Utente 960XXX
Buongiorno,
Vi scrivo per chiederVi un consiglio per mio nonno di 80 anni.
E' affetto da epatite C da diversi anni, patologia tenuta costantemente sotto controllo medico. Al momento è stazionaria.
Dall'ultimo controllo del sangue però è risultato il ferro alto. Da cosa può dipendere questo?
Visto che ultimamente è inappetente e quindi mi sembra alquanto dimagrito, mi potreste gentilmente consigliare un prodotto ricostituente che nn interferisca negativamente sui problemi che già ha?
In attesa di una risposta in merito, Vi ringrazio e Vi saluto cordialmente.

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

le cause dell'aumento del ferro nel sangue possono essere molteplici. Nel caso del nonno l'epatite C lo potrebbe giustificare ampiamente. Comunque soltanto la sideremia non è sufficiente, dovrebbe dosare anche i valori della ferritina e della transferrina. Non esistono i cosiddetti "ricostituenti", esistono dei complessi vitaminici e degli integratori.
Per entrambi i problemi ne parli al medico curante o al geriatra di fiducia che eventualmente segue il nonno.

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Antonio Ferraloro