Utente 411XXX
Gentilissimi Dottori
è molto tempo che soffro di un fastidio allo stomaco in semplici parole ho tipo un dolore (più che dolore un fastidio) appena sotto le costole lato sinistro.
questo problema mi porta mancaza d'aria o a quanto sembra solo una sensazione perchè in realtà io respiro.
premetto che mi è stata diagnosticata ansia con somatizzazione.
circa 2 mesi fa ho fatto tutti gli accertamenti ovvero esami del sangue con risultati tutto ok, visita cardiologica dal quale è emerso un pò di bradicardia, rx torace tutto ok, rx esofago con mezzo di contrasto tutto ok tranne c'è scritto note di discenesia.
qualche giorno fa ero in uno stato influenzale e mi sono recato dal mio medico di base giusto per un controllo, il medico oltre all'influenza che sta girando in questi giorni mi ha trovato i battiti accellerati ovvero in quel momento erano a 120. mi ha consigliato di aspettare il giorno dopo e se non fossero calati di recarmi a fare un tracciato per controllare.
la mattina seguente appena alzato i battiti erano di nuovo a 120 così mi sono recato in ospedale come consigliato dal mio medico, al pronto soccorso mi hanno misurato la temperatura che era a 37.3 pressione 120/80 e battiti in quel momento a 100, il medico del PS a ritenuto opportuno fare enzimi cardiaci emocromo e vari analisi del sangue anche li tutto ok.
ora vi chiedo essendo che ho mancanze d'aria e ho la testa al vento la lego sempre ad un fatto ansioso?
per me non sono sintomi nuovi li ho gia avuti fino a qualche mese fa che poi ho cambiato cura psichiatrica e stavo andando molto meglio. un mio sospetto è che sia stato un evento accaduto in ospedale a farmi rivenire l'ansia ovvero essendo molto pauroso dell'ago quando mi hanno fatto il prelievo non ho sentito dolore ma diciamo che mi sono impressionato ed infatti non appena uscito dalla stanza mi è venuto un freddo che mi ha preso dalle caviglie e mi ha avvolto tutto e ho fatto una faccia bianchissima. io penso sia questo evento diciamo a farmi aver paura e farmi scaturire di nuovo l'ansia Voi cosa ne pensate???
grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Dal racconto direi solo molta ansia!
Parli con lo psichiatra per modificare la terapia che, come è evidente, non controlla il suo stato.
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia