Utente
Buongiorno,
cercherò di descrivere in breve i miei disturbi .
Nei primi giorni di Ottobre, ho inziato ad accusare dei dolori di stomaco (mal di pancia) non forti, cattiva digestione, nausea e qualche problema saltuario intestinale di diarrea.
Curando ormai da anni il mio reflusso (ho anche un ernia iatale) ho ricominciato a prendere al mattino 20mg di pantoprazolo.Preciso che Nell’ultimo anno, mi bastava prendere ogni ¾ gg una pasticca al mattino di Pantoprazolo da 20 per tenerlo a bada. Verso fine ottobre ho iniziato ad accusare bruciori alla vescica, urine leggermente torbide e bisogno di urinare piu frequentemente.
Dato che i sintomi non passavano, mi sono recato i primi di Novembre dalla mia gastroenterologa, che mi ha fatto una ecografia completa che non ha denotato nulla di rilevante e nessuna lesione e quindi prescritto esami sangue, feci e urine.
Questi ultimi hanno rilevato solo un leggero squilibrio nei valori legati all’emoglobina nelle urine (25,0 il resto ok) e Amilasi (132) Isoenzimi dell’amilasi, 74 Frazione pancreatica e 60 Salivare.
La dottoressa mi ha quindi prescritto una Citologia urinaria, Nel frattempo mi ha prescritto alcuni integratori : DIGERFAST,KISTINOX ACT,XFLOR fermenti,CREON 10000 ed Hepilor.
Dopo una 10na di giorni l’esito della citologia rileva cellule prive di atipie citonucleari presenti cristalli ,batteri e granulociti neutrofili.A questo punto la gastroenterologa mi diagnostica una infezione batterica all'intestino che si è propagata alle vie urinarie. Ma non mi spiega altro, ne il come ne il perche. Mi dice di rivolgermi al mio medico curante per gli antibiotici.Quest’ultimo mi prescrive un antibiotico di cui pero non ricordo il nome per 5 gg. Terminati lascio passare qualche giorno poi lo ricontatto perché mi sentivo ancora qualche piccolo sintomo nelle vie urinarie.Mi prescrive un’altra scatola da 5 di antibiotico e dopo 10 gg Colon life, perché nel frattempo da quasi un mese ho feci molli e qualche episodio di diarrea.Dopo l’ultima scatola di antibiotico pero avverto numerosi fastidi all'intestino e al colon con qualche fitta in basso a dx e sx. Penso che gli antibiotici mi hanno creato danni e fatto venire colite. Potrebbe essere corretta questa analisi?
Sintomi che sembrano attenuarsi dopo qualche giorno di cura con Colonlife (sono ancora nei primi gg di assunzione acido butirrico), ma poi ho ancora mal di pancia, diarrea ogni tanto e ancora urine torbide e qualche bruciore quando faccio pipi.
Dopo due mesi sono abbastanza demoralizzato. Innanzitutto cos'ho ? Una infezione che dall'intestino mi ha coinvolto le vie urinarie ma da cosa è dipesa ? Inoltre, può influenzare la corretta funzionalità dello stomaco ? Per ripristinare l’intestino Colonlife è la cura giusta ? Ma soprattutto, dopo due scatole di antibiotici ,ho ancora sintomi tipo cistite, come mi comporto ? Il medico curante minimizza, io non so più cosa fare. Tutto questo mi ha snervato e mi limita nelle quotidiane attività lavorative.GRAZIE

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Farei urinocoltura con antibiogramma.
Associerei coprocoltura con antibiogramma.
Fare trattamenti antibiotici a alla cieca non ha senso.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Intanto grazie per la risposta chiara e tempestiva.
Qual'è la differenza tra la citologia urinaria che ho fatto in tre gg e l'urinocoltura con antibiogramma ? Come si fa ? Inoltre, l'esame delle feci l'ho fatto...per capire, i disturbi allo stomaco e all'intestino che sto avendo, sono dati dagli antibiotici ? Per ripristinare il corretto funzionamento di tutti e due, secondo Lei è la cura corretta quella che sto facendo?
Grazie

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
L'urinocoltura serve a vedere quali batteri ci sono nelle urine e l'antibiotico più adatto ad eliminarli.
La citologia serve a tutt'altra cosa.
Che esame delle feci ha fatto?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Dunque ho ripreso le analisi effettuate:
L'esame completo delle urine era tutto ok tranne l'emoglobina 25.0, qualche emazia vari leucociti.Noto che l'esame delle urine con antibiogramma l'ho effettuato, l'esito è : negativo. Poi esame colturale per ricerca candida negativo e sangue occulto 1 ng/ml con max fino a 50.
Poi successivamente la citologia urinaria rileva cellule prive di atipie citonucleari presenti cristalli ,batteri e granulociti neutrofili.
Le ripeto quello che ho chiesto prima, i disturbi allo stomaco e all'intestino che sto avendo, sono dati dagli antibiotici ? Per ripristinare il corretto funzionamento di tutti e due, secondo Lei è la cura corretta quella che sto facendo?
Grazie mille per la pazienza.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Certo che trovare batteri nelle urine e dare una coltura negativa è assai strano.
La terapia che sta facendo può andar bene ma la prosegua per 3-4 settimane.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Dottore, lei ha avvalorato delle ipotesi che mi ero fatto da solo, senza l'aiuto dei miei dottori che non mi per nulla chiarito. Anche a me era sembrato strano avere un esame colturale negativo e trovare poi batteri nella citologia !!
Quindi cosa dovrei fare ora, a distanza di un mese e mezzo ? I sintomi sono blandi, ma ci sono, Come mi comporto ? Non faccio nulla, cerco di ripristinare stomaco e intestino e attendo sviluppi ?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Direi che può proseguire con l'attuale terapia, se al termine ha ancora disturbi rpeta la urinocoltura.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Dottore, la disturbo per l'ultima volta poi la lascio.
In questo momento per i problemi alle vie urinarie non faccio nessuna terapia, per quelle gastro-intestinali prendo solo colon life, 10gg acido buturrico poi 10 gg probiotici. Mi consiglia di fare qualcos'altro o magari integrare? Grazie ancora.

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Va bene così.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Buongiorno,
il mio dottore mi ha prescritto ulteriori analisi,sono arrivate le risposte, solo che oggi fino a mercoledì dopo natale non so come raggiungerlo :
quelle delle urine sono tutte nella norma, l'esame colturale è negativo, i valori di emocromo, prostata etc, tutti nella norma.
I valori fuori norma sono:
V.E.S. 22 (max 15)
Calprotectina fecale 103 (positivo sopra 60)
Alfa1 e alfa 2 Globulina 5,9 e 12,30

Vorrei segnalarle che nel frattempo in questi ultimi giorni non ho quasi più sintomi di colite o colon irritabile e la situazione sta nettamente migliorando. Sono a metà cura con Colonlife, ho già assunto le 10 capsule di acido butirrico ora sto prendendo solo i probiotici.
Come mi dovrei comportare ? Il valore della calprotectina è preoccupante ?C'è ancora una infiammazione nell'intestino.
Ringrazio anticipatamente.