Utente 555XXX
Salve

da qualche mese sto lottando con una situazione di sensibilità intestinale e un probabile colon irritabile (a detta del gastroenterologo che mi ha visitato), ho facilmente gas, feci che cambiano in continuazione (a volte con un po' di muco), e ho avuto, in alcune occasioni, attacchi di diarrea cremosa dopo mangiato, una sola scarica. Ho anche eliminato il glutine dalla dieta.
Oggi mi è successa una cosa strana che mi era già accaduta: sono andato al bagno e affianco a un normale bolo fecale ho espulso pezzi interi di spinaci mangiati ieri. Una poltiglia verde abbondante non digerita. Mi era accaduto lo stesso tempo fa con una insalata.

Premettendo che ho masticato lentamente e con attenzione, vorrei capire qual è secondo voi la causa di ciò che mi è accaduto? Il colon irritabile può causare quello che mi è accaduto? Non sarà qualche patologia più grave a carico dell'intestino (cancro) o addirittura del PANCREAS?
Comincio a preoccuparmi.

Grazie

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Il colon irritabile, con accelerato transito, può essere la causa

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 555XXX

Grazie dottor Cosentino,

La prego di seguirmi ancora, non mi ci raccapezzo più.

c'è una spiegazione sul perché mi accada solo con le verdure e, a quanto pare, quelle verdi a foglia, tipo spinaci e valeriana?

a me non è stata ancora data una cura, solo fermenti lattici, la cosa mi frustra un po' perché leggo che a volte col normix si risolvono molti problemi del colon irritabile.

Ne ho parlato col mio medico di base che mi dice "puoi provare a prenderlo per 3 giorni", ma io leggo di cure molto più lunghe col normix, e non capisco cosa fare!!!

Ultima domanda, non potrei avere una disbiosi intestinale, visti anche i sintomi (feci con gas, flatulenze a volte, etc)?

Grazie

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Non serve il normix ma potrebbe essere utile uno studio della flora batterica intestinale (per eventuale disbiosi)
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 555XXX

Grazie dottore,

come si effettua tale studio?
Perché il normix non serve secondo lei? eppure vedo che lo danno a quelli con IBS

dottore, anche una "puntata" che sento a volte sotto la costola sinistra (molto di rado), può essere sintomo del colon irritabile?

[#5]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Il normix viene dato spesso nel colon irritabile ma senza una reale indicazione. Per la disbiosi ne deve parlare con un gastroenterologo (che abbia esprienza nel settore)
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#6] dopo  
Utente 555XXX

Grazie ancora dottore

purtroppo deve capire che ormai i gastroenterologi a quanto pare, ti etichettano rapidamente come paziente da colon irritabile, senza nemmeno provare una cura. Per quanto mi riguarda, tutto è iniziato a mio parere dopo una brutta infezione intestinale avuta in sudamerica, mal curata (antibiotici per periodo troppo corto che mi causarono una ricaduta), alla quale si aggiunse una cistite da "renella" per la quale mi vennero dati altri antibiotici inutilmente (perché l'analisi delle urine non rilevò nessun batterio). Insomma, perdoni il termine, un gran casino.
Da allora, circa un anno fa, vado a periodi alterni. Ora io le ho parlato di disbiosi perché leggo tutti i sintomi e mi ci riconosco :

_ le feci variabilissime, con gas, a pezzi, appiccicose a volte, a volte piccole e sottili,
_ muco,
_ saltuari episodi di diarrea post prandiale, cremosa e non la classica diarrea acquosa,
_ leggerissima nausea mattutina che scompare sempre a ora di pranzo

il gastroenterologo che mi ha visto (che stimo molto), mi ha visitato e fatto eco e mi ha detto di non rilevare segnali da far pensare a problemi seri, però ora è in trasferta, non sa quando tornerà.

Ok, ammettiamo che sia solo colon irritabile e non una disbiosi... Non devo fare nemmeno un tentativo con qualche medicinale? Solo provare a prendere fermenti lattici a profusione ?

per quello pensavo al normix e di parlarne col mio curante. Leggo che il rischio del normix è creare resistenza prendendone poco, è vero che la dose ideale è di 3 pastiglie al giorno per due settimane?

Grazie e scusi dottore, ma ormai è così difficile avere risposte da un medico...

[#7]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Come dicevo servono accertamenti specifici che non possiamo prescrivere via web. Le possono solo inviare un mio articolo di utilità:

https://www.medicitalia.it/blog/gastroenterologia-e-endoscopia-digestiva/6487-colon-irritabile-intolleranze-sibo-lgs-ecc.html
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#8] dopo  
Utente 555XXX

Letto dottore,

vedo che anche lei, da professionista, percepisce che la diagnosi di colon irritabile sia abusata, con la chiosa finale "niente di serio, devi conviverci".

Insomma, io capisco che se non c'è una patologia seria allora non è il caso di preoccuparsi troppo, però credo che tutti abbiano diritto a vivere bene e ad avere un intestino che funziona, giusto?

comunque parlerò con il curante, se non trovo il gastroenterologo, per una terapia vera che non sia solo fermenti lattici a caso (che da quanto apprendo, in caso di disbiosi, possono addirittura peggiorare la situazione).

L'unica mia paura è quella di avere una sibo e di curarla male, e che così facendo peggiori

[#9]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)
CROTONE (KR)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
" ...tutti abbiano diritto a vivere bene e ad avere un intestino che funziona, giusto? ..

Concordo
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it