Utente 561XXX
Salve,
A seguito di un calo di peso di 5 kg in un mese (base di partenza 70 kg), dolore addominale e nel basso ventre continuo ma leggero e leggero mal di schiena e frequente diarrea ho svolto una gastroscopia, e mi è stata fatta la seguente diagnosi. Esofago regolare per calibro com mucosa di aspetto normale. Cardias in sede, continente. Lo stomaco appare normo conformato ed esente da alterazioni della mucosa a livello del corpo. La mucosa antrale appare intensamente iperemica con alcune erosioni superficiali. Piloro regolare. Nel bulbo, a livello della parete posteriore, è presente un’ulcera o volare di circa 0, 7 cm di grandezza con fondo ricoperto da fibrina. Regolare la seconda porzione duodenale. Biopsie per test rapido ricerca Helicobacter pylori risultato positivo.
Diagnosi finale ulcera Forrest III (fondo ricoperto da fibrina).

Mi è stata data la seguente cura:
- Esopral 40 mg 2x al giorno per 1 mese
- Zimox 1g 2x al giorno per 14 gg
- Veclan 500 mg 2x al giorno per 14 gg

A causa anche dei sintomi di diarrea eseguire emocromo, VES, PCR, calprotecnina fecale. Sto attendendo risposta.

Ripetere gastroscopia tra 2 mesi.

Siete d’accordo con la cura e le ulteriori analisi consigliate? Avete ulteriori suggerimenti?

Grazie in anticipo per il prezioso aiuto che voi medici date a questa community.

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Si tratta di uno degli schemi di trattamento per l'eradicazione dell'helicobacter. Ci sono altri schemi più recenti (Pylera) ma più impegnativi come terapia (ma più efficaci). Per il resto OK

Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente 561XXX

Grazie Dottore per la veloce risposta, le farò sapere a breve anche l’esito delle altre analisi.

Un’ultima cosa: negli ultimi giorni mi si sono acutizzati dei dolori alla schiena, ho letto che potrebbero essere legati a patologie del pancreas. Ho una familiarità, mia nonna ha sofferto di pancreatite ed è stata operata. Consiglia un’analisi dell’organo? Se sì, quale?

Grazie ancora.

[#3]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Un dolore alla schiena legato al pancreas significa che ha già un tumore invasivo....


Si tranquillizzi. Esegua per sua tranquillità un'ecografia
Dr Felice Cosentino, Clinica La Madonnina - Milano
Gastroenterologia/Endoscopia, Centro per la Disbiosi intestinale.
www.endoscopiadigestiva.it

[#4] dopo  
Utente 561XXX

Salve,
l'ecografia non ha rilevato alcun problema.

Un dubbio: la pillola presa durante l'urea breath test può influenzare i risultati del test rapido effettuato durante la gastroscopia?
Chiedo questo perchè ho fatto il breath test 6 giorni prima della gastroscopia., dove l'urea breath test è risultato negativo mentre l'esame rapido tramitre gastroscopia è risultato positivo.

Grazie per il chiarimento.

[#5] dopo  
Utente 561XXX

Salve,
ho svolto la grastroscopia di controllo dopo un mese dal termine della cura per l'eradicazione dell'HP. Durante la grastroscopia, mi è stata fatta una biopsia di cui riporto sotto i risultati. Di cosa si tratta "flogosi cronica, lievemente attiva" che mi è stata trovata. Come deve procedere?
L'HP sembra invece per fortuna sconfitto.

Notizie cliniche: A) Controllo HP post eradicazione
Quesito diagnostico: B) Celiachia?

Materiale inviato
A- Biopsia - stomaco, antro
B- Biopsia - duodeno

Inclusioni n 3

Diagnosi conclusiva
A) Tre frammenti di mucosa gastrica dell'antro - corpo sede di moderata flogosi cronica, lievemente attiva. Negativa la ricerca per l'helicobacter Pylori
B/C) Frammenti di mucosa duodenale; i villi orientati e valutatabili hanno archietettura conservata e rapporto villocripta nella norma. Non si osserva aumento della quota di linfociti T (CD3+) intraepitali