Utente
Salve,

sono un ragazzo di 27 anni che da circa 1 mese (da metà dicembre 2020) soffre di dolori addominali principalmente situati nel basso addome.


Il medico a cui mi sono rivolto (vivo all'estero) mi ha fatto fare delle analisi del sangue dove tutti i valori erano nella norma, eccetto per la bilirubina:

- totale: 2, 27
- diretta: 0, 69
- indiretta: 1, 58

Il dottore non ha dato gran peso a questi valori associandolo ad una possibile sindrome di Gilbert e non avendo a disposizioni valori di analisi precedenti.


In seguito il dottore mi ha anche fatto un'ecografia di fegato, colecisti, reni e milza e non ha trovato nulla di strano.


Nel frattempo sono arrivate le feste natalizie, sono rientrato in Italia e il dolore è scomparso per circa 10 giorni per poi ripresentarsi ad inizio del nuovo anno.


Ora da qualche giorno oltre ai fastidi addominali avverto della leggera nausea al mattino e un po' di debolezza generale.
Al bagno l'urina è normale, idem per il colore e le dimensioni delle feci.
L'unica cosa che ho notato utilizzando la carta igienica è che si sporca molto poco e lascia tracce sul giallo/verde più che sul marrone (non so se sia suggestione).


Nel frattempo ho trovato dei vecchi valori di bilirubina risalenti al 2014 e la totale era di 0, 85.


Cosa mi consigliate di fare?
Visita dal gastroenterologo?


Grazie

[#1]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
E' molto probabile che si tratti di un Gilbert. Sappiamo che la bilirubina, in questi casi, va e viene. Secondo me, almeno per ora, non deve fare altro.
Prof. alberto tittobello

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore per la celere risposta, mi fa piacere che pensi che siano sintomi non preoccupanti.

A cosa pensa possano essere associati i fastidi all’addome e la sensazione di nausea e debolezza? Possibile che abbia sviluppato un’intolleranza a qualche cibo?

Riguardo l’eventuale sindrome di Gilbert, quando mi consiglia di eseguire nuovamente delle analisi per un’eventuale conferma?

Grazie ancora!

[#3]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Per capire bene i motivi dei suoi disturbi bisognerebbe poterla visitare. Non c' è motivo che abbia sviluppato delle intolleranze.
Prof. alberto tittobello

[#4] dopo  
Utente
Quindi che tipo di visita mi consiglia di fare? Quali ulteriori accertamenti posso fare? Per questo inizialmente chiedevo se fosse il caso di prendere un appuntamento con un gastroenterologo.

[#5]  
Prof. Alberto Tittobello

28% attività
20% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2012
Non credo sia necessario.
Prof. alberto tittobello