Utente 563XXX
Salve Dottori, sono un uomo di 40 anni e dall’eta di 10 anni soffro di forte ansia, che poi negli anni è diventata forte depressione, e stati di stress cronici, ho sempre sofferto di bruciori di stomaco, si da piccolo appunto, con gli anni ho imparato a gestire la cosa con l’aiuto di benzodiazepine, inibitori di pompa (che prendo da 8 anni) e la cosa mi dava si fa fastidio, ma in senso sporadico. Ora a seguito di un fortissimo evento traumatico, durato circa 1 anno, ho ripreso a fumare in modo molto pesante (più di 35 sigarette al giorno) e lo stress e l’ansia non sono mai stati così forti, da agosto ho iniziato ad avvertire bruciori di stomaco molto forti, e gli inibitori di pompa (esopral 40) durano poco nemmeno 24 ore e i sintomi si ripresentano, inoltre presento feci non formate, e sono fortemente in sovrappeso. Premesso che ho sentito il medico curante, che mi ha prescritto del
Debritat, e dello zantac, alternato ad esopral solo quando il dolore è molto forte, all’inizio sembrava andare meglio, ma ora sono punto e a capo, a breve andrò da uno specialista, secondo voi, la mia storia è compatibile con una gastrite nervosa o con uno stato di somatizzazione? Grazie dell’eventuale risposta, Saluti

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
La gastrite nervosa non esiste.
Deve curare la sua notevole ansia con l'aiuto di uno psichiatra.
Faccia una visita gastroenterologica per la messa a punto della terapia.
Con 35 sigarette al giorno ......
Cordialmente.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia