Utente
buongiorno Dottori, premettendo che sono in un periodo di notevole ansia che probabilmente mi porta ad amplificare le situazioni, vi chiedo gentilmente un parere.
come già scritto nel precedente post e che qui riassumo brevemente, tutto inizia a fine giugno con l'assunzione di fans senza gastroprotezione che mi porta al mal di stomaco, mal di gola, un po' di raucedine, il dover sempre schiarire la gola e qualche colpo di tosse secca. faccio l'ecografia all'addome (negativo) la gastroscopia negativa (mi asportano un polipo che dall'esame istologico risulterà fundico e con lieve gastrite cronica) e colonscopia anche lei negativa (perchè nel frattempo mi viene male all'intestino con borbottii e corda colica quindi il mio gastroenterologo mi fa fare la colonscopia). Il mal di stomaco e il mal di gola per una decina di giorni mi pare migliori o forse non ci pensavo..
ora è da una settimana che mi sono tornati; ho fatto la visita da un otorino il quale ha trovato faringe a posto, laringe con "modica iperemia sulle aritenoidi senza edema" e segni di rinite (sono un soggetto allergico); il mio gastroenterologo a seguito di ciò mi ha prescritto una cura di 10 settimane con Nexium e poi vediamo mi dice..sono 2gg che lo sto prendendo ed effettivamente mi pare che il mal di stomaco si sia notevolmente attenuato, mentre il mal di gola e il resto permane. da dire che: la notte sin dall'inizio, non ho mai avuto alcuna sintomatologia (no mal di stomaco, no tosse, no male all'intestino), ma mi sveglio la mattina col mal di gola. la tossetta secca non è frequente, qualche colpo ogni tanto, più che altro sento di dover schiarire sempre la gola, sento come un pò di muco che mi da fastidio e che non espello mai e un pò di voce roca che devo appunto schiarire.
alcune domande:
1. è possibile che questa sintomatologia alla gola sia portato da un reflusso che non si è trovato?
2. può essere questa "modica iperemia sulle aritenoidi" a portarmi dolore, raschiore, ecc?
3. devo approfondire in qualche altro senso? nel precedente post, in un momento di forte ansia, ho espresso i miei timori di eventuali malattie gravi ai polmoni...vorrei solo sapere a cosa la mia sintomatologia è più vicina: reflusso? infiammazione di gola? oppure da malattie polmonari... vorrei fare una rx toracica ma non vorrei essere esageratamente ipocondriaca (non fumo).
I vari Dottori mi dicono che sono troppo ansiosa e che devo stare tranquilla che non ho nulla di grave, ma l'ansia mi viene soprattutto perché non ho una diagnosi dopo i vari esami fatti e sto facendo una cura senza una diagnosi...permettetemi il gioco di parole...
in attesa ringrazio.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) si
2) si
3) deve avere pazienza ed aspettare il termine terapia.
in 2 giorni cosa si sarebbe potuto ottenere?
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
grazie Dottore approfitto ancora della sua pazienza..
ho anche la lingua che mi fa male, direi infiammata come quando mangi schifezze o prendi troppi farmaci (abbia pazienza per gli esempi da inesperta in materia), con patina bianca e qualche tipo taglio sulla superfice; sempre legato al reflusso o forse qualche batterio?

[#3] dopo  
Utente
buongiorno, sono ad aggiornare la situazione.
il mal di stomaco è sostanzialmente passato, a parte a volte se premo alla bocca dello stomaco mi fa male e mi si irradia su per l'esofago e trachea un fastidio. ho parecchi borbottii e pancia gonfia ma senza dolore; quello che rimane è sempre questa infiammazione/male alla gola e questa tossetta fastidiosa con relativo abbassamento di voce e un po' di muco in gola che non espello mai. la notte continuo a non avere problemi.
ormai sono 10giorni ...è vero che sono 5gg che mi curo col Nexium ma mi chiedo possono davvero questo mal di gola e questa tosse da 10gg (quindi sarebbe la "modica iperemia sulle aritenoidi" che mi ha trovato l'otorino) essere causati dal reflusso? non faccio altra cura? mi potete x favore spiegare come riconosco la tosse e il mal di gola da reflusso da altre eventuali patologie? quanto tempo ci vuole in media prima che passi? grazie per la risposta

[#4]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lo riconosce dal fatto che migliora la terapia.
Ci possono volere anche 4 - 6 settimane.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#5] dopo  
Utente
ma può Dottor Bacosi essere miogliorato il mal di stomaco ma non la tosse e la gola?

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certo
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente
grazie Dottore per le celeri risposte, attendo fiduciosa. buona giornata

[#8] dopo  
Utente
Buongiorno Dottore vorrei un suo parere su un nuovo sintomo..premetto ho sempre sofferto di cervicale ma è da qualche giorno che mi e venuto un male alla collo nel senso che ruotandolo non molto ma se lo piego sento il dolore che mi si irradia al centro schiena. Anche se faccio respiro profondo sento fastidio alla schiena. Da ferma non molto e alla notte no, dormo. Sento come un peso spalle collo schiena e petto. Ho anche momenti di ansia e agitazione. Sto prendendo nexium come ho già scritto da 1 settimana e sembra che la tosse e il mal di gola si siano attenuati, il mal di stomaco abbastanza. Volevo sapere
1. Questo indolenzimento collo/schiena è legato al reflusso? Io però non lo avevo..leggi delle cose brutte su internet legate al mal di schiena e rosse secca...
2. POssona essere effetti collaterali del nexium? Compreso l'ansia e l'agitazione?
Grazie per la risposta

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) no
2) no
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Grazie Dottore e quindi secondo lei cosa può essere?

[#11] dopo  
Utente
buonasera Dottore, Le chiedo gentilmente un consulto; il mio gastroenterologo a seguito di gastroscopia fatta ad inizio agosto dove sono stati trovati alcuni polipi (uno asportato) di natura fundica, mi ha prescritto di fare con comodo un esame di cromogranina che ho letto essere un marcatore tumorale.. So che i polipi fundici sono comuni in coloro che prendono i gastroprotettori ma io all'epoca della gastroscopia non ne prendevo e il mio gastroenterologo mi disse che sono benigni e innocui..allora mi chiedo come mai questo esame? grazie

[#12]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Lo deve chiedere a lui.
Probabilmente pensa ad un gastrinoma (perché non lo so).
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#13] dopo  
Utente
grazie Dottore, può essere legato al ritrovamento di questi polipi fundici?
ho provato a chiedere ma mi ha risposto che il Dottore è lui e sa quello che fa...
la ringrazierei se potesse spiegarmi meglio almeno Lei...

[#14]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il gastrinoma è un tumore che produce gastrina che, a sua volta, stimola la secrezione acida.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#15] dopo  
Utente
non mi ha parlato di alcun tumore gastrinoma..è quindi per il fatto che ha trovato dei polipi fundici senza aver preso gastroprotettore? mi devo preoccupare secondo lei?
grazie....

[#16]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Purtroppo non posso aiutarla perché non sono nella testa di chi la cura.
Insista: il medico ha l'obbligo etico di spiegare al paziente!!!!!!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#17] dopo  
Utente
Grazie Dottore lo farò

[#18]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mi aggiorni se le fa piacere!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#19] dopo  
Utente
buongiorno Dottore, ho chiamato il mio gastroenterologo il quale mi ha spiegato che è prassi nei casi di polipi fundici senza assunzione di gastroprotettori; lei cosa ne pensa?

[#20] dopo  
Utente
mi scusi Dottore ma sono un po' confusa..il mio gastroenterologo mi dice che neanche si ricordava di avermelo prescritto e che non pensa assolutamente ad una neoplasia, ma visto che l'ho prenotato l'esame di farlo a questo punto..anche per la questione economica, visto che ha un costo medio, se i polipi fundici sono innocui perché devo fare un esame del genere? vorrei davvero un suo parere sulla questione, se lei fosse il mio curante, se alla gastroscopia risultasse: presenza di alcuni polipi fundici ed una gastrite cronica lieve (score 1), mi farebbe approfondire con cromogranina?
peraltro sto facendo cura con gastroprotettore e ho letto che questo potrebbe alterare il risultato, ma questo il mio curante non me lo ha detto...forse devo cambiare curante?
le sarei molto grata se mi desse una risposta Dottor Bacosi.
grazie!

[#21]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non lo avrei chiesto.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#22] dopo  
Utente
grazie Dottore, un'ultima precisazione e poi prometto che non la stresso più sull'argomento...
non lo avrebbe chiesto anche se al momento della gastroscopia io non assumevo gastroprottettori?

[#23] dopo  
Utente
Buongiorno Dott. Bacosi, sarei lieta di avere un suo consiglio sempre prezioso visto che non riesco a venire fuori da questo circolo vizioso di sintomi, visite specialistiche dove ogni specialista me ne dice una nuova o diversa dalla precedente..
come da miei precedenti post che le ho sottoposto, soffro di vari sintomi e ormai da un mese e mezzo mi tormenta un fastidio/dolore collo schiena alta parte dx e braccio dx; per questo sto approfondendo a livello del rachide cervicale.
io però ho sempre la pancia gonfia, con problemi di eruttazioni, borbottii e spesso nella parte a dx, sotto l'ultima costola sento un salsicciotto duro; se ci metto la mano sopra e respiro profondamente lui si sposta; ne ho anche uno spesso sempre lato destro ma verticale (il GE lo aveva chiamato corda colica).
dalla colonscopia il GE ha detto che ha fatto molta fatica (infatti anche se sedata ho sentito male) poiché ho il colon molto contorto e il mio curante mi dice che i miei problemi (gonfiore, coliche, aria, eruttazioni, borbotti, ecc.)potrebbero nascere da questo fattore.
2 mesi fa ho fatto un'ecografia addome superiore e non è stato evidenziato nulla se non colecisti distesa con manifestazioni di colecistosi che la dott.ssa mi ha riferito non essere niente di grave (vero?).
a seguito di quanto sopra Dottore, siccome questo fastidio alla schiena dx mi sembra più riflesso e a volte si accompagna ad uno stesso fastidio nella parte toracica sempre a dx, potrebbe effettivamente essere legato a questo "salsicciotto" sotto la costola? o a questo colon contorto?
anche perché quando sono seduta lo percepisco maggiormente, da sdraiata zero e da in piedi molto meno.
scusi per la lunghezza..
spero in un suo parere

[#24]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se ha un colon lungo e contorto (dolicocolon) i sintomi sono giustificati.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#25] dopo  
Utente
grazie Dottore...cosa posso fare per alleviarli?

[#26]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Deve fare una visita io non posso farla da Roma.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#27] dopo  
Utente
in effetti è un peccato essere lontani Dottore!!
La ringrazio come sempre per l'aiuto e Le auguro una buona giornata

[#28] dopo  
Utente
mi scusi Dottore, la colonscopia recita testualmente: "esplorazione fino al'ileo terminale di una certa difficoltà per atteggiamento pseudovolvolo delle flessure".
è quello che intende Lei con dolicololon?

[#29]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si ma deve essere anche più lungo per essere dolicocolon.
Altrimenti è solo un colon convoluto.
Ai fini dei sintomi è la stessa cosa.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#30] dopo  
Utente
grazie!
rinnovo i saluti

[#31] dopo  
Utente
buongiorno Dottor Bacosi, dopo quasi 2 mesi di Nexium 40 il mal di stomaco è passato ma mi rimane il mal di gola quando mi sveglio al mattino, la tossetta, il muco in gola e il dover schiarire spesso. Non tutti i giorni, va e viene.
Ho fatto rx toracica ed è negativa.
il GE mi dice di continuare con Nexium.
l'otorino che mi visitò 2 volte mi trovò "iperemia della mucosa interaritenoidea compatibile con reflusso faringo-laringeo".
1. secondo lei c'è altro che posso prendere x alleviare/risolvere?
2. come faccio a sapere se è davvero reflusso faringo-laringeo?
grazie

[#32]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Può associare all'inibitore di pompa protonica uno sciroppo da prendere la sera prima di coricarsi.
Il reflusso si può controllare con una gastroscopia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#33] dopo  
Utente
Grazie Dottore, la gastroscopia l'ho fatta ad agosto e non era uscito nulla; mi hanno detto che non significa niente e che potrei avere il reflusso anche con esame negativo...
mi è stato diagnosticato reflusso faringo-laringeo dall'otorino, ma dopo 2 mesi, seppur in miglioramento, i sintomi, peraltro solo diurni, permangono.
appunto poi, il fatto che di notte non ho tosse o altro, lascia perplesso il GE, poiché mi dice che il reflusso ha espressione notturna.
io mi sveglio tutte le mattine con il mal di gola, ma la notte dormo regolarmente senza un colpo di tosse.
per questo le chiedo, visto il quadro dei sintomi e gli esami fatti (gastroscopia negativa, fibrolaringoscopia con iperemia mucosa interaritenoidea, rx torace negativa):
1. anche lei pensa sia reflusso faringo-laringeo o devo fare approfondimenti in altri ambiti?
2. se pensa sia reflusso, continuo col nexium 40 o c'è altra terapia da affiancare/sostituire?
attendo suoi sempre utili suggerimenti.
Stefania

[#34]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) può essere.

2) come le ho detto associ uno sciroppo prima di coricarsi.
A volte può essere utile assumere l'inibitore in due momenti: 20 mg prima di colazione e 20 mg prima di cena (30 minuti prima del pasto) per tempi lunghi, intorno ai 6 mesi.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#35] dopo  
Utente
Grazie Dottor Bacosi, proverò quanto mi ha suggerito.
buona giornata.