Utente 560XXX
Buongiorno. Sono recentemente entrata in contatto, per circa 1 mese consecutivo, con un animale (caprino) affetto da paratubercolosi nell'azienda di amici, appena adottata da una brutta situazione. Inizialmente non dava sintomi, e veniva quindi trattata chiaramente come tutte le altre a più che stretta vicinanza. Dopo una 20ina di giorni circa da quando era con noi (in quel periodo c'ero io a badarci), ha iniziato ad avere una dissenteria inizialmente piuttosto leggera, infatti abbiamo pensato avesse semplicemente mangiato troppo umido, poi le è passata per 3 gg circa, e di nuovo eravamo tranquilli e le stavamo a contatto parecchio. Dopodiché dal giorno alla notte, ha smesso di alzarsi e ha iniziato ad avere una fortissima dissenteria. Dopo 2 gg, l'abbiamo portata di corsa dal vet perché stava peggiorando; la diagnosi è stata, appunto, la paratubercolosi, e lei è dovuta essere soppressa. Noi non eravamo a conoscenza, ne sapevamo dell'esistenza di questa patologia, quindi abbiamo iniziato a informaci, scoprendo che può portare in caso di contagio all'uomo il morvo di chron. Premettendo che sono la persona che le è stata più vicina, dopo circa 1 settimana dalla soppressione ho iniziato a soffrire di dissenteria in maniera intermittente, e ora ce l'ho più spesso di prima; in più, soffro di dolori addominali e articolari anche quando quest'ultima non è presente, e da qualche giorno mi sento sempre stanca e priva di forze. Oggi andrò comunque a farmi prescrivere gli esami del sangue, ma il mio medico purtroppo spesso e volentieri più che prescrivere cose non sa altro, quindi volevo chiedere a voi se sapeste spiegarmi meglio le metodologie di contagio, la probabilità, i sintomi, e gli esami da fare per venirne a capo. Mi scuso per il poema e ringrazio, buona giornata.

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Mai sentita una cosa del genere!
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia