Utente 391XXX
Salve negli ultimi 20 gg ho avuto tre episodi di febbre 38 39. La prima risolta con ciproxin 10 gg, la seconda dopo 4 gg in modo spontaneo, la terza è in corso. Vedo feci scure al mattino o aerofagoa con muco e sangue. La guardia medica mi ha ordinato di nuovo ciproxin, Flagyl, Asacol. Se mi sono tornati così velocemente dopo aver assunto già ciproxin è la terapia giusta?

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Perché parla di diverticoli nel titolo è poi non ci spiega la situazione?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente 391XXX

Nel 2017 mi hanno diagnosticato diverticoli non complicati con colonscopia. Come dicevo la situazione sono 3 episodi di febbre oltre 38. Nessun dottore mi ha voluto fare indagini strumentali. Vedendo muco venato di rosso pallido e febbre e feci nerastre e leggerissimo bruciore in fianco immagino sia quello.

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Farei subito una TC.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente 391XXX

Allora devo provare prenotare una visita specialistica perché con i medici di famiglia o guardie mediche o pronto soccorso(mi hanno rigettato altra volta mandandomi a guardia medica con febbre a 38 ) più che darti antibiotici non fanno

[#5] dopo  
Utente 391XXX

Sono stato da un gastroeterologo oggi in libera professione. Purtroppo non ha voluto farmi la TC neppure insistendo. Dice di curare la stipsi (lui constata feci dure). Cmq io evacuo ogni mattina anche se è vero che con un po di difficolta nonostante 3 buste al gg di psyllogel. Mi ha ordinato movicol in aggiunta alla terapia da usare 3 volte alla settimana da usare finche ho problemi di stitichezza. Lui parla addirittura di usare 35 g da sciogliere in mezzolitro. Io ho provato sta sera in via precauzionale con una sola bustina 13g (altre 2 nel corso della giornata). Dice dovrei evacuare 2/3 volte al giorno ma io nn ho mai sentito nessuno che evacui cosi tanto. Poi altro dubbio è se evacuo una volta al giorno nn c'e' un ristagno cosi' prolungato da creare infezioni. O forse le feci dure infiammano le pareti?
Io sinceramente continuo andare da dottori ma non ho ancora un straccio di indagine che suffraghi una tesi o altra. Per esempio se fosse un problema causato da un mal assorbimento (che sicuramente il pantoprazolo 40mg che prendo potrebbe favorire?). Se avessi qualche parassita o fungo che irrita le pareti intestinali?

[#6]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Se avesse malassorbimento avrebbe diarrea.
Io farei una TC addome......
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#7] dopo  
Utente 391XXX

Ormai molti medici ti fanno tac e risonanze solo se sei in procinto di morte. Cmq sospetto mal assorbimento perché per un periodo ho preso vitamine è andavo più morbido e regolare e avevo molti meno mal di testa, dolori cervicale, più resistente,... Sembra quasi che il mio corpo cerchi vitamine. Unica indagine vitaminica fatta è su la d che risulta 13, minimo 21.

[#8] dopo  
Utente 391XXX

Tra l altro mi ha detto una cosa che mi ha colpito. Mi ha detto che un intervento chirurgico di ernioplastica è roba da poco... Pochi giorni e sei a casa. Io su internet ho sentito gente che se tutto va bene dopo 90gg ritorni a mangiare normale. E ci sono tanti casi di 3ffetti collaterali secondari anche gravi. O sono io che vivo su matrix o il dottore

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
1) cosa c'entra l'ernioplastica?
2) di quale ernia sta parlando?
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente 391XXX

Ho pure una ernia iatale e dovrò farmi appena potrò un intervento di ernioplastica perché data la mia età e la patologia grave di esofago di barret mi hanno detto al centro esofago di barret che devo ridurre il rischio di tumore al esofago. Io sono molto preoccupato per quella operazione perché in giro sul web ho sentito gente che lo ha fatto e ha passato un inferno per mesi, alcuni pure ad vitam con problemi secondari gonfiore, diarrea stitichezza, difficoltà a deglutire o eruttare . Non so darne un valore probabilistico a quella casistica ma sono preoccupato. Cmq sentire un dottore che mi dice in 3 gg e tutto ok rimango un po'... O mi sto facendo un film io in testa sbagliato o sto gastroenterologo non sta molto bene. Ho passato mesi fa del tempo a studiare pure le varie tecniche chirurgiche nella speranza di trovare una strada alternativa. Ma non la vedo. Proverò a chiedere se un intervento di semplice eliminazione ernia con fissaggio senza Nissen Rossetti possa essere sufficiente dato che long barret mi pare corrisponda più o meno (forse 5) alla lunghezza del ernia di 4cm circa. Ma non credo mi risponderanno positivamente a questa proposta.