Utente
Buongiorno, gentili dottori.

Sono un ragazzo di quasi 29 anni che negli ultimi anni sta avendo problematiche relative all'apparato digerente.


Premetto che mi sono sottoposto nel 2017, a seguito di un unico episodio diarroico con emissione di muco e sangue, ad una colonscopia presso una clinica privata.

Riporto il referto dell'esame endoscopico (luglio 2017): "Esame endoscopico condotto sino al cieco, il cui ultimo tratto colo/cecale non è ben valutabile per la presenza di materiale fecale [NOTA: non avevo effettuato alcuna preparazione].
A carico della mucosa di tutti i tratti esplorati, compreso il retto, si osserva notevole flogosi determinata da iperemia, tratti edematosi intercalati a tratti ricoperti di essudato e tratti con pigmentazione sottomucosale di emosiderina, Eseguiti prelievi bioptici plurimi random per istologia.
Pareti estensibili all'insuflazione d'aria.
"
Referto esame istologico (luglio 2017): "Il quadro microscopico mostra lembi di mucosa colorettale caratterizzati da congestione, edema e infiltrato infiammatorio follicolare ed eosinofilo della tonaca propria, con fenomeni di pericriptite, criptite e sparsi microascessi criptici.
Sono presenti blocchi di essudato fibrinoleucocitario (segno diretto di ulcerazione).
Distorsioni citoarchitetturali a carico della componente ghiandolare con deplezione delle cellule calciformi, sdoppiamento e ramificazione dei lumi e franca atrofia.
Stravasi ematici subepiteliali.
"

Lo stesso anno, dato che stavo ancora male, mi rivolsi ad altro specialista che mi fece ripetere la colonscopia.

Referto colonscopia (ottobre 2017): "Progressione sino al cieco.
Sono stati esplorati circa 30 cm di ileo terminale che è nella norma.
Pulizia intestinale adeguata.
Le pareti del colon sono elastiche e normodistensibili all'aria.
La mucosa è rosea e soffice.
Sono state praticate biopsie al retto.
Assenza di segni endoscopicamente accertabili.
"
Referto istologia (ottobre 2017): "Frammenti di mucosa colonica con regolare quota e maturazione ghiandolare.
La lamina propria mostra edema e spiccata congestione e flogosi cronica di grado lieve, solo focalmente moderata con accenno ad arrangiamento simil-follicolare in uno dei frammenti.
Su questo campione, reperto infiammatorio cronico privo di caratteri di specificità, da valutare alla luce del complessivo quadro clinico-anamnestico, endoscopico e laboratoristico".


Negli anni a venire, mi sono sottoposto a diversi controlli sulle feci quali sangue occulto e calprotectina fecale, sempre risultati ampiamente nella norma.
Così come nella norma sono sempre stati i valori di VES, PCR e affini.
Non ho mai avuto fenomeni diarroici, anzi le feci sono migliorate nel tempo.


L'altro giorno, però, dopo giorni di stitichezza (probabilmente dovuti all'ARMOLIPID PLUS che assumo), ho avuto un episodio (dopo due evacuazioni più o meno normale) di una defecazione molle seguita da 3-4 evacuazioni contenenti muco e sangue.


Alla luce di tutto ciò, ho qualche malattia all'intestino?

[#1]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Prenota una visita specialistica
Non ha alcuna malattia intestinale, come riportato nell'ultima colonscopia. L'episodio recente di diarrea con muco e sangue può essere occasionale


Cordialmente
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#2] dopo  
Utente
Gentile dr. Cosentino,
grazie di vero cuore per la sua celere risposta.

L'altro giorno, preso dalla paura alla vista di tutto quel sangue, mi son recato al Pronto Soccorso, ma lì mi hanno rispedito a casa.

Nell'ultimo periodo, le evacuazioni sono state più o meno regolari, in consistenza, forma e colore. Le uniche differenze sono state stitichezza e sensazione di non svuotamento completo.
L'altro giorno, poi, quell'episodio lì.

Adesso sono due giorni che le evacuazioni son tornate regolari, se non fosse che le feci sono particolarmente ricoperte di muco.

Nonostante la mia giovane età, gli ultimi anni li ho trascorsi tra medici ed esami, con scarsi risultati, visto che i malesseri legati all'intestino ogni tanto si ripalesano e m'invalidano un po' l'intera vita.

Non sono riuscito a trovare uno specialista che mi segua come si deve in questi anni e che mi dia consigli sul come muovermi quando si verificano spiacevoli episodi.

Ho richiesto questo consulto online proprio perché volevo cercare di capirci di più. Ora le mie domande sono le seguenti:
1) come mai continuo ad avere episodi spiacevoli a livello gastroenterico (meteorismo marcato; muco nelle feci; ecc)?
2) come due colonscopie hanno portato a risultati diversi?
3) ci sono ulteriori esami che mi consiglia di fare (privatamente) per avere un quadro completo della situazione?

Cordiali saluti.

[#3] dopo  
Utente
Gentile dr. Cosentino,
ho fatto delle analisi delle feci.
Calprotectina per la prima volta alta, a 440 (mentre era sempre stata sinora < 50).
Mi sa che si è scatenata la malattia...

[#4]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
purtroppo l'unico esame che può chiarire è sempre la colonscopia
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#5] dopo  
Utente
Gentile dr. Cosentino,
sto già provvedendo a cercare uno specialista che mi possa seguire e sottoporre ad un'ulteriore (la terza) colonscopia, anche se è difficile trovarne, soprattutto in questo periodo di emergenza sanitaria.

Non poteva esserci periodo peggiore per il ripalesarsi delle mie sintomatologie.
Spero non sia una malattia infiammatoria cronica, né qualcosa di più grave.

Incrocio le dita affinché finalmente possa farsi luce sul mio effettivo stato di salute.
A 28 anni, 3 colonscopie nell'arco di appena 3 anni. Che gioia!

[#6]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
Comprendo, sono troppe ma bisogna chiudere il cerchio
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it

[#7] dopo  
Utente
Esattamente. Condivido appieno: meglio chiudere il cerchio che restare in un limbo di incertezza e sintomatologie strane.

Alla fine, comunque, mi sono ripresentato in Pronto Soccorso e mi hanno consigliato di fare un ricovero in gastroenterologia per effettuare le varie indagini.
Ho accettato e mi hanno sottoposto al tampone del Covid19. Sto attendendo l'esito per essere accettato in reparto.
Incrocio le dita.

Fatto sta che in questi giorni non ho avuto scariche di diarrea, né sangue visibile nelle feci. Queste ultime sono ben formate, anche se morbide e l'unico elemento "strano" è la presenza di muco. Ho qualche crampo addominale, ma nulla di eclatante e particolarmente invalidante.
Ho letto in rete i vari sintomi delle MICI e parlano di tutt'altri fenomeni rispetto a quelli che ho avuto io.
Comprendo, però, che ogni singola persona è un caso a parte e che l'unico esame che può darmi una soluzione affidabile è la colonscopia.

Fatto sta che quel valore della calprotectina (440), per la prima volta alto in questi anni, mi porta a temere la presenza di qualcosa, ma mi auguro vivamente di no.

Buona giornata!

[#8]  
Dr. Felice Cosentino

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
MILANO (MI)
CROTONE (KR)
REGGIO DI CALABRIA (RC)
ROMA (RM)
CINQUEFRONDI (RC)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2008
A risentirci
Dr Felice Cosentino, Gastroenterologo/Endoscopista - Milano (Clinica La Madonnina), Roma, Calabria (Crotone,Reggio)
www.endoscopiadigestiva.it