Utente 572XXX
Buon giorno, sono in attesa di fare rm con contrasto a seguito riscontro durante un'eco addome di una formazione ovalare di natura fluida, (grandezza 4 cm max) posta appena anteriormente al processo uncinato pancreatico (sede epigastrica mediana destra).
Riporto esattamente ciò che è stato refertato.
Gli altri organi non appaiono ingranditi.
Sono molto in ansia per questa rm e vorrei avere un vostro parere.
Mi scuso se ho sbagliato specializzazione, ma è la prima volta che scrivo.
Grazie se vorrete rispondermi.

[#1]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
non ha sbagliato specialità,
come le avranno detto l’esame ecografico non rappresenta il gold standard nella diagnostica pancreatica.
Ad ogni modo possiamo ipotizzare che si possa trattare di una cisti benigna, ovvero di una pseudo cisti pancreatica, esito cronico di fenomeni infiammatori del pancreas.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#2] dopo  
Utente 572XXX

Lo so Dottore che la sola ecografia non è sufficiente, ed è per questo che sono molto in ansia. Mi è stato detto anche che però non dovrebbe trovarsi proprio sul pancreas ma anteriormente (zona epigastrica mediana destra). Sono giorni di grande apprensione per me, già molto ansiosa e apprensiva di mio. Le dico che già solo il fatto di fare rm mi spaventa.
La saluto e la ringrazio.

[#3] dopo  
Utente 572XXX

Buon giorno dottore,
Ho effettuato rm addome superiore ed inferiore con mezzo di contrasto e le riporto il referto :
L'indagine è stata condotta con scansioni multiplanari mediante sequenze DWI, T1 E T2 pesate in condizioni basali e in corso di somministrazione e. v. di mdc paramagnetico. A completamento sono state effettuate sequenze colangio rm.
Si osserva una formazione cistica con diam. LL di 40mm,AP di 26 mm e CC di 39 mm posta nel tessuto adiposo mesenterico, caudalmente all antro pilorico, cranialmente al colon trasverso e antero caudalmente al processo uncinato del pancreas. La formazione ha margini netti, contenuto ipointenso in T1 ed iperintenso in T2 e presenta una parete propria dotata di impregnazione contrastografica. Essa non è in appparente continuità con le strutture sopracitate e presenta le caratteristiche di cisti semplice di origine mesenteriale. Tutti gli organi sono regolari, utero latero deviato vs sx con endometrio non ispessito e struttura disomogenea per possibile adenosi.
Il dottore mi ha tranquillizzata sulla cisti, ma io ho spesso dolori allo stomaco e /o nausea. Inoltre ho dolori basso ventre, tipo dolori da ciclo, che mi è stato spiegato potrebbero dipendere dalla posizione dell'utero. Invece per quanto riguarda i dolori allo stomaco il mio dottore esclude possano dipendere da essa. Ora sono in attesa di sentire un chirurgo per capire il da farsi. Avrei piacere anche di un suo parere perché non so come procedere. La ringrazio, cordiali saluti.

[#4]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile signora,
concordo con il fatto che i suoi sintomi siano slegati da una cisti mesenteriale di 4 cm. che, oltre che benigna, è perfettamente asintomatica.
Si tranquillizzi.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#5] dopo  
Utente 572XXX

La ringrazio dottore per la rapida risposta ma a questo punto devo capire il perché di questi sintomi gastrointestinali. Io non ho acidità ma più che altro dolore a tratti allo stomaco e nausea. E poi quello che non mi convince è il fatto che anche al tatto l'addome mi fa male, sia a livello dello stomaco, sia nella parte bassa. Quando sono più riposata (ad esempio al mattino) molto meno, poi solitamente durante la giornata aumenta. Tra l'altro sto facendo altri esami perché mi hanno riscontrato una tiroidite cronica autoimmune (tpo alti) ma tsh e ft4 nei range, pertanto l'endocrinologo non mi ha prescritto alcuna terapia. Ho anche dolori articolari e ora dovrò fare dosaggio basale del cortisolo, ACTH e anticorpi anti idrossilasi. Però la scoperta di questa cisti mi ha inizialmente spiazzata e ora non so come procedere. Sicuramente sarà il chirurgo ad esprimersi ma secondo lei è vero che si potrebbe evitare l'intervento, monitorandola di tanto in tanto? Oppure c'è pericolo che possa scoppiare con conseguenze pesanti? Mi scusi ma sono in balia di una serie di situazioni da approfondire e sono un po' confusa.
Grazie ancora

[#6]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
<<... secondo lei è vero che si potrebbe evitare l'intervento, monitorandola di tanto in tanto? ...>>

Certamente si.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#7] dopo  
Utente 572XXX

Buon giorno dottore
La ringrazio per le sue risposte e vorrei chiederle se per avere un consulto anche in riferimento alla disomogeneità dell'utero riscontrata con rm, devo scrivere in un'altra sezione o se cmq qualche suo collega ginecologo può vedere il mio messaggio e potermi dare un parere, in attesa di una visita che dovrò fare. Anche perché io ho spesso dolori basso ventre, tipo dolori da ciclo, ed avverto dolori diffusi su praticamente tutto l'addome. Penso anche siano in parte dovuti all'intestino poiché alterno periodi di costipazione a periodi di feci molli e acide.
Attendo un suo cortese riscontro per sapere come devo procedere.
Grazie

[#8] dopo  
Utente 572XXX

Buonasera dottore, volevo aggiornarla sul mio stato di salute. Premetto che il mio medico mi ha prescritto per lo stomaco una pastiglia di pantoprazolo tutte le mattine e qualche miglioramento lo sto notando. Nel frattempo però avverto un fastidio, come un peso, sotto le costole di destra e doloretti diffusi su tutto l'addome. Inoltre, fino a qualche decina di giorni fa andavo di corpo praticamente tutti i giorni con feci formate ma che mi bruciavano. Ora invece è almeno una settimana che faccio fatica ad andare di corpo e quando ci riesco emetto feci molto puzzolenti, sembra sia odore putrefatto. Stessa cosa se emetto aria. Mi scusi ma non so più che pensare, tra dolori addominali e queste alternanze di evacuazioni sono preoccupata. Le chiedo anche, vista la recente risonanza, di cui le ho riportato referto sopra, se ci fosse qualcosa di serio a livello intestinale, si sarebbe visto? Scusi se mi sono dilungata ma questi sintomi che cambiano e non passano mi stanno limitando anche nella mia vita quotidiana. Attendo una sua cortese risposta. Saluti

[#9]  
Dr. Francesco Quatraro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
8% attualità
20% socialità
ACQUAVIVA DELLE FONTI (BA)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
mi sento davvero di poterla rasserenare.
Ha descritto, a mio avviso, un tipico caso di colon irritabile.
Le basterà affidarsi ad un bravo gastroenterologo.

Cordialità

Dr. F. Quatraro - Acquaviva (BARI)
Gastroenterologo - Endoscopista digestivo
Responsabile U.O. di Endoscopia Digestiva Osp. MIULLI
www.enterologia.it
www.transnasale.it

[#10] dopo  
Utente 572XXX

La ringrazio dottore per la tempestiva risposta e le auguro un sereno Natale.