Utente 234XXX
Buon giorno ho un problema di questo tipo: mia mamma ricoverata da nove mesi circa in casa di riposo per schizofrenia abbinata ad inizio di morbo di parkinson. Lunedì sera alzandosi dalla sedia per recarsi nel salone a cenare è caduta.Il personale della casa di riposo ha deciso solo il mattino del giorno dopo che era il caso di portarla al pronto soccorso per verificare se ci fossero conseguenze alla caduta: mia moglie e io la portiamo in pronto soccorso e vengono riportate tre fratture all'omero destro. La riportiamo in casa di riposo dopo le cure del pronto soccorso e oggi dopo quattro giorni dalla caduta ci viene consigliato di riportarla al pronto soccorso in quanto sembrano esserci problemi al polso sinistro. Risultato siamo andati al pronto soccorso e oltre a una frattura al polso sinistro viene riscontrata anche una frattura al setto nasale. Ora chiedo può esserci stata negligenza da parte del medico della struttura rsa che non ha attivato i soccorsi il lunedì sera ma ha aspettato il mattino seguente (martedi) ed oggi (giovedi)?

[#1] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
bisogna conoscere meglio i fatti per rispondere. Conviene informarsi dal medico della struttura dell'accaduto nei maggiori dettagli. Inoltre, la figura con la quale penso che possa essere corretto parlare è il Direttore Sanitario della struttura.

Nel caso la Sua mamma il lunedì sera, dopo la caduta, è stata visitata dal medico e lui non ha riscontrato segni di lesioni legati al trauma, e, ritenendo la situazione non urgente, non l'aveva inviata al Pronto Soccorso subito la stessa sera, ma l'ha fatto la mattina seguente, comunque "per verificare se ci fossero conseguenze alla caduta", non è necessariamente una negligenza. Anche nel caso nel quale il medico nella RSA, secondo il regolamento, non c'è tutte le ore, e le decisioni sono dipese dalle valutazioni del personale infermieristico, se questo ha assistito la mamma e ha riportato il fatto, ma non ha riscontrato e non ha riportato segni di lesioni legati al trauma, non necessariamente si tratta di una negligenza.

Le consiglio comunque di fare la Sua domanda anche nella sezione della Medicina Legale di questo sito.
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk

[#2] dopo  
Dr. Alex Aleksey Gukov

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
0% attualità
20% socialità
GENOVA (GE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2010
Gentile utente,
aggiungerei che, a parte le questioni legali, sarebbe importante capire i fattori che hanno predisposto la Sua madre alla caduta (soprattutto se non è successo prima o se prima ciò succedeva di rado): i fattori che forse si può curare e controllare a scopo anche preventivo. Il Morbo di Parkinson è un disturbo che coinvolge la coordinazione dei movimenti e la deambulazione, ed è una malattia a decorso progressivo. Se, come Lei scrive, si tratta dell'inizio del Morbo di Parkinson, la malattia poteva peggiorare? Da tenere anche in considerazione che nella cura della Schizofrenia vengono comunemente impiegati i medicinali che possono dare luogo alla forma indotta (da medicamenti) del parkinsonismo, oltre ad avere l'azione sedativa e di poter avere l'impatto sulla capacità di equilibrio. Ovviamente, nella persona anziana possono concorrere anche gli altri fattori. Suggerirei di parlarne con il medico che segue la Sua mamma nella Casa di Cura.
Dr. Alex Aleksey Gukov

www.psichiatriagenova.tk
www.proiettivo.tk