Utente
Gentili dottori,sono una ragazza di 25anni. Ci scrivo per poter chiarire alcuni dubbi.
Ho effettuato una gastroscopia lo scorso dicembre e dall'esame é emersa positività all'helicobacter pylori e una bulbite duodenale di natura iperplastica,con "noduli" di 3-4 mm da definire istologicamente.
Ora ,mi hanno detto che tali noduli saranno sicuramente l'effetto dell'infiammazione causata dal batterio e mi hanno prescritto una terapia eradicante composta da amoxicillina per 5gg seguita da claritromicina e flagyl per 7 gg ,sempre accompagnati da pantoprazolo 40mg per 21gg. Al secondo giorno di terapia con klacid e flagyl mi sono apparsi una serie di fastidi addominali che mal sopportavo e che hanno portato il medico di base a sospendere il flagyl e farmi continuare la.terapia con klacid. Al termine dei 7giorni ho notato una accentuata stitichezza accompagnata da muco bianco denso nello feci per lo più caprine. Premetto che durante il corso della terapia ho sempre utilizzato dei fermenti lattici. Il medico ha attribuito questo muco ad una colite post terapia antibiotica ma sono ormai 15giorni e la cosa non va via...é da attribuire davvero ai farmaci?o dovrei fare altri accertamenti?vorrei chiedere un consiglio ,aiuto a voi se possibile. Vi ringrazio per l'attenzione.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
"é emersa positività all'helicobacter pylori e una bulbite duodenale di natura iperplastica,con "noduli" di 3-4 mm da definire istologicamente.
Ora ,mi hanno detto che tali noduli saranno sicuramente l'effetto dell'infiammazione causata dal batterio"

... mi sembra una ricostruzione fantasiosa!
Potrebbe trascrivere il referto oltre che l'esame istologico?


"sospendere il flagyl e farmi continuare la.terapia con klacid"
... mi sfugge senso ed utilità anche di questa terapia eradicante così mutata.

La segue un gastroenterologo?

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la celere risposta.
Il referto della gastroscopia dice: "esofago normale, cardias in sede e continente,lo stomaco presenta pareti normodistensibili e contiene nel fondo lago mucoso di aspetto e quantità normali;la mucosa é normale nell'antro. Piloro pervio e simmetrico. Il bulbo duodenale é normoconformato e rivestito da mucosa con alcuni noduli della grandezza di 3-4 mm di caratattere i per pastico.biopsie.
Secondo duodeno nella.norma.
Conclusioni: bulbite iperplastica da definire istologicamente ,test rapido all'ureasi per la.ricerca dell'hp positivo.
Purtroppo quella é stata la spiegazione che mi é stata fornita.
La terapia eradicante alla fine é stata amoxicillina e claritromicina +pantoprazolo,escluso flagyl.
Si mi segue un gastroenterologo ma alla mia domanda sul perché del muco e stipsi mi ha detto di continuare con i fermenti lattici senza darmi altre indicazioni e spiegazioni. L'esito dell'esame istologico non l'ho ancora ricevuto.( devo correggermi,la gastroscopia l'ho fatta a inizio febbraio). Devo allarmarmi?

[#3]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
"... alla mia domanda sul perché del muco e stipsi mi ha detto di continuare con i fermenti lattici senza darmi altre indicazioni e spiegazioni. L'esito dell'esame istologico non l'ho ancora ricevuto..."

- l'antibiotico non c'entra con la stipsi,

- l'HP non c'entra con una probabile (e benigna) iperplasia follicolare della mucosa bulbare,

- la monoterapia antibiotica non è utile,

- se l'hanno allarmata hanno esagerato.


Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#4] dopo  
Utente
E allora la presenza di tale muco bianco e stipsi a cosa può essere legata? Lei pensa sia opportuno un'esame delle feci?
La ringrazio comunque per la disponibilità e per avermi tranquillizzata in qualche modo!

[#5]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Si tratta di una colopatia (es. colon irritabile, etc.) da meglio definire.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#6] dopo  
Utente
Capisco dottore,e cosa dovrei fare per meglio definire tale condizione? Pensa inoltre che dei fermenti lattici possano aiutare?
Vi ringrazio per l'attenzione.

[#7]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
La diagnosi di colon irritabile è esclusivamente clinica e non richiede particolari indagini.

Fatta la diagnosi occorre impostare una idonea terapia.


Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#8] dopo  
Utente
Gentile dottore, dato il persistere di muco nelle feci e dolori nel basso addome,con alternanza di stitichezza a diarrea, il medico di base mi ha prescritto degli esami sulle feci quali sangue occulto, parassitologico e calprotectina fecale. I primi due sono risultati negativi, la terza pari a 60mg /kg . ritiene opportuno una visita o un esame diagnostico più preciso?

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Non posso entrare nel merito di quanto prescrittole per numerosi ed ovvi motivi.

La invito a riflettere su quanto ho già scritto nel post #1
che è la risposta ai suoi quesiti:

"La segue un gastroenterologo?"

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente
Si,purtroppo con il gastroenterologo che mi ha eseguito la gastroscopoami ho avuto una serie di disguidi che mi hanno portata a consultarne uno nuovo,il quale ha detto che é un valore relativamente basso e che non richiede altri esami diagnostici e come lei ha attribuito il tutto ad una probabile colite.
Se vi ho scritto era per avere una conferma.
Volevo aggiornarla comunque sull'esito dell'esame istologico : minuti frammenti di mucosa del.piccolo intestino con aspetti di iperplasia delle ghiandole di Brunner.
Vi ringrazio per l'attenzione.

[#11]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
4% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2012
Bene.
L'esame istologico è negativo per patologia.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it