Utente
Salve volevo chiedere se è normale avere un ciclo mestruale con 7 giorni di sanguinamento abbondante e dolori. Negli ultimi due mesi il mio ciclo è così. In concidenza della data mestruale ho queste enormi perdite di sangue rosso vivo molto fluido che sembravano diminuire per poi intensificarsi di giorno in giorno sempre di più insieme ai dolori. Prima non era così, anzi era molto scarso. Questo mese, su invito della ginecologa, ho iniziato, per la prima volta, la pillola Lucille. Lunedì ho prenotato la visita con ecografia transvaginale ma non riesco a stare tranquilla. Cosa potrebbe essere?

[#1]  
Attivo dal 2010 al 2013
Gentile Signora,

E' giusto approfondire il suo problema con l'ecografia.
Alla sua età, comunque, è probabile che si tratti di semplici "disfunzioni" ormonali, tranquillamente risolvibili con la pillola.
L'ecografia, nel caso peggiore, potrebbe evidenziare un polipetto dell'endometrio o qualche fibrometto: tutte condizioni assolutamente benigne, ma improbabili in considerazione della sua giovane età!
Stia tranquilla!

Cordialmente,

[#2] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua risposta. Cercherò di pazientare fino alla fine di questo ciclo e all'ecografia di lunedì. Magari le scriverò anche l'esito nell'attesa di mostrarlo alla mia ginecologa. Le auguro un buon anno!

[#3] dopo  
Utente
Volevo approfittare della sua pazienza per farle un'ulteriore domanda. Una mia amica è incinta,è entrata ormai al terzo mese, e ogni mese, nel periodo in cui avrebbe dovuto avere le mestruazioni ha delle perdite ematiche. La cosa ha destato la mia curiosità e su internet ho trovato numerosi siti, blog etc..dove si parla di donne incinte con il ciclo per numerosi mesi. Questa cosa mi ha lasciato delle perplessità. Ma il ciclo quando si è incinte non dovrebbe scomparire? In che cosa si differenziano queste perdite dalle normali mestruazioni? Comportano gli stessi sintomi premestruali (dolori addominali- dolore al seno..etc..)? Spero riesca a sciogliere questo mio dubbio...

[#4]  
Attivo dal 2010 al 2013
Gentile Signora,

Durante la gravidanza l'ovulazione è naturalmente soppressa... Al contrario, si verificherebbe la cosidetta "superfetazione", ossia l'instaurarsi di una gravidanza mentre un'altra è già in corso. Negli esseri umani non è mai stata descritta. Diversa, e possibile, è la "superfecondazione" ossia la fecondazione di due ovociti in due momenti diversi dello stesso ciclo (classico esempio è una donna bianca che partorisce due gemelli, uno "bianco" ed uno "di colore", risultato chiaramente di due rapporti con uomini diversi).
Le perdite ematiche vaginali nel primo trimestre sono da considerarsi sempre "patologiche" fino a prova contraria. La cadenza delle stesse in coincidenza col precedente ciclo è puramente casuale.

Spero di essere stato esaustivo...

Cordialmente,

[#5] dopo  
Utente
Gent. dottore,

la sua risposta è stata veramente molto chiara. Il mio problema tende però a non risolversi: sono due giorni che ho perdite di sangue nero che si accompagna a bruciore. Il dolore al seno premestruale non è mai andato via. Ogni tanto ho un pò di nausea.
1)é possibile che ad una sola settimana dall'assunzione della pillola Lucille (l'ho iniziata per la prima volta) si avvertano gli effetti indesiderati che sono citati nel foglio illustrativo? Possono essere i farmaci che prendo per la gastrite? (OMEPRAZOLO)
2)Giorno 10/12 ho avuto un rapporto non protetto dall'inizio( il preservativo è stato inserito dopo) Giorno 25/12 mattina, avendo un ritardo di quattro giorno ho fatto un test per tranquillizzarmi. Il risultato era negativo. (il giorno dopo è arrivato il ciclo). Posso stare tranquilla vero? Visto che lunedì devo fare l'ecografia transvaginale se ci fosse una gravidanza in atto si vedrebbe?

[#6]  
Attivo dal 2010 al 2013
Gentile Signora,

Le rispondo schematicamente:
1) Si, è possibile che gli effetti collaterali della pillola si manifestino molto precocemente. Non ritengo l'omeprazolo responsabile della sintomatologia che Lei presenta.

2) Mi sento di escludere una gravidanza in atto: se il 25 Dic. il test di gravidanza era negativo (con l'ultimo rapporto "a rischio" avvenuto il 10 Dic.) si può tranquillamente escludere una una gestazione in corso, a meno naturalmente di altri rapporti potenzialmente a rischio avvenuti in seguito.
Sì, il 3 Gen. si vedrebbero quantomeno segni "indiretti" di una gravidanza.

Ritengo i suoi sintomi (nausea, dolore al seno, perdite scure) ascrivibili all'assunzione della pillola stessa.
Circa il "bruciore" che Lei riferisce potrebbe essere riconducibile ad un'infezione vulvo-vaginale o ad una uretro-cistite. A tale proposito, lamenta qualche disturbo della minzione? Bruciore, minzione frequente, senso di incompleto svuotamento vescicale...?
Mi faccia sapere circa l'esito dell'ecografia pelvica.
In ogni caso mi sento di poterla tranquillizzare...

Le auguro un felice 2011!

Cordialmente,

[#7] dopo  
Utente
Grazie per le chiare risposte..
Queste perdite si verificheranno, quindi, durante tutto il corso dell'assunzione della pillola o avranno una cessazione? Sono terribilmente imbarazzanti e motivo di inibizione nei rapporti con il mio partner.
Per quanto riguarda il "bruciore" non si verifica in particolari momenti come la minzione.
Bruciore, minzione frequente e senso di incompleto svuotamento della vescica sono stati sintomi che mi hanno spinto all'inizio del mese di dicembre a fare la visita ginecologica. Mi è stato fatto un tampone vaginale, il pap test (di cui attendo ancora l'esito!)e mi sono state richieste le analisi delle urine (dove è emersa la presenza di rara batteriuria).
Le riporterò l'esito dell'ecografia. Cordiali Saluti.

[#8] dopo  
Utente
Tra qualche ora effettuerò l'ecografia transvaginale, nel frattempo ho dolori alle ovaie tanto da piegarmi in due dal dolore. dipende sempre dalla pillola?

[#9] dopo  
Utente
Gent. dottore ecco il risultato della mia ecografia:

Utero con dimensioni regolari e struttura omogenea
Endometrio di tipo proliferativo, spesso circa 4 mm.
DL: 80 mm; DT: 42 mm; DAP: 35 mm.
ovaie regolari per morfologia, dimensioni e caratteri ecostrutturali.
Ovaio dx: DL: 23 mm; DT: 38 mm; dap: 18 mm (volume: 7,5 cc.)
Ovaio sn: DL: 29 mm; DT: 21 mm; dap: 13 mm (volume: 4,4 cc.)
Non lesioni espansive nè raccolte liquide in sede pelvica.

Il medico dell'ambulatorio mi ha detto che è tutto nella norma.
( non ci sono segni di gravidanza in atto!)
quindi posso stare tranquilla?

[#10]  
Attivo dal 2010 al 2013
Gentile Signora,

Tutto appare nella norma! Può stare senz'altro tranquilla!

Cordialmente,

[#11] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua cortesia e attenzione. Sono finalmente tranquilla. Il problema è che non riesco a risolvere questo dolore alle ovaie che ho. Quando starnutisco o tossisco sembra che dentro stia esplodendo qualcosa. Il medico mi ha detto che tutto dipende dal fatto che la mia pillola ha un basso dosaggio ormonale quindi le ovaie continuano,pur non essendoci un' ovulazione, ad essere attive. Inoltre le perdite scure non sono mai cessate. é opportuno informare la mia ginecologa di queste problematiche ?

[#12]  
Attivo dal 2010 al 2013
Gentile Signora,

Dall'ecografia non è emerso alcunchè di patologico nelle sue ovaie... Quindi mi sentirei di escludere cisti o quant'altro.
Mi rivolgerei senz'altro alla sua Ginecologa per i seguenti motivi:

1) escludere/confermare un'infezione alle tube e/o all'endometrio, magari mediante TAMPONE CERVICALE E VAGINALE (una infezione potrebbe essere responsabile, oltre che dei dolori, anche delle perdite scure vaginali);

2) escludere/confermare una cistite attraverso un esame delle urine ed eventuale urinocoltura;

3) escludere/confermare una patologia dell'intestino.

Già con un accurato colloquio e una visita attenta ci si può agevolmente orientare nella diagnosi.

Chiaramente " a distanza" di più non posso dirle...

Mi informi, ci tengo!

Cordialmente,

[#13] dopo  
Utente
Gent. dottore sono in attesa di fare tutte le visite d'accertamento, nel frattempo, le volevo due domande "urgenti".
1)Negli ultimi giorni, a causa di fastidioso mal di testa e un brutto raffreddore, ho assunto Cibalginadue fast. In farmacia mi hanno detto che può essere assunto anche se prendo la pillola perchè non interagisce con quest'ultima. Per precauzioni mi hanno consigliato di non prendere Cibalgina nello stesso orario della pillola. Io ho assunto CIbalgina sempre di mattina e la pillola la prendo alle 23. Posso stare quindi tranquilla?
2)Poco fa misurando la temperatura corporea mi sono accorta di avere la febbre, anche un pò "altina". Ho chiamato il medico. Probabilmente mi darà degli antibiotici. La mia ginecologa mi aveva avvertito che quest'ultimi bloccano invece l'efficacia della pillola. Come devo comportarmi? Dopo la guarigione, per quanti giorni dopo l'assunzione degli antibiotici, è opportuno utilizzare anche il preservativo per essere totalmente sicuri? La ringrazio.

[#14]  
Attivo dal 2010 al 2013
Cara Signora,

Sempre per essere schematico...:

1) Non vi è alcuna interazione significativa tra Cibalgina e pillola anticoncezionale! O meglio, può verificarsi una lieve diminuzione dell'efficacia antiinfiammatoria dell'ibuprofene, ma nessuna diminuzione di efficacia contraccettiva della pillola;

2) Non tutti gli antibiotici interagiscono in senso "negativo" con la pillola. Alcuni esempi:
- Nessuna interazione: Gentamicina, Ciprofloxacina,
Levofloxacina, Fosfomicina, ecc.;

- Diminuzione efficacia contraccettiva: Ceftriaxone,
Cefazolina, Cotrimossazolo,
Eritromicina, Claritromicina,
Azitromicina, Nitrofurantoina,
Metronidazolo, Amoxicillina,
Ampicillina, Clindamicina,
Tetraciclina, Cloramfenicolo,
ecc.

Nella pratica clinica, questi ultimi sono i più
utilizzati... Quindi, oltre alla pillola bisogna
impiegare il preservativo per almeno 8 giorni dopo
la fine della terapia antibiotica.

Se ha dubbi non esiti a contattarmi.

Cordialmente,

[#15] dopo  
Utente
la ringrazio per la sua chiara risposta. Quindi nemmeno L'omeprazolo interferisce sulla pillola? Sono oggi alla mia ultima pillola del blister. dovrei avere quindi nei prossimi giorni il sanguinamento da sospensione. Ma si tratta (in durata e quantità) di un sanguinamento come un ciclo normale? Quindi se arriva significa che l'assunzione è avvenuta in modo corretto vero? Scusi se mi faccio le paranoie ma è la prima volta che assumo un contraccettivo ormonale e da un punto di vista psicologico vedo la sfiducia del mio ragazzo che per sicurezza dice preferisce ricorrere anche al preservativo.

[#16]  
Attivo dal 2010 al 2013
Neppure l'Omeprazolo interferisce "negativamente" sull'efficacia della pillola.
Le perdite "mestruali" durante la sospensione del contraccettivo ormonale sono solitamente più scarse in termini di quantità e durata. Naturalmente questo dipende dalla pillola che usa e da come il suo organismo "reagisce" alla stessa. Se mi concede un esempio, la pillola (o un contraccettivo ormonale in generale) è come un paio di scarpe... bisogna trovare quelle che meglio si adattano al proprio piede. Fuori dalla metafora, è impossibile prevedere con certezza assoluta quale sia la migliore pillola per una una donna senza provare. Naturalmente esistono dei criteri per prescrivere questa o quella, ma talvolta è necessario provarne diverse fino a trovare quella "ideale".
Circa le perplessità del suo ragazzo, deve assolutamente tranquillizzarlo! La contraccezione ormonale ha un'efficacia elevatissima, prossima al 100%, se assunta in modo corretto.

Buona serata.

[#17] dopo  
Utente
Dottore mi scusi spero di non assillarla con le mie domande ma ho qualche dubbio su una cosa successa ieri e non so come comportarmi. Avrei bisogno di una risposta.
Ieri sera alle 22:52 ho assunto l'ultima pillola Lucille del mio blister, subito dopo tra le 23 e mezzanotte ho avuto un rapporto anale con il mio ragazzo non protetto con eiculazione interna. Pochissimi secondi dopo, esattamente, alle 00.30, andando in bagno ho avuto lievissimi attacchi di diarrea di pochissimi secondi e scarsa quantità. Questo attacco si è ripetuto stamattina (ore 11:30).
Per il rapporto, nel caso in cui lo sperma sia entrato accidentalmente a contatto con i miei genitali sono protetta? La pillola è stata assorbita? come mi devo comportare adesso? Non ho potuto prendere nemmeno un'altra pillola per sicurezza perchè era l'ultima e non avevo un blister di scorta. Da stasera sarei nei 7 giorni di sospensione se non si inizio un altro pacchetto!
Sono in ansia. succedono tutte a me!

[#18] dopo  
Utente
Spero che mi risponda presto...anche perchè sto continuando a stare male...

[#19] dopo  
Utente
Spero che mi risponda presto...anche perchè sto continuando a stare male...

[#20]  
Attivo dal 2010 al 2013
Stia assolutamente tranquilla, non è successo niente! E' comunque protetta!
Vedrà che tra pochissimi giorni le verranno le "mestruazioni".
Mi faccia sapere.

[#21] dopo  
Utente
é sempre gentilissimo dottore Paccagnella. Ma più o meno quanti giorni passano all'arrivo del "ciclo" dall'assunzione dell'ultima pillola?
Ho inoltre un dubbio. La pillola di sabato, nonostante il breve episodio di diarrea (dopo un'ora dall'assunzione) va considerata assimilata e quindi devo iniziare il blister domenica 23/01 oppure devo considerare sabato come primo giorno di sospensione visto l'accaduto e cominciare il nuovo blister sabato 22/02?

[#22]  
Attivo dal 2010 al 2013
Il flusso arriva generalmente, in media, dopo 3 giorni. Raramente può anche iniziare poco prima della prima pillola della confezione successiva. In quest'ultimo caso, deve assumere ugualmente la pillola come "da calendario", senza che vi siano rischi di mancata "copertura".
La pillola di Sabato deve essere considerata "assunta" e quindi deve iniziare la nuova confezione come di regola dopo 7 giorni di sospensione, e quindi Domenica.

Buona serata!

[#23] dopo  
Utente
Farò come ha scritto. nel frattempo sono ancora in attesa del ciclo e sto pensando se ho fatto un uso corretto della pillola in questo primo mese:

- l'ho assunta il primo giorno del ciclo, e da quel giorno sempre alla stessa ora. (22.52)
- Non ho mai avuto dimenticanze.
- Ho assunto farmaci che però non incidevano sulla sua efficacia ( VALPINAX- OMEPRAZOLO - CIBALGINADUEFAST E GAVISCON)ho chiesto pareri ai medici!
- Non ho avuto rapporti totalmente non protetti perchè il mio ragazzo continua ad usare il preservativo, anche se non dall'inizio.
- Mai episodi di vomito o diarrea grave entro le 4 h (eccetto l'episodio lievissimo di sabato!)
Credo che sia un comportamento per cui posso stare tranquilla?
Ma perchè negli ultimi giorni sto notando la presenza di muco e ho anche sensazione di bruciore?
sono riuscita ad avere un appuntamento con la ginecologa spero di riuscire ad avere i risultati del pap-test che avevo effettuato.

[#24] dopo  
Utente
Gentile dottore, dopo tanto sono qui a chiederle una nuova consultazione. Questo mese qualche sera ho assunto la pillola quotidiana 10 minuti prima dell'orario consueto (22:52) e ieri 20 minuti prima. Mi è successo nelle sere in cui esco per evitare che me la dimentico. Questo tipo di comportamento può alterare l'assimilazione della pillola? In questo mese ho notato una secrezione vaginale maggiore dipende da questo tipo di assunzione?

[#25]  
Attivo dal 2010 al 2013
Gentile Signora,

Lievi variazioni nell'orario di assunzione della pillola non condizionano assolutamente l'efficacia della stessa.
In merito alle secrezioni che mi riferisce non ritengo dipendano da questo "cambiamento", assolutamente trascurabile. Se tali secrezioni sono limpide e non maleodoranti può stare tranquilla; al contrario, potrebbero essere indice di un'infezione vulvo-vaginale che necessiterebbe di una terapia speciifica.

Non esiti comunque a contattarmi per qualsivoglia necessità.

Cordialmente,

[#26] dopo  
Utente
Gentile dottore, la contatto per conoscere il suo parere sui risultati del mio pap test e sulla cura che mi è stata data..
Il responso è negativo per quanto concerne lesioni intraepiteliali o maligne. é stata riscontrata la presenza di flora suggestiva di "vaginosi batterica", Infiammazione e paracheratosi.

La mia ginecologa mi ha prescritto:
- Meclon ovuli;
- Clogin Mousse detergente
e AB- 300 - acido Borico in policarbophil -

é sufficiente per risolvere il mio problema?

[#27]  
Attivo dal 2010 al 2013
Gentile Signora,

Col termine "vaginosi" si suole intendere la presenza, talora asintomatica, di germi patogeni all'interno della sua vagina. Generalmente si tratta di batteri gram negativi (o gram variabili) o anaerobi, tipo Gardnerella, Mobiluncus, ecc.
A meno di presenza di ife fungine (Candida e ssp), impiegherei solamente il Meclon, 1 ovulo vaginale alla sera (a letto) per 10 sere consecutive, o Cleocin 100mg, 1 ovulo alla sera (a letto) per 3 sere consecutive o, ancora, il Flagyl, 1 candeletta vaginale alla sera per 10 sere consecutive (anche durante il "ciclo").
Circa l'impiego di antifungini (come l'AB 300), li userei solamente in presenza di funghi (che dal referto del pap test non compaiono).

Cordialmente,

[#28] dopo  
Utente
Gent. dottore, volevo una risposta ad una mia curiosità. Volevo sapere se sono nella norma delle piccole perdite trasparenti, poche volte portatrici di prurito, e talvolta, simili a muco cervicale. Prendo la pillola da diversi mesi, ormai, cosa sono quindi?? Potrà sembrarle banale ma, ho notato che nell'ultimo periodo, ho sofferto una volta di candida e una di vaginosi che ho curato con gli ovuli, in un tempo ravvicinato e non vorrei ricaderci. grazie per la sua paziente risposta!

[#29]  
Attivo dal 2010 al 2013
Gentile Signora,

Alcune "perdite trasparenti" sono assolutamente fisiologiche. Esse non sono altro che secrezioni da parte di ghiandole situate all'interno del suo canale cervicale o vulvo-vaginali... Se associate a prurito intimo possono indicare una concomitante infezione fungina, talvolta in assenza delle caratteristiche secrezioni tipo "latte cagliato", suggestive di una infezione più importante. Un "esperimento" che può tranquillamente fare è quello di, in caso di prurito, fare delle lavande interne / esterne con acqua e bicarbonato di sodio (1 cucchiaio di bicarbonato per litro d'acqua): se il prurito scompare è molto probabile che si tratti di una micosi.
La pillola può favorire l'insorgenza di candidosi vulvo-vaginale. D'altronde terapie topiche (ovuli) antimicotiche possono favorire l'instaurarsi di vaginosi, e viceversa... Non dimentichiamo poi che sovente l'infezione da Candida può trasmessa "a ping-pong" tra lei e il suo partner, e che quindi può essere necessario iniziare un trattamento contemporaneamente.
In ogni caso, nel caso di recidive è importante mantenere un normale equilibrio della flora batterica intestinale (la candida e batteri che colonizzano i genitali provengono dall'intestino!) mediante l'assunzione periodica di fermenti lattici (uno schema può essere: 10 giorni al mese di probiotici).
Spero di avere chiarito i suoi dubbi.

Buona Pasqua!

Cordialmente,

[#30] dopo  
Utente
La ringrazio per la sua risposta.. Buona Pasqua!

[#31] dopo  
Utente
Gentile dottore, ho bisogno ancora una volta di un suo consulto, visto che mi sono trovata molto bene, e spero tanto di poter ricevere una sua risposta al più presto!
Purtroppo a causa del mio lavoro al bar, in questi tre mesi ho preso la pillola con un certo ritardo rispetto all'ora prevista(un ritardo di mezz'ora- un'ora non tutti i giorni, una volta sola due ore!)ma sempre entro le 12 ore. A inizio del mese, durante la settimana di sospensione, al 7 giorno, ho avuto un rapporto non protetto, con eiculazione esterna, nell'acqua parecchio calda di una piscina con il mio fidanzato. Il giorno dopo ho cominciato il mio blister, ma purtroppo sempre in maniera disordinata, dovendo far uso anche del blister di riserva per pillole che mi sono cadute. Ho deciso di evitare rapporti non protetti per questo motivo. Ma sono in ansia. Quel rapporto era protetto grazie alla copertura "disordinata" data dal blister precedente del mese di luglio o no?? Ora sono nella settimana di sospensione, al 3 giorno ma ancora niente ciclo!