Utente
Buongiorno,

Sono un uomo di 63 anni, soffro di:

- Cardiopatia Ischemica Cronica (PTCA+STENT nel 2010)
- Glaucoma (dagli anni '90)
- Diabete Mellito tipo II (in trattamento farmacologico da Ottobre 2015)
- Blocco Atrioventricolare II positivo per sincope e risolto con impianto di PMK bicamerale (Gennaio 2016)
- Carcinoma vescicale infiltrante trattato con cistectomia radicale con ureterocutaneostomia bilaterale (Gennaio 2016)

Il carcinoma presentava una stadiazione pT1 N0 M0, quindi non c'è stata necessità di sottopormi né a chemioterapia né a radioterapia.

Dopo l'operazione ho avuto una sorta di subocclusione con laparocele e distensione di anse intestinali, ma la cosa non è stata approfondita chirurgicamente, per cui mi era stato consigliato di indossare una panciera.

Assumo la seguente terapia:

PANTORC 40 (ore 7,00)
CONGESCOR 2,5 (ore 8-20)
ESKIM 1000 (ore 8-14-21)
ENAPREN 20 (ore 9)
DEBRIDAT 150 (ore 12-19)
METFORAL 500 (ore 14-21)
DUOPLAVIN (ore 14:30)
NORVASC 5 (ore 21)
TORVAST 40 (ore 22)

Per il follow-up ho eseguito i seguenti esami:

- Ecografia addome completo (Marzo 2016), negativa ma, citando una parte del referto: "Colecisti in sede, distesa a contenuto finemente disomogeneo per bile densa" e poi "Presenza di alcuni depositi cristallini prelitiaistici endocaliceali bilaterali. Cavità escretrici intra-renali non ectasici a dx, pelvi lievemente ectasica a sn di circa 3.0 cm"
- Colonscopia Virtuale (Aprile 2016), negativa.
- TC Total Body con e senza m.d.c. (Aprile 2016), negativa ma, citando una parte del referto: "Laparocele a sede mediana con impegno di anse intestinali".
- Check up gastroenterologico, epatico, cardiovascolare e renale (Aprile 2016), negativo.

Presento i seguenti sintomi:

- Gonfiore addominale
- Meteorismo
- Prurito addominale
- Evacuazione sporadica (piccole feci)
- Frequenti eruttazioni
- Inappetenza
- Singhiozzo persistente (che compare 2-3 giorni a settimana)
- Dolore se premo sull'addome
- Dolore e prurito alla cicatrice
- Dolore addominale se tossisco e/o starnutisco

Il mio curante è molto vago e non riesce a darmi nessuna spiegazione. Al singhiozzo attribuisce un'irritazione del nervo frenico dovuta all'intervento e i miei sintomi (tra cui anche frequenti nausee e vomito scuro) ai calcoli alla colecisti. Su quali basi mi attribuisce i calcoli alla colecisti, non avendoli?

Vi ringrazio molto per questo grandioso sito.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Ha sintomi meccanici da laparocele e molto probabilmente una qualche intolleranza alimentare (lattosio,glutine) che potrebbe giustificare gran parte dei suoi disturbi.


Cordialmente

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Buonasera, Dott. Cosentino, La ringrazio per la risposta.

Per il laparocele mi è stata consigliata una panciera. Concorda con l'indicazione terapeutica?

La bile densa nella colecisti è da attribuirsi ai disturbi che presento?

Che tipo di terapia si può applicare ad un'intolleranza al lattosio/glutine?

Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Ok per la panciera, la bile può avere influenza e per le due intolleranze deve fare il test specifico.


Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Cosentino, ancora una volta grazie per la chiarificazione.

Voglio aggiornarla sullo svolgimento degli eventi: ieri mi sono recato dal mio curante il quale, visitatandomi, ha trovato una pancia piena d'aria e una zona della parte sinistra dell'addome - non saprei come altro definirlo - "vuote".

La sua diagnosi è stata quella di SUBOCCLUSIONE INTESTINALE dovuta ad un ammasso di fecalomi.

Mi ha quindi prescritto un clistere da 2 litri con 2-3 cucchiai d'olio.

Inoltre mi ha prescritto una RX DIRETTA ADDOME.

Concorda con questa diagnosi? Non è meglio ricorrere al pronto soccorso?

Singhiozzo e inappetenza persistono.

Grazie

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Se c'è questo dubbio é necessaria la radiografia diretta dell'addome, ma può andare direttamente in Pronto soccorso.

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente
Grazie mille, Dott. Cosentino, La aggiornerò sulla situazione dopo la RX DIRETTA ADDOME.

[#7] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Cosentino, torno a scriverLe per aggiornarLa sulla situazione.

Nella giornata di ieri mi sono sottoposto a RX DIRETTA ADDOME, con il seguente esito:

Non si apprezza gas libero in peritoneo.
Presenza di qualche livello idroaereo in ipocondrio dx di tipo reattivo.
Gas e feci nello scavo pelvico.

Si consiglia previo parere clinico integrazione con esame TC.

Può spiegarmi di cosa di tratta? Cosa mi consiglia?

La ringrazio molto.

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Sono segni di sub occlusione/occlusione intestinale...e la TAC é utile...

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#9] dopo  
Utente
La ringrazio per la risposta, Dott. Cosentino.

Per quanto riguarda il singhiozzo persistente, il gastroenterologo che mi ha in cura mi ha prescritto 6 gocce di Talofen alle 12 e alle 18, più Debridat compresse.

Il mio curante non è d'accordo, crede che il Talofen possa aggravare la mia situazione di subocclusione intestinale.

Cosa mi consiglia?

Grazie

[#10]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Credo che il singhiozzo sia legato al problema addominale e non credo all'effetto dei farmaci in questo caso....

Dr Felice Cosentino, Gastroenterologia ed Endoscopia - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it