Utente
Buongiorno

ho letto che alzare la testata del letto può aiutare per il reflusso notturno...domanda...
Di quanto va alzata la testata del letto?

Vi ringrazio in anticipo per la risposta


grazie
saluti
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------

[#1]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Una dozzina di cm.
Cordiali saluti.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore
avrei un ' altra domanda...
Ultimamente ho sentito parlare di chirurgia laparoscopica secondo Nissen o Dor per la cura del reflusso
Le domando...risulta efficace o il numero di no responder è elevato?

grazie

[#3]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Sono interventi che di effettuano SOLO su pazienti selezionati che non rispondono ai farmaci e che rientrano in rigorosi parametri.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#4] dopo  
Utente
Salve Dottore
porti pazienza ma ho un'ultima domanda che mi assilla da un po' di tempo è necessario che io parta da lontano...
6 anni fa con la nascita del mio primo figlio avevo cominciato a soffrire di peso allo stomaco, fatica a digerire quindi decisi di provare a risolvere la questione recandomi presso una signora del nostro paese che praticava massaggi cinesi per vedere se allentando la tensione avrei risolto il problema.
Non l'avessi mai fatto...fu un massaggio molto violento allo stomaco e anche doloroso che nei giorni seguenti mi scatenò una esofagite fortissima...dopo 7/10 giorni di bruciori forti all'esofago e afonia alla voce (segno che erano state intaccate le corde vocali) decisi di recarmi dal mio dottore che visitandomi con lo stetroscopio riferì un forte fischio proveniente dall'esofago .
Mi prescrisse l'inibitore di pompa protonica e tutto tornò a posto.
Lei mi dirà ...perchè non è andato prima dal suo dottore ??
Le rispondo...perchè la massaggiatrice cinese aveva detto di non prendere farmaci in quanto lo stomaco doveva sfogare la sua tensione col reflusso.

Veniamo ai giorni nostri...
6 mesi fa in seguito alla separazione da mia moglie ho attraversato un periodo molto stressante ...una sera ho avuto una fitta allo stomaco ed in seguito ho iniziato a soffrire di eruttazioni anche a stomaco vuoto durante il corso della giornata e tuttora ne soffro.
il dottore mi ha prescritto la gastroscopia dalla quale è risultata una moderata gastrite positiva a Helicobacter, cardias incontinente e segni inziali dell'anello di Shatzky .

E qui veniamo alla domanda che tanto mi assilla:
L'anello di Shatzky può essersi formato in occasione di quella forte esofagite di 6 anni fa?
Anche perchè passata l'esofagite di 6 anni fa io in questi anni non credo di aver avuto reflussi importanti, non avevo bruciore, non avevo eruttazioni ne raucedini o tosse mattutina o bruciori retrosternali...quando mi sdraio a letto e leggo non ho bruciori...spesso mi sdraio anche dopo pranzo ma non avverto bruciore...insomma i sintomi classici del reflusso

grazie

[#5]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Un fischio proveniente dall'esofago??????????
Fantasia al galoppo!
L'anello? Impossibile comprenderne l'origine
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#6] dopo  
Utente
Grazie dottore
ma in che senso impossibile comprenderne l'origine ???

grazie
saluti
______________________________________________________________________________________________________________________________________________________

[#7]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Può essere anche congenito....
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia

[#8] dopo  
Utente
Congenito...interessante...mi aiuti a capire...potrei avercelo fin dalla nascita, oppure pur essendo congenito può manifestarsi anche in età adulta?

Quindi non è come alcuni dicono dovuto esclusivamente agli insulti acidi del reflusso ma potrebbe essere presente anche in situazioni di sostanziale normale funzionamento del cardias, corretto?

[#9]  
Dr. Marco Bacosi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
20% attualità
20% socialità
POMEZIA (RM)
ROMA (RM)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2012
Può esserci dalla nascita e "stringersi" col passare del tempo e/o grazie all'acido.
MARCO BACOSI MD PhD
Spec. in Gastroenterologia ed Endoscopia Digestiva
Dott. di Ricerca in Fisiopatologia Chirurgica e Gastroenterologia