Utente
Buonasera, intanto spero di aver scelto la giusta categoria, detto questo sono un ragazzo di 24 anni, da tutta la vita non tocco alcol a parte lo spumante di capodanno, non fumo. Sono però leggermente in sovrappeso, conduco una vita abbastanza sedentaria ed un'alimentazione non perfetta, ma nemmeno estremamente pessima. Premetto che sono una persona abbastanza ipocondriaca, e dopo tanti altri consulti qui per altre categorie mi ritrovo a fare una domanda anche qui su una nuova preoccupazione. Dunque, un mese e mezzo fa ho fatto molte analisi del sangue, e sono risultati alterati alcuni valori, tra cui gpt/alt a 76 su 50, l'altra transaminasi a 50.20 su 50, omocisteina a 18, ft3 4.33, muco urine 7 su 5, e sideremia mi sembra 186, comunque aumentata di molto poco rispetto al normale e potassio 3
44 su 3.50. Colesterolo normale, trigliceridi normali, glicemia normale, emocromo completo normale, ves normale, esame urine tra cui bilirubina normale, elettroforesi proteica normale. Dunque, io sono una persona che ha paura dei tumori e tante altre cose, ma questi soprattutto ed ho letto in giro che la transaminasi aumentata può essere un sintomo, ed ora a 1 mese e mezzo dalle analisi comincio ad avere uno strano dolore al fianco molto a destra, tra le ultime tre costole che sento soprattutto se riempio l'aria di polmoni, mentre cammino o assumo posizioni che comprimono la parte. Il mio medico dice che è causa della mia alimentazione scorretta l'aumento di valori, che non ho l'età per un tumore e tutto il resto di ciò che viene detto a chi è giovane, comunque per farmi stare tranquillo mi ha segnato ecografia addome superiore. Oltre a questo ho spesso mal di testa e dolori/formicolii al braccio sinistro soprattutto. Ho anche meno appetito del solito da qualche giorno, stomaco con sensazione di pienezza (in questi giorni ho mangiato tanto e male soprattutto una sera ad una festa), feci di colore chiaro da un po' (più spesso che scure), ma urine normali, ed in tutto questo tempo non ho perso peso, rimango stabile tra 75/76. Quante possibilità ci sono che si tratti di un tumore? Non ho ancora avuto il coraggio di fare l'ecografia perché io sono convinto di averlo un tumore da qualche parte, ed è una sensazione veramente orribile. Tutti mi dicono che non ho niente ma io sento che nel mio corpo qualcosa non va, ed ora ho tutti i sintomi analisi del sangue comprese che fanno pensare ad un tumore al fegato. Questo tipo di dolore quando sono a riposo lo sento ogni tanto come fosse una colica (somiglia molto al tipico dolore di quando si ha mal di pancia), e nei giorni precedenti ne avvertivo uno identico (tutt'ora anche se meno) alla parte sinistra, più o meno la stessa altezza. Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) il fegato è l'unico organo che non duole.
2) un tumore su un fegato non affetto da cirrosi è rarissimo.
3) corregga l'alimentazione, cali qualche kg e le transaminasi torneranno nella norma.
Cordiali saluti.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie, la sua risposta mi rassicura abbastanza. Però posso chiederle una cosa? Lei dice "non affetto da cirrosi" dando per scontato che io non l'abbia, da cosa l'ha dedotto? Io non lo so e non so cosa sia. Grazie

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Dai valori delle analisi e dall'età.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Grazie ancora una volta per la risposta. Senta, un'ultima domanda mi scusi, il fatto che io abbia la sideremia a 186 su 150, a cosa è collegato? Cosa comporta? La ringrazio ancora

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Nulla.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia