Utente 576XXX
Gentili medici, vi scrivo per un ulteriore parere circa il mio problema.

Premetto che ho da sempre problemi a digerire alcuni cibi come cavolfiore, frigitelli, peperoni, anguria e a volte insalata.
Premetto anche che ogni qual volta che devo fare un esame all'università o sono particolarmente nervosa soffro di diarrea.

Da oltre 20 giorni, però, soffro di scariche diarroiche prevalentemente al mattino, al massimo 2 o 3 scariche.
La sequenza è sempre la stessa ovvero: mi sveglio (solitamente alla stessa ora tra le 6.30 e le 7) vado a fare pipì e mi rimetto a letto, dopo circa 5 o 10 minuti inizio ad avvertire movimenti intestinali e presenza di aria e poi ho necessità di andare in bagno.
Il medico di base mi ha prescritto LACTIBIANE TOLERANCE ritenendo si trattasse di sindrome del colon irritabile e la cura per i primi 3 4 giorni ha funzionato.
Le scariche sono ritornate dopo aver mangiato una pizza (margherita) e al seguito di qualche giorno dopo aver mangiato mozzarella.
Il medico mi ha così prescritto LACDIGEST, perchè pensa ad una probabile intolleranza al lattosio, prima di pranzo e prima di cena e devo dire che mi sento molto meglio, le feci sono più formate e vado solo 1 volta al giorno in bagno.
Oggi però ho avuto una scarica in mattinata (ieri sera ho mangiato pollo ai ferri e patatine fritte) ed una dopo 1 ora dal pranzo (pasta e lenticchie e bresaola).
Avverto un po di dolore in basso ventre a destra ma è quasi impercettibile, nulla di che.
Cosa posso fare in merito a ciò?
devo aspettare ancora?
devo pensare a qualche intolleranza?
Essendo una ragazza molto ansiosa ed apprensiva penso subito al peggio.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
12% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2012
Per favore, la smetta di " pensare al pegggio " è viva tranquilla. È molto probabile che si tratti di un " semplice " colon irritabile, con disturbi eventualmente accentuati dal suo stato ansioso. Ma la persona più adatta a curare i suoi disturbi è proprio il suo medico di famiglia, che la conosce bene. Segua i suoi consigli.
Prof. alberto tittobello