Utente
Salve dottori, scusate il disturbo vorei chiedervi un consiglio.
Nel 2017 ho eseguito una 24 pH-metria esofagea.
Vi riporto il referto: La 24H pH-metria evidenza 24 reflussi acidi di cui 0 di durata superiore ai 5 minuti (durata massima 3, 8 minuti).
Si sono inoltre verificate 163 eppisodi di alcalinizzazione del PH esofagea di cui 10 lunghi (durata massima 39, 2 minuti).
De Meester's score 4, 1, Area <H+ totale: 32.

Mi consigliano esecuzione di 24 PH ipedenzometria.
Adesso dopo un periodo che il problema di dolore al petto e lingua come rasposa e a volte gusto non di acido ma più che altro metallico era attenuato, in questi mesi e ritornato e anche con cura omeaprazolo 20 mg alla sera e gaviscon dopo i pasti e prima di caricarsi continuo ad accusare i dolori al petto e con a volte una tosse secca.
La 24PH ipedenzometria mai fatta, secondo voi e un esame importante da fare?
E poi da come ho capito i 163 episodi di alcalinizzazione del PH esofagea e dovuto alla bile?
giusto?
Può essere che stia sbagliando la cura con gli inibitori di pompa, perche non possono fare niente sulla bile?
Ne parlero col mio medico, ma mi piacerebbe il vostro parere su questo esame che ho fatto.
Dimenticavo soffro di un iniziale ernia Hiatale da scivolamento, grazie.

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Le sue domande sono molto pertinenti e la risposta è sì : probabilmente lei ha dei reflussi misti , con bile : per questo l ' impedenzometria è più importante della semplice pH-metria e per questo motivo la terapia andrebbe modificata, ma sarà meglio farlo dopo l' esame.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Grazie, dottore della risposta. In questi giorni chiedero al mio medico di prescrivermi questo esame il prima possibile , perché questi fastidi al petto e questa tosse stissosa mi stanno un po preoccupando . Secondo voi nel frattempo che riesca a fare questo esame , ci sarebbero dei farmaci che contrastano questi reflussi causati dalla bile? Sono preccupato che questi acidi possano rovinarmi la trachea . Ultima gastroscopia di 3 anni fa era nella norma se non per l'ernia. Una curiosità dottore, in questo periodo sento in un orecchio un suono che noto sopratutto nel silenzio, già altre volte mi capitava di soffrirne, ma durata poco , invece adesso noto che sta durando di più, potrebbe esserci correlazione con questo problema di reflusso ? Grazie .

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Il reflusso non agisce sulla trachea, ma sulla gola sì. E da qui può infiammare anche le tube di Eustachio che portano all ' orecchio. Però è cosa rara. In attesa dell' esame potrebbe farsi prescrivere un farmaco cosiddetto procinetico dal suo medico, se è d ' accordo.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Grazie dottore, farò cosi comunque adesso che mi ricordo prendevo un farmaco chiamato doperidon se non sbaglio. Non lo mai preso di continuo perché si diceva in giro che era un farmaco pericoloso . So che non dovrei cercare in rete, ma quando o scritto sul motore di ricerca il nome del farmaco la prima cosa uscita e la notizzia di possibili casi di infarto. Dovrei averne in casa ancora, né parlerò col medico. Grazie molto gentile.

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Quel farmaco va bene, ma non va preso in continuazione : solo saltuariamente in occasione di pasti più abbondanti o più " pesanti " del solito.
Prof. alberto tittobello