Utente
Buonasera. Vi scrivo per chiedere un consulto in merito alla mia attuale situazione clinica.
Sono un ragazzo giovane, che non ha mai avuto problemi di stomaco, mentre sono decisamente debole di intestino, tant'è che assumo abbastanza regolarmente fermenti lattici per migliorare la situazione.
Premetto che vengo da un lungo periodo di tosse e sinusite (1 mese) che non riesce a passare e nel quale ho dovuto assumere 2 diversi antibiotici, l'ultimo fino a ieri mattina.
Il motivo per cui scrivo non è riguardante la malattia "respiratoria", bensì appunto l'addome. Infatti sono ormai 3 giorni che accuso dolore a livello dell'addome, soprattutto nella parte alta: domenica (l'altro ieri) solamente in zona centrale tra lo sterno e l'ombelico (probabilmente stomaco), mentre ieri che ho accusato al mattino un episodio di diarrea con gran dolore all'intero addome. Oggi il dolore generale permane, diciamo soprattutto nella zona centrale dell'alto addome, ma a volte anche spostato più a destra, talvolta più sinistra; insomma, non è proprio un punto unico.
La colpa di tutto ciò è stata data probabilmente agli effetti collaterali degli antibiotici, in particolare il dolore in zona centrale a una gastrite. Infatti anche quando mangio o bevo capita di sentire un maggior bruciore in quella zona.
Quello che un po' mi spaventa, essendo un paziente ansioso, è quando il dolore è localizzato sulla parte destra, in quanto ho il timore possa riguardare il fegato.. ed essendo io un operatore sanitario, ho ancor un po più ansia...

In ogni caso, vorrei avere un vostro parere sulla intera situazione sintomatica, per quanto può essere normale questa condizione (dovuta agli antibiotici?) e cosa fare per provare a farlo passare.
Oltre alla questione del fegato, se secondo voi può centrare o meno, e se posso evitare di preoccuparmi..
Grazie in attesa di risposta

Cordiali Saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Il fegato non duole!
Ha provato ad assumere probiotici?
Resto a sua disposizione! Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Allora, per quanto riguarda l'intestino come le ho detto assumo abbastanza regolarmente fermenti lattici (enterolactis plus), essendo io parecchio comune ad episodi di diarrea, dovute anche a intolleranza al lattosio.

Per quanto riguarda la questione del fegato, come dicevo, la mia preoccupazione è derivata dal fatto che il punto più doloroso che ho lo posso collocare circa nella parte alta dell'addome, nella parte centrale in quell'antro formato dalla gabbia toracica presente sotto lo sterno (ma più vicino all'ombelico). Luogo abbastanza caratteristico di gastrite no? Se non fosse che io senta un maggior dolore più spostato verso destra che verso sinistra (dove è invece lo stomaco)... Mentre a destra c'è appunto il fegato... insomma diciamo che una volta descritta l'area in cui ho maggior dolore, all'interno di questa a me pare di sentire maggiore dolore nella parte di destra, più spostato nell'emitorace di destra se dovessi definire un punto più preciso.
E come ho detto io essendo abbastanza ansioso, e non vedendo miglioramenti in questi giorni, mi ponevo queste preoccupazioni riguardanti la natura del mio dolore (anche al di là di antibiotici)..

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
il dolore è intestinale.
Probabilmente intestino irritabile.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Va bene, allora oltre a prendere magari con maggior insistenza i fermenti lattici per cercare di far passare questa irritazione consiglia altro? Quanto può durare questa sensazione? Perché come le ho detto sono abbastanza abituato ad avere disturbi intestinali con diarrea, ma solitamente passa tutto nell'arco della giornata. Inoltre solitamente il dolore intestinale che ho è nella parte bassa nell'addome, non in quella alta dove lo presento attualmente. Adesso, il dolore permane, mentre scariche di diarrea dopo l'altra mattina non ne ho più avute (anzi, forse sono andato meno in bagno del solito). E attualmente non sto più assumendo antibiotici da ormai 2 giorni.

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Faccia una visita gastroenterologica.
A distanza posso solo fare ipotesi.
Se si tratta di intestino irritabile (come penso) deve imparare a conviverci.
L'IBS non guarisce definitivamente: si può solo tenere a bada
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Buonasera. Volevo chiedere nuovamente un parere aggiornando la mia attuale situazione clinica.
A distanza di una settimana il dolore addominale ancora non è passato, ma ha subito delle modifiche. Diciamo che forse è calato di intensità, un po anche forse dovuto al fatto che ho cercato di pensarci e palpare di meno. Ciò nonostante ancora non è passato del tutto. Attualmente non lo sento più in zona centrale, nella bocca dello stomaco, ma ho un fastidio a destra sotto le ultime costole o appena più in basso delle costole a destra. Eppure talvolta mi capita di sentire fastidio anche in altre zone dell'addome, però in queste è solo momentaneo. Il fastidio che invece sento a destra sotto le ultime costole è pressoché continuo, anche se a volte anche questo lo sento spostato in alto nel costato o in basso oppure più centralmente o più sul fianco.
In più talvolta sento dolore anche a livello della schiena, ma in punti spesso diversi e credo questo sia semplicemente dovuto magari a un errata postura.
Ho continuato a prendere in questo tempo fermenti lattici e gastroprotettore.
Che ne pensate?

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Intestino irritabile
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Negli ultimi giorni ho fatto caso di avere talvolta delle presenze strane nelle feci, dei pezzetti biancastri. Di questi alcuni hanno la forma di semini, altri non sono ben definiti, magari sono più chiazze. Questi pezzi ho fatto caso che non sono sempre presenti ogni volta, ma solo talvolta, soprattutto quando sento un maggior bisogno di andare in bagno.
Di cosa si può trattare?
Può essere normale con una diagnosi di colon irritabile?

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Faccia analizzare le feci. Senza vedere non posso tirare ad indovinare. potrebbero essere residui alimentari!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia