Utente
Buonasera volevo un parere medico sulla manometria esofagea che ho eseguito un po di mesi fa, visto che un dottore mi ha detto che ho l ernia iatale e un altro invece che ho lo spasmo esofageo e non ho ernia iatale.

Il mio problema principale è la la digestione lenta, il peso sullo stomaco e le continue eruttazioni che mi porto avanti da anni.

Nessuna anomalia della Chicago Classification riscontrata
I dati si basano sullo schema pubblicato della Chicago Classification e hanno il solo scopo di servire da guida per la diagnosi del paziente.
Indicazioni: MRGE
Interpretazione Risultati
Sfintere esofageo inferiore ipotonico, di lunghezza ridotta, con rilasciamenti presenti e completi.
Segni manometrici di ernia iatale (>2cm).
Motilità del corpo esofageo, caratterizzata dalla presenza di onde peristaltiche nel 80% e simultanee nel 20% delle deglutizioni liquide.
Sfintere esofageo superiore normotonico, normorilasciantesi, timing con la contrazione dell'ipofaringe presente.

Grazie a chi mi risponderà.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Se l' ernia iatale è stata vista ( e presumo fotogrfata ) significa che c' è. Il mondo pullula di " negazionisti " anche per altre cose importanti. Però la situazione non è importante, né pericolosa. Potrebbe chiedere al suo medico se non sia il caso di fare dei cicli con qualche farmaco ad azione procinetica, se è d' accordo.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore della risposta.
Ma ho già fatto dei cicli di domperidone e motilex motilium,nulla di fatto in concreto.Non ho più un gastroenterologo di fiducia visto che quello che avevo mi ha detto di rivolgermi ad altri colleghi che possono visitarmi più spesso....-.-
Dottore ha un email dove posso contattarla ?

[#3] dopo  
Utente
Scusi dottore se insisto, ma sull 'esito della manometria ho tutti valori della pressione del LES che sono fuori dai valori normali ,ma possibile che questo non voglia dire nulla?grazie.

[#4]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, vuol dire. Il LES è alterato perché c'è l 'ernia iatale. Ma la cosa più importante è che la motilità ( la peristalsi ) dell 'esofago è risultata nei limiti della norma.
Prof. alberto tittobello

[#5] dopo  
Utente
Capisco dottore ,eppure il problema di eruttazioni continue e digestioni lenta rimane, tra l altro sull altra manometria eseguita da un altra parte avevo il 50% di onde non propagate sul corpo esofageo.
Comunque se ha qualche suggerimento dottore lo accetto volentieri,perchè è ormai 5 anni che combatto con sto problema.,grazie.

[#6]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Poichè le due manometria non concordano, si potrebbe chiedere una conferma dal radiologo, facendosi prescrivere una radiografia del tratto digestivo superiore con bario.
Prof. alberto tittobello

[#7] dopo  
Utente
L ultima che ho fatto di prova di contrasto col bario è questo l esito :
Esofago pervio con pronto passaggio del contrasto nello stomaco ,presenta modico restringimento nel tratto distale di circa 3 cm in sede sovra-cardiale ma con plasticità conservata e con rilievo mucoso analizzabile regolare.

grazie dottore

[#8]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Il risultato della radiografia si potrebbe interpretare in questo modo : il reflusso dura da molto tempo ed - essendo acido, corrosivo, nel corso di questi anni ha provocato una infiammazione cronica della mucosa ( e un po' anche della parete ) dell 'esofago, per cui quella peristalsi di cui parlavo nella risposta precedente, non è regolare per tutto l' esofago : alla fine di questo organo la muscolatura è stata infiltrata da tessuto connettivo, più duro.Se è così, si può capire perché i farmaci abbiano poco effetto, ma se è così dovrebbe chiedere il parere di un chirurgo su cosa si potrebbe fare.
Prof. alberto tittobello

[#9] dopo  
Utente
Grazie mille dottore della risposta.
In effetti una cosa che mi lascia un po perplesso è che quando proprio non riesco a digerire e quindi sono costretto a vomitare mettendomi un dito in bocca è che il bolo che ne esce non sa di nulla ,come che il cibo non arrivi allo stomaco o meglio all'acido dello stomaco ,quindi spesso il vomito è inodore .
Grazie comunque adesso cercherò un chirurgo bravo delle mie parti.

[#10]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sì, oppure un endoscopista, perché spesso queste situazioni si possono trattare con l' endoscopio.
Prof. alberto tittobello

[#11] dopo  
Utente
Grazie dottore ,ha qualcuno da suggerirmi? io abito in provincia di venezia .

[#12]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Sia a Padova, sia a Verona ci sono alcuni tra i migliori gastroenterologi italiani
Prof. alberto tittobello