Utente
Buonasera Dottore, tutto è iniziato circa un mese fa quando ho iniziato ad avvertire la sensazione di un corpo estraneo in gola e salivazione acida.
A questi sintomi si sono aggiunti una strana sensazione di strozzamento della gola durante la deglutizione della saliva e deglutizione difficoltosa del cibo.
Devo dire che già da un pò di mesi ho episodi sporadici di gonfiori addominali dopo pasti abbondanti e per mandare giù il cibo a volte devo bere molta acqua.
Nessun sintomo di bruciore addominale o retrosternale nè vomito, solamente molto movimento intestinale.

Riferiti questi sintomi al medico curante mi è stato prescritto Omeprazolo 20mg da assumere una volta al giorno per 4 settimane ed esami del sangue di routine tutte nella norma a parte un valore molto basso di eosinifli a cui il medico non da importanza.

Dopo due settimane di cura con Omeprazolo la sensazione di corpo estraneo in gola e salivazione acida è diminuita ma di mia spontanea volontà decido di sottopormi a visita otorinolaringoiatrica che riscontra una faringite con alcuni segni del reflusso e lo stesso otorino mi prescrive una RX esofago faringe con MDC.

Approfitto di un amico dottore per sottopormi ad ecografia addominale fegato pancreas ecc.
e tiroidea tutto negativo.

Tornato dal mio medico curante riferisco i risultati e ribadisce di continuare con omeprazolo e di non eseguire RX (prescivendomi comunque la ricetta) ma eventualmente gastroscopia anche se per lui non c'è necessità al momento.

Può essere solamente il reflusso la causa di tutti questi sintomi?
Potrei fare intanto l'RX ed eventualmente approfondire con una gastroscopia?
Ammetto di essere un soggetto molto ansioso e il fatto di documentarmi spesso su internet non fa altro che alimentare le mie paure ma sono molto preoccupato per questi sintomi.

Grazie

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non vedo motivi di allarme.
Probabilmente si tratta di reflusso.
Prima di programmare esami inutili, faccia una visita gastroenterologica per confermare questa ipotesi.
Cordiali saluti!
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie Dottore. Aggiungo che ultimamente mi sveglio sempre un paio di volte durante la notte, anche se comunque al mattino mi alzo riposato, cosa che prima non mi accadeva. Anche questo può essere un sintomo del reflusso?

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
A volte può capitare.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Salve Dottore, quando mangio permane questo blocco o perlomeno sensazione che il cibo si arresti in esofago e che scenda solamente dopo aver bevuto o dopo aver ingerito altro. Leggo di una malattia rara chiamata acalasia che presenta gli stessi sintomi e mi sto preoccupando. In attesa di una visita gastroenterologica può darmi qualche informazione a riguardo? Il Reflusso può avere questo sintomo?
Grazie

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Non legga notizie che non è in grado di interpretare.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Buonasera Dottore.
Vorrei aggiornarla sul mio stato di salute.
Mi sono fatto convincere dal consiglio dell'otorino di eseguire la rx esofago con bario completamente negativa.
Alcuni giorni fa, come da lei consigliato, mi sono rivolto ad un gastroenterologo poichè da alcuni giorni il mal di gola (presumibilmente da reflusso) è leggermente aumentato e permangono eruttazioni frequenti specialmente dopo un pasto. Non ho comunque problemi di deglutizione nè altri sintomi. Il gastroenterologo davanti a questo quadro, per il momento tutto negativo, a parte una faringite ed edema della mucosa aritenoidea, mi ha consigliato una gastroscopia che però dal suo punto di vista non ci dirà molto. Il mio medico di base consiglia di protrarre ancora per qualche settimana la terapia con omeprazolo perchè per questo tipo di reflusso ci vuole molto tempo e fare la gastro solo in un secondo momento. Io sono molto preoccupato poichè ho paura di danni alla gola o all'esofago con il passare dei giorni e non vorrei portarmi dietro questo problema per tutta vita poichè ho 30 anni.
Cosa dovrei fare secondo lei a questo punto?
Grazie

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
ASCOLTARE IL COLLEGA CHE L'HA VISITATA.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Buonasera Dottore, nell'attesa della EGDS ho eseguito una seconda visita otorinolaringoiatrica dalla quale non sono emersi peggioramenti. L'edema iniziale è praticamente scomparso anche se risulta la gola molto secca. A detta dell'otorino, il rumore che sento quando la saliva scende è dato proprio da questa secchezza. Se ci fossero stati problemi esofagei sarebbero emersi dall'rx? Non è possibile evidenziare il reflusso con quel tipo di esame?
Grazie

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Si sarebbero visti.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#10] dopo  
Utente
Buonasera Dottore. Ho effettuato oggi la gastroscopia. Il risultato è una piccola ernia iatale, mucosa gastrica leggermente iperemica e mucosa del duodeno leggermente atrofica. Mi hanno fatto 3 biopsie dicendomi che potrebbe essere anche celiachia data la mucosa piatta. Cos'altro posso aspettarmi dalle biopsie? Premetto che mia mamma è celiaca. Dovrei provare a fare qualche dieta nel frattempo?
Grazie

[#11]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Cosa vuole fare?
Una dieta senza ancora sapere cosa ha?
Attenda l'esito dell'istologia.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia