Utente
Buongiorno,
sono una ragazza di 18 anni ed è da diversi mesi che accuso problemi allo stomaco.
È iniziato tutto ad inizio agosto, quando sono stata male, avevo bruciore di stomaco e dolore molto intenso, arrivati improvvisamente. Ho consultato il medico di base che mi ha detto che probabilmente la causa era un colpo di freddo che ha compromesso la digestione o un virus, ho avuto difficoltà a mangiare per due settimane, perdendo 3 chili. Mi ha fatto fare anche un esame delle feci, risultato negativo.
Dopo un paio di settimane il problema sembrava essersi risolto, tanto che ho ripreso anche un paio di chili.
Ad ottobre il problema si è ripresentato in modo più lieve, ma più duraturo.
Dopo ogni pasto sentivo una sensazione di bruciore (più a livello della gola che dello stomaco stesso) e questo mi ha provocato una sorta di "paura" del cibo: ho perso in poco tempo 5 chili, arrivando a pesarne 45, cosa che mi ha provocato diversi problemi tra cui l'assenza del ciclo mestruale e una forte debolezza.
A dicembre ho fatto gli esami del sangue, ma tutti i valori sono risultati perfettamente nella norma.
Dopo un periodo di tregua questo bruciore a livello della gola dopo i pasti è tornato nuovamente, associato a dolore allo stomaco dopo i pasti più abbondanti.
Ho rifatto l'esame delle feci per l'Helycobacter, ma è risultato negativo.
Il mio medico sostiene che la causa possa essere lo stress (sono effettivamente un po' stressata), però è una situazione davvero molto fastidiosa e che mi causa problemi e non so proprio come risolverla e mi risulta difficile pensare che nasca da un fattore stressante perché tutto è iniziato in piena estate dopo una settimana di vacanza, quando ero perfettamente rilassata.
Inoltre mi è venuto il timore che la causa possa essere un tumore allo stomaco, ha senso crederlo?
cosa mi consiglia di fare per risolvere questo problema?
Grazie infinite

[#1]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
cara ragazza, i sintomi farebbero pensare ad un reflusso gastroesofageo più che ad un tumore.
di terapie per star meglio ce ne sono tante, ne riparli col suo medico di base.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la veloce risposta!
Nel frattempo ho sentito il medico di base che mi ha consigliato di fare una gastroscopia, ma purtroppo i tempi di attesa per l'esame sono lunghi (si può arrivare fino a tre mesi).
Sono una persona un po' ansiosa e per questo ho paura di un tumore, spero di sopportare bene l'attesa della gastroscopia.

[#3] dopo  
Utente
Scrivo nuovamente sotto questo consulto per aggiornarla sulla mia situazione, in modo anche da non dover riscrivere un consulto praticamente identico al precedente.
Ho prenotato la gastroscopia per il 27 di aprile.
Nel frattempo ho consultato di nuovo il medico di base, che mi ha consigliato di prendere all'occorrenza Lucen, prima da 10mg, per poi passare a 20mg. Mi sembra che con questo farmaco i bruciori migliorino, però da un paio di settimane ho un nuovo problema: la nausea, che quindi si è aggiunta ai bruciori e alla digestione lenta.
Sono molto agitata, ho paura di avere qualcosa di grave, vorrei fare la gastroscopia il prima possibile, ma non so come fare.
È sensata tutta questa mia ansia? Cosa posso fare?
Grazie, scusi per il disturbo ma è un periodo assolutamente molto difficile.

[#4]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
buongiorno, i suoi disturbi non fanno pensare a cose serie, probabilmente anche l'ansia non l aiuta.
aspettiamo la gastro e poi ci riaggiorniamo.
stia più serena che non è niente di importante.
saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica

[#5] dopo  
Utente
Buonasera dottore, per un caso che definirei fortunatissimo ieri sono stata contattata dall'ospedale, perché c'era disponibilità per una gastroscopia questa mattina dato che diversi posti si erano liberati.
Ho ovviamente accettato di farla oggi, quindi tutta la preoccupazione per l'attesa è stata inutile.
Le riporto quanto scritto sull'esito, così può aiutarmi a capire se è tutto normale:

Nulla in esofago.
Giunzioni squamo-colonnare lievemente sfrangiata come da reflusso ed esofago-gastrica localizzate a circa 38 cm dalle arcate dentarie.
Cardias continente.
Pilastri diaframmatici localizzati a circa 39cm.
Stomaco contenente scarsa quantità di liquido limpido, con mucosa indenne da lesioni.
Piloro pervio, simmetrico.
Nulla da segnalare a carico della mucosa duodenale, esplorata fino alla porzione discendente.
Si effettuano prelievi biotipici in antro, angulus e corpo per valutazione istologica e ricerca Helicobacter Pylori.

Il medico che me l'ha fatta mi ha detto che le biopsie , di cui avrò gli esiti tra una ventina di giorni, le ha effettuate più che altro per scrupolo.
Vorrei però capire un po' di più di quello che è scritto nell'esito e se è stata rilevata una possibile causa dei miei disturbi.
Grazie mille !

[#6]  
Dr. Mauro Di Camillo

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
buonasera, come avevamo già intuito il suo stomaco non ha praticamente nulla di importante.
quindi i suoi sintomi possono essere dipesi da un reflusso gastroesofageo.

cari saluti
Dott M. Di Camillo
Specialista in Gastroenterologia ed endoscopia digestiva
dottorato di ricerca in fisiopatologia chirurgica e gastroenterologica