il mio medico curante, a seguito della descrizione degli stessi, mi ha indicato la gastroscopia.
Pertanto, no, non ho indicato i sintomi perché non credevo che fosse il luogo adatto, ma se poi vuole avere una panoramica d'insieme ci metto poco a scriverli anche qui.
Ringraziandola, cordialmente
[#5]
dopo
Utente
Utente
In aggiunta vorrei capire una cosa: il cardias incontinente va monitorato? Va curato? Ne devo parlare col gastroenterologo? Oppure non ha grande rilevanza come patologia?
Ringraziandola nuovamente, cordiali saluti
[#6]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,4k 980 12
occorre solo fare cicli terapeutici quando si ha fastidio.
non è patologia grave.
ci si può aiutare con una corretta alimentazione!
[#7]
dopo
Utente
Utente
Gentile Dottore, oggi ho ritirato il referto per l'esame istologico/biopsia il quale testualmente indica:

Descrizione macroscopica:

Biopsia antro gastrico: tre frammenti di 0,3 cm
(AQC/pm,gdr)

Diagnosi

Gastrite cronica lieve quiescente
HP rari (Giemsa)
Snomed
M-40000 T-57000

Ciò detto, mi saprebbe indicare cosa converrebbe fare? Una visita gastroenterologica sarebbe indicata in questo caso?

Ringraziandola per l'attenzione, cordiali saluti
[#8]
Dr. Marco Bacosi Gastroenterologo 25,4k 980 12
direi di si per avere una corretta terapia!

Soffri di allergia? Partecipa al nostro sondaggio