Utente
Buongiorno,sono sconvolta e non riesco a rassegnarmi al fatto che non riesce nessun dottore risolvere il fatto che periodicamente,adesso sempre piu' spesso ho forti ed insopportabili dolori atroci allo stomaco ,iniziano con spasmi e contrazioni distanziate nel tempo per poi farsi sempre piu' importanti fino a ravvicinarsi senza darmi tregua e facendomi correre al pronto soccorso.Non riescono a trovare la causa ,soffro di ernia iatale ed esofagite con gastropatia polidistrettuale tipo los angeles,a volte sono risultate anche delle erosioni non sono positiva all hp,nel 2006 ho subito la resezione del colon e del sigma per dolicocolon,dolicosigma,e perchè soffrivo di dolori continui all'intestino ,cosi' dopo un clisma opaco hanno deciso di fare questo intervento.Ma non si sono risolti i problemi allo stomaco che diventa una pietra e non mi fa mettere dritta per tutto il periodo di questa situazione che dura parecchi giorni ,per quanto invece riguarda l'intestino ho lo stesso problemi seri perchè periodicamente ,mi viene un dolore al fianco sinistro comincia con un gonfiore sotto le costole e man mano che passano le ore aumenta il dolore al fianco fino a bloccare ogni movimento non posso piu' muovermi , posso solo respirare piano piano fino ache dopo una mezz'ora sento come uno scorrere di aria o di bolle d'aria penso sia ad una budella e cosi' dopo questo fenomeno passa e comincio a ringraziare Dio che è passato perchè sono dolori forti,avant' ieri sono tornata al pronto soccorso per lo stomaco dopo aver escluso infezioni in atto visita chirurgica visita gastroenterologa raggi diretti allo stomaco ,hanno emesso la diagnosi di sospetta sindrome aderenziale ,mi hanno fatto l'antra due buscopan e il toradol in un unica flebo ma i dolori non sono scomparsi solo apparentemente sopiti mi hanno dimessa con il consiglio di fare un ulteriore clisma opaco e con la riserva che se i dolori si riacutizzavano di tornare al pronto soccorso,i dolori sono a tutt'oggi presenti meno forti ma a tratti con contrazione prolungata ma sopportabile ed a questo punto mi chiedo dopo aver avuto questi dolori cosi' atroci senza che si trova soluzione,ogni volta dico che preferirei morire che non passare piu' questi momenti ma potrei sapere se si puo' eliminare lo stomaco è un organo cosi' importante?' io preferisco morire piuttosto che passare di nuovo questi momenti,l'ecograia del fegato è cosi,al vii segmento formazione solida di mm12 di verosimile significato di angiomatos(si consiglia monitoraggio clinico strumentale)ai s ii e iv due formazioi liquide di 8 e di 10mm il resto normale e milza accessoria di mm16 viringrazio e la mia sensazione da ignorante in materia e che dallo stomaco all'intestino ci saraà un qualcosa che impedisce il flusso normale ,qualche impedimento ed a volte si ottura come a portare ad un occlusione che dopo svariate ore e dopo parecchie situazioni di vomito si libera altri interventi subiti appenticectomia ,parto cesareo e resezione colonsigma

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si renderà conto da sola che è un caso troppo complesso per essere anche solamente discusso via web.
Non abbiamo elementi su cui basarci (primo tra tutti una visita), non abbiamo immagini, non abbiamo referti bioptici.
Le consiglio di affidarsi ad un centro ospedaliero/universitario di gastroenterologia.
Resto a sua disposizione!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia