Utente 123XXX
Ho 45 anni e sono affetto da rettocolite ulcerosa da circa 12 anni. Dopo un periodo totalmente silente, la mia patologia ha ricominciato a darmi fastidio e da circa due anni sto combattendo con stati di calma e stati in infiammazione più acute. Praticamente ogni volta che sto meglio e riduco la terapia come da indicazioni del mio GE, la patologia riemerge. Nella ultima colonscopia si evidenziava una RETTOCOLITE ULCEROSA IN FASE DI ATTIVITA' LIEVE MODERATA A PREVALENTE LOCALIZZAZIONE RETTALE. MUCOSA DEL RETTO DISTALE LIEVEMENTE IPEDERMICA SENZA LESIONI DI CONTINUO. LA MUCOSA DEL RETTO MEDIO PROSSIMALE SINO ALLA GIUNZIONE SIGMORETTOIDEA APPARE ERITEMATOSA E SUPERFICIALMENTE EROSA. SOLO LIEVEMENTE CONGESTA LA MUCOSA DEL SIGMA DISTALE. ENDOSCOPICAMENTE INTEGRA LA MUCOSA DEI SEGMENTI INTESTINALI A MONTE. BIOPSIE SU ILEO, COLON DS, COLON TRASVERSO, DISCENDENTE, SIGMA E RETTO.
Dopo qualche giorno mi ha contattato l'endoscopista riferendomi che avremmo dovuto ripetere l'esame in quanto alcuni esami bioptici sono risultati dubbi. La nuova colonscopia è stata effettuata questa mattina e conferma la precedente.
Il referto istologico della prima colonscopia:
1. ileo 2 frammenti - lembi di mucosa ileale sede di lieve flogosi cronica;
2. colon dx 3 frammenti - lembi di mucosa colonica sede di lieve atrofia e lieve flogosi cronica paraghiandolare ed un lembo di mucosa con presenza di piccole cellule con artefatti da crushing;
3. colon trasverso 1 frammento - lembo di mucosa colonica con lieve atrofia e fibrosi
4. colon sinistro 3 frammenti - lembi di mucosa cronica sede li lieve flogosi cronica perighiandolare;
5. sigma minuscoli frammenti - lembi di mucosa colonica sede li lieve flogosi cronica perighiandolare ed un unico frammento con ghiandole con displasia severa intrappolate nella fibrosi;
6 retto minuscoli frammenti - lembi di mucosa colonica erosi e sede di severa flogosi cronica anche disposta in aggregati, le ghiandole residue presentano lieve displasia che potrebbe essere correlata con la flogosi. ----
L'endoscopista mi ha riferito che queste displasie potrebbero essere dovute al quadro infiammatorio ma se dovessero essere nuovamente refertate nel nuovo referto istologico bisognerà decidere come procedere.
Nel caso di conferma delle displasie sopra descritte come mi devo comportare? Sarebbe giusto aspettare e continuare a trattare l'infiammazione prima di decidere per un eventuale intervento? Un intervento comporterebbe la resecazione di una parte del colon o di tutto il colon? E' possibile effettuare l'intervento senza aprire del tutto? Quali sono i centri più specializzati per questa patologia? Grazie

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

24% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2012
Il punto 5 segnala la presenza di un nucleo - anche se piccolo - di displasia severa. Questo andrebbe confermato ( o escluso ! ) con ulteriori biopsie su quella zona. Perchè, se il dato venisse confermato, si potrebbe resecare quel tratto di mucosa per via endoscopica, senza aprire L ' intestino. Questo va eseguito in un Ospedale dove vi siano endoscopisti esperti, ma non posso dirle dove.
Prof. alberto tittobello