Utente 294XXX
Salve a tutti i medici.
Ho dei problemi che riguardano mia nonna 83 anni da 3 mesi a questa parte che rendono la mia vita completamente invivibile ( preoccupazione per la sua salute)
La sua storia clinica aggiornata è molto ricente :
Storia clinica : paziente di 83 anni con artrosi,ipertesa ricoverata in UTIC
per sincope con BAV di II grado tipo I .

impiantato PMK bicamerale AAI-DDD stimolazione 70-120 bmp. ritmo spontaneo fc 87 bpm . AV stimolato : 180 msec. Si isola vena cefalica sinistra e si introducuno 2 elettrocateteri A e V in SIV e RVA con buoni parametri elettrici.

Tutto questo in data 10/06/2011

controllo PMK lunedi 05/09/2011 controlli tutto OK .

Nonostante la rassicurazione che i controlli dell'impianto siano tutti regolari
mia nonna ancora accusa malesseri di viario genere quali :
stanchezza cronica,mal di testa ,dispnea saltuaria e senso di sbandamento ( non riferisce vertigini da giramento di testa ma sbandamento)
Abbiamo sempre pensato che il pacemaker fosse una svolta per sua vita ossia un grandissimo aiuto sopratutto per queste sintomatologie ,invece sembra che talvolta sia peggiorata.
Sinceramente io sono un soggetto molto ansioso ed ho paura di perderla come quando ha avuto la sincope in casa. Non riesco a vederla sempre stanca o con il volto avvilito nonostante mi dimostri che non ha presenti dolori toracici o cardiaci.

Le analisi del sangue eseguite un mese fa risultano ottimali .
Si idrata regolarmente con acqua,succo di frutta e cosi via quindi escluderei la disidratazione.
Mi sapreste aiutare? non so più cosa fare per tranquillizzarmi tanto che sto arrivando a prendere degli ansiolotici.

Saranno delle sintomatologie senili normali? è ancora troppo presto per vedere miglioramenti dell'intervento del PMK ?

grazie davvero di cuore per l'aiuto .

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
L'applicazione di un pace-maker puo' risolvere i problemi "elettrici" di un cuore (se mi permettesse un paragone tra sua nonna ed un'automobile, il pace-maker sistema ilo spinterogeno, la centralina elettrica guasta, ma non i pistoni, cioe' la funzione di pompa di questo cuore). E' verosimile che, oltre al problema elettrico , risolto con il PM, la paziente abbia altre patologie cardiache.
Anche l'eta, mi creda, ha il suo ruolo e deve abituarsi all'idea che normalmente a quell'eta, se non addirittura prima, l'organismo peggiora inesorabilemnte e progressivamente, anche se la velocita' del peggiormaento - ovviamente - non e' prevedibile.
Cordialmente
cecchini
www.cecchinicuore.org
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#2] dopo  
Utente 294XXX

la ringrazio moltissimo per la risposta.Quindi mi sta suggerendo di abituarmi a questa condizione?
Altre patologie cardiache? mia nonna è in cura da un cardiologo privato che viene a casa una volta al mese ed oltre alla malattia del nodo del seno non ha mai riscontrato altre patologie , sono seriamente preoccupato ora che mi dice questo.
Anche quando è stata ricoverata a giugno non hanno riscontrato nulla oltre a quello per cui è stata ricoverata...
un peggioramento nonostante dovrebbe avere miglioramenti? non concepisco e sono avvilito.

[#3] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
Avrà pure fatto un ecocolordoppler cardiaco questa signora, degli esami del sangue, etc, visto che viene visitata una volta al mese.
Saluti
Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza

[#4] dopo  
Utente 294XXX

oh si , Dottore naturalmente. Le analisi del sangue sono state fatte circa un mese con esisti molto buoni anche a livello enzimatico.
il controllo Pacemaker il 5/09 risulta ok.

se le può essere utile questi sono i referti della cartella d'uscita dell'ospedale :

ecocardiogramma : del 09/06/2011

ventricolo sx di normali dimensioni endocavitarie con ipertrofia parietale concentrica marcata.
normale cinesi globale e segmentaria. FE conversata. Calcificazione parcellare del lembo posteriore mitalico con insufficienza mitralica lieve-moderata.Insufficienza tricuspidalica media. Dilazione biatriale. Ventricolo destro di normali dimensioni e cinesi segmentaria,Non versamento pericardico.


Il medico del controllo PMK hA riferito che i dolori che ha nella regione dell'impianto sono normalissimi. Inoltre presenta dei dolori alla bocca dello stomaco che si risolvono spontaneamente,forse reumatici vista l'osteoporosi.


Dottore, le domando continuamente scusa per le mie continue domande ma devo dire che continuo ad essere confuso.

Tutta via mi rendo conto della sua condizione generativa dovuta all'età.

Ringranziandola ancora di cuore le auguro buona giornata

simone

[#5] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La ringrazio io e mi congratulo per il suo profondo sentimento per sua nonna.
Il voler bene ad una persona, tuttavia , non deve farci dimenticare che la nostra vita ha dei limiti e che il nostro ruolo , nei confronti di chi abbiamo a cuore, e' di aumentare la qualita' di vita perche non possiamo agire sulla lunghezza della vita stessa, ne' per noi, ne' per gli altri, neppure per i figli.
Arrivederci
cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza