Utente
Buongiorno gentili dottori volevo sottoporvi il mio caso, è da qualche giorno che accuso gonfiore addominali e bruciore addominale qualsiasi cosa mangio con eruttazioni continue,ieri avevo anche la nausea sempre con eruttazioni che nel corso della giornata è poi scomparsa.
Ieri facevo anche parecchia aria e molto puzzolente,mi scuso per questo particolare ma è per enunciarvi la mia condizione generale.
La mattina vado al bagno regolarmente a volte mi devo anche sbrigare in quanto dopo la colazione(te fette biscottate con marmellata di prugne) ho urgenza di defecare,le feci sono normali morbide non diarrea.
Soffro di colon irritabile ed ho una gastrite lieve risultata dalla gastroscopia con biopsia effettuata ad aprile di quest'anno.
Sono anche una persona molto ansiosa e questa situazione mi crea parecchio disagio e preoccupazione.
Secondo voi questa mia situazione potrebbe essere spia di un problema grave di salute come un tumore?

[#1]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signore verosimilmente lei è affetto da una gastroenterite e questo giustifica la maggior parte dei suoi disturbi. l'infiammazione dello stomaco porta al dolore gastrico, alla eruttazione ed al gonfiore (lo stomaco scarica poco nell'intestino). l'infiammazione all'intestino spiega l'urgenza di andare di corpo dopo mangiato (esaltazione dello stimolo gastrocolico - ovvero quando si riempie lo stomaco parte uno stimolo al colon perchè si liberi delle feci). l'infiammazione determina un malassorbimento che giustifica le feci puzzolenti. Quindi se la situazione continua sarà opportuno effettuare almeno una gastroscopia. nel frattempo può prendere dei farmaci antisecretori (omeprazolo o derivati), dei procinetici (Plasil per esempio un cucchiaio da tavola prima dei pasti), e del Psyllogel Fibra bustine. se assunto con acqua: versare il contenuto di una bustina o misurino dosatore in un bicchiere da bibita (200 ml), riempire di acqua naturale non gassata, mescolare bene (per alcuni secondi) e bere immediatamente. L'eventuale aumento di consistenza del preparato (formazione del gel) è una caratteristica delle ottime qualità di Psyllogel®fibra; se necessario, regolare la consistenza del preparato aumentando ulteriormente la quantità di acqua.
-se assunto con altri alimenti (yogurt, latte, frappé, spremuta, succo di frutta, frullati, frutta omogeneizzata, semolino): è opportuno aggiungere la polvere all'alimento e mescolare bene. Successivamente bere un bicchiere d'acqua.
Normalmente si assume da 1 a 3-4 dosi (bustina o misurino dosatore) al giorno, in qualsiasi momento della giornata.
se si ha pazienza anche la situazione intestinale si normalizza. cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta, dalla sua risposta deduco che non ci sono condizioni da far pensare a qualcosa di grave (tipo tumore o cancro) giusto?
Inoltre volevo chiederle la gastroscopia l'ho fatta 4 mesi fa, secondo lei la dovrei ripetere?
Grazie ancora per la sua disponibilità.
Cordiali saluti

[#3]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signore cosa diceva la gastroscopia?
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno dottore il referto della biopsia a seguito della gastroscopia dice gastrite cronica di grado lieve.
No presenza di helicobacter pylori no ernia iatale.
Grazie per la sua disponibilità.
Cordiali saluti

[#5]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signore nella gastroscopia fatta quattro mesi fa non c'erano elementi particolari che aiutino a comprendere la situazione attuale. io le consiglierei di iniziare la terapia dopo aver consultato il suo medico e quindi valutare se i disturbi si mantengono o spariscono nel tempo massimo di 10-15 giorni. se ciò non accade ovviamente sarà il caso di ripetere la gastroscopia. cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#6] dopo  
Utente
Buongiorno dottore,i miei disturbi vanno e vengono nel senso che alcuni giorni sto bene ed altri li avverto per fare un esempio ieri sono stato bene tutto il giorno fino a che nel pomeriggio dopo aver mangiato 2 caramelle balsamiche mi è preso un leggero bruciore di stomaco e gonfiore addominale con un po' di flatulenza.
In questo periodo sono anche molto ansioso e teso.
Grazie per la sua disponibilità.
Cordiali saluti

[#7]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signore le caramelle balsamiche sicuramente danno un sollievo alla respirazione ma in genere danno fastidio allo stomaco. quindi eviti di prenderle in questo periodo. se poi è molto ansioso tende a deglutire spesso e questo da una parte consuma la saliva (che è un fattore di protezione dell'esofago e dello stomaco e quindi facilità un riacutizzarsi del mal di stomaco) e poi ingerisce più aria e quindi si gonfia lo stomaco , che facilità le eruttazioni e le flatulenze. quindi se crede cominci la terapia e poi vediamo. cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia

[#8] dopo  
Utente
Grazie ancora dottore,la terapia la inizio sicuramente da domani..
In ultimo vorrei chiederle questa mia condizione potrebbe far sospettare patologie gravi come tumore o cancro?
Grazie infinite per la sua disponibilità.
Cordiali saluti

[#9]  
Dr. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signore alla luce di quanto mi dice sarei portato ad escludere un ipotesi cancro , ma la consiglio di ridurre drasticamente il suo peso perchè molti disturbi sono sostenuti dal sovrappeso e molti altri , tipo la sindrome metabolica ovvero fegato grasso, ipertensione arteriosa, arteriosclerosi , vasculopatie e diabete dipendono dal peso eccessivo. Lei e' troppo giovane per non cercare di rimediare a questa situazione. cari saluti
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Professore Ordinario di Chirurgia Generale Università di Modena e Reggio Emilia