Utente
buona sera a tutti!
sono una ragazza di 22 anni, soffro di cistite da qualche anno, ma volevo esporvi soltanto il mio ultimo problema:
Agli inizi di settempre, ho accusato forti dolori e bruciori mentre avevo rapporti con il mio ragazzo, subito dopo un influenza.
Successivamente i bruciori sono comparsi anche quando urinavo, poi i rapporti sono diventati impossibili.
Ho deciso cosi di andare dal mio medico curante per eseguire urinocoltura e tampone

i risultati sono stati i seguenti:
URINOCOLTURA: ESCHERICHIA COLI
TAMPONE: STREPTOCOCCUS AGALACTIAE (GROUP B)

Poiche i risultati li ho avuti con una settimana di distanza il medico mi ha prescritto 2 cure.
-Escherichia coli curata con 1 compressa al giorno X 3 gg di ciproxin 500mg a rilascio modificato.

-Streptococcus curato con 3 compresse al giorno X 6 gg di zimox 500mg e lavade a base di fermenti lattici (YOVIS).

Mentre facevo la seconda cura ho avuto perdite di sangue fino alla comparsa del mio ciclo mestruale, circa 7 giorni dopo.
Ricordo che sto usando yasmin, se puo essere utile.
ho provato ad avere un rapporto (non protetto) alla fine del ciclo..il risultato è stato un disastro.
Sia durante che dopo il rapporto ho avuto fortissimi bruciori.
il mio ragazzo si è svegliato con il glande pieno di puntini rossi e
con il passare dei giorni sono comparsi anche dei puntini bianchi piccolissimi,un linfonodo si è infiammato solo per 2 giorni.adesso sembra a posto.
Ho parlato subito con il mio ginecologo e mi ha diagnosticato una candida post antibiotico.
ho iniziato questa cura:
-1 ovulo x 6 gg di FALVIN
-lavaggi EDENIL
-pevisone latte da mettere mattina e sera
-saugella attiva per lavarsi normalmente
alla fine di tutto 1compressa di difluca 150 a me e al mio ragazzo.

C'e solo un problema! la candida non procura perdite biancastre maleodoranti?
perche io non ho prurito e ne perdite?
Continuo ad avere ancora e solo perdite di sangue.

secondo voi sono sintomi di candida?o puo essere qualcos altro?per quanto riguarda il mio ragazzo?
Grazie mille...attendo vostri consigli
fabiana

per favore

[#1]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Esegua la terapia del Ginecolog Curante. Al termine, dopo almeno 7 - 10 giorni dall'ultima dose di antibiotico, effettui novamente un tampone vaginale e cervicale, oltre ad un esme delle urine comprensivo di urinocoltura (per essere più sicuri, è meglio eseguire tre prelievi delle urine a ritmo di 1 ogni 3 giorni).
Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente
grazie mille

[#3] dopo  
Utente
sto attendendo i 20 gg dalla fine delle cure per fare un urinocoltura,
intanto...
appena finito il ciclo di terapie con ovuli diflucan ecc...sono andata a fare una visita ginecologica di controllo e mi hanno prescritto gyne-canestel crema da mettere 1 volta al giorno x 4 giorni.
Per quanto riguarda il mio ragazzo il dott.ha prescritto pevaril crema da applicare 2 volte al giorno per 4 giorni.
A lui i puntini rossi sottocutanei persistono e inoltre ha delle bollicine color carne della grandezza di capocchie di spillo nascoste "sotto" la corona del glande.
venerdi è andato a mostrarle al medico curante e sicome il pene era ritirato dall'imbarazzo non si riuscivano a vedere.
Il medico ha detto che è sicuramente candida quindi gli ha dato 2 cp al giorno di diflucan 100mg x 5 giorni.
penso che queste "palline" che assomigliano a minuscole papule perlacee siano aumentate di numero e di volume...
è possibile che la cistite che ho avuto sia stata causa soltanto di un abbassamento delle difese immunitarie e queste escrescenze siano anche una conseguenza dei bruciori che ho mentre urino?
anche perche secondo me...e ne sono sicura non avevo la candida!
non avevo perdite, no prurito e no odore niente di niente...soltanto bruciori mentre urinavo e rapporti impossibili...
potrebbero essere condilomi?è possibile magari mandare una fotografia?
o potrebbe essere clamidia?il mio ex era sterile...
solo da qualche giorno ho saputo che lui in passato ha sofferto di un infezione di funghi...con molto pus e puntini.
ha fatto diverse cure poi è guarito.
oggi mi sono accorta di avere delle perdite sul giallognolo...
sono ancora molto confusa se per cortesia potete chiarirmi qualche dubbio mentre attendo i 20 gg....
grazie

[#4]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Pur con le limitazioni ovvie che il mezzo telematico possiede, mi sembra di poter dire che le escrescenze carnose di cui il Suo partenr si lamenta NON siano da attribuire alla Candida.
Urge controllo Andrologico o Dermatologico.
Per il Suo caso, ovviamente, resto della mia idea:
aspettare 10 giorni almeno dal termine di ogni trattamento ed eseguire un nuovo tampone vaginale e cervicale, oltre ad una visita ginecologica completa, a questo punto, anche di Colposcopia.
Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#5] dopo  
Utente
Gentilissimi Dottori...
ho fatto la visita da 1 dermatologo/venerologo sia io che il mio compagno...
La risposta è stata:"queste escrescenze sono fisiologiche!"
io continuo ad avere disturbi mentre urino...
bruciori, pancia gonfia, rapporti insopportabili...a volte prurito (con sensazione tipo puntura fino ad arrivare alla vescica)
Nel frattempo ho ricevuto i risultati del pap test che è risultato negativo.
La settimana successiva ho eseguito un tampone completo che dovrò eseguire di nuovo in quanto non sono riusciti a verificare l'esame per la clamidia.
Il risultato è stato :presenza di gardnerella vaginalis.(NON PRESENTE NEL PRIMO TAMPONE CHE RISALE A 2 MESI FA)
Ho avuto le mie mestruazione con un ritardo di 7 gg circa; al termine di queste C'è stata una ricaduta fortissima di cistite.
Ho eseguito un altra urinocoltura, risultato:escherichia coli curata con un altro antibiotico: prixar 1cp da 250mg x 5 gg
La cura l'ho finita sabato, ma lunedi mattina mi sono risvegliata con una pancia gonfissima(avverto anche bruciori nell'intestino) ed è ricomparso il bruciore mentre urino...
Raramente ho anche qualche perdita penso sia la causa della gardnerella vaginalis che dovrò curare in seguito.
Sarò molto paranoica ma ho 22 anni e se a quest'età sono cosi mal messa non immagino quando ne avrò 40...oltretutto anche il mio Dottore non riesce a capire com è possibile che ritorni questo germe (coli) dopo tutte queste cure di antibiotici, fermenti lattici ecc...
A questo punto cosa potete consigliarmi?
Attendo una risposta...e Vi ringrazio per i consigli dati fino a questo momento..

[#6]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Credo sia opportuno:
a) una valutazione gastroenterologica (l'E. Coli è un germe intestinale che, se si ritrova nelle urine, segnala spesso la presenza di disfunzioni del colon, come la sindrome dell'intestino irritabile - la vecchia "colite", per intenderci)
b) una alimentazione ricca in verdure a foglia larga, alimenti integrali, acqua (almeno 2L nelle 24 ore)
c) una terapia con Colifagina S per almeno 3 settimane, con cicli di 7 giorni di terapia al mese per tre mesi.

La Gardnerella Vaginalis risponde bene a trattamenti misti locali + generali con trattamento di prevenzione delle recidive da eseguire per almeno 3 cicli consecutivi (chiedere al Curante).
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#7] dopo  
Utente
grazie ancora per tutta la sua disponibilità.

[#8] dopo  
Utente
Gentilissmo Dott. le scrivo per l'ennesima volta chiedendo ancora un suo parere.
Dopo DIVERSE analisi i risultati sono stati:
ureaplasma urealiticum.
Ho curato la gardnerella con flagyl + ovuli + lavande disinfettanti.
Ureaplasma curato con eritromicina 1 g 2 volte al di x 6 gg.
Le cure le ho finite il 16.01 oggi siamo il 30, ancora non riesco a capire come sia possibile che il bruciore durante la minzione non sia passato.
Ho perdite ematiche molto abbondanti da circa un mese, a volte sono rosacee e continui crampi ad altezza ovaie e utero.
Ho assunto anche un antispastico, senza risultato.
Ho rifatto un'altra ecografia: nella norma.
urinocoltura, niente.
sangue: scarsa emoglobina, ematocrito e globuli rossi; proteina C reattiva 0.1
Attendo risposte di altri tamponi, la Dott.ssa mi ha consigliato un ecografia addominale.
Sembrerebbe una super infezione ma da cosa?
Ne il mio ginecologo ne in ospedale sanno rispondermi.

[#9]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Credo di non aver inteso bene.
Le perdite abbondanti cui si riferisce sono quelle alla minzione o si tratta di perdite ematiche vaginali?
Quando dice:"sangue: scarsa emoglobina", credo si riferisca ad un dato dell'emocromo.
In particolare l'emoglobina quant'è?
Altra frase da chiarire: "Sembrerebbe una super-onfezione ma da cosa?".
Si riferisce ad una Sua idea o ad una "diagnosi" fattaLe da qualcuno?

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#10] dopo  
Utente
Mi scusi... le perdite ematiche sono vaginale.
emoglobina 12.0
Ieri sono andata in pronto soccorso causa fortissimi dolori addominali ( altezza ovaie) e fortissimo bruciore durante la minzione simile alla cistite.
Ho eseguito subito le analisi del sangue e dell'urina(nessun problema).
La super infezione è una supposizione fatta da una ginecologa, ma non riesce a capire da cosa provenga.
Ieri a differenza degli altri giorni le perdite ematiche erano scarse, quindi la secrezione che fuoriusciva dalla vagina era di colore rosastro( tipo color salmone).
Se ha bisogno di ulteriori chiarimenti sono a sua disposizione.

[#11]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Credo sia opportuna, per Lei, una valutazione Nefro-Urologica per le casue della Sua cistite ricorrente.
Non c'è assolutamente anemia.
Per le perdite vaginali rosate, potrebbero essere fisiologiche in periodo fertile (12mo - 15mo giorno del ciclo contando dal primo griono del flusso mestruale abbondante). In altra fase del ciclo e se si associano a prurito, bruciore, dolore o senso di calore locale, andrebbero meglio indagate con l'utilizzo di un tampone vaginale.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#12] dopo  
Utente
Grazie

[#13] dopo  
Utente
Gentilissimo Dott. volevo informarLa che ho eseguito visita urologica.
Nessun problema tutto nella norma. Il medico mi ha prescritto soltanto degli integratori x ristabilire la vescica..."acidif".
Ho ritirato i risultati del tampone vaginale e sono risultata positiva a un altro streptococco; questa volta e quello BETA!
ma come è possibile?
da cosa puo dipendere?

[#14]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Anche lo streptococco Beta-Emolitico è frequente nelle feci, oltre ad essere un normale "commensale" della flora batterica vaginale.
Se la carica batterica rilevata dal tampone è significativa, Le sarà senz'altro stata eseguito, a latere del tampone e della coltura, l'antibiogramma.
Lo faccia valutare dal Suo Curante per la terapia specifica, anche se, a questo punto, prende sempre più corpo l'ipotesi "intestinale" della genesi delle Sue ricorrenti cistiti.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#15] dopo  
Utente
Gentilissimi Dott.ri
Vi scrivo nuovamente in quanto sto eseguendo ancora analisi da settembre.
Le cistiti sono ok.
Ultimo antibiotico preso a febbraio.
Oggi presento sfoghi cutanei simili a orticaria ed egzema sparsi nelle arti inferiori e superiori.
Il mio peso attuale è 44 kg verificato in data odierna, meno di 10 giorni fa pesavo 47 kg.
Visita urologica ok.
Visita gastroenterologica, la Dott.ssa mi ha consigliato di eseguire esame feci e consulenza allergologica.

sangue occulto su 3 campioni negativo
Parassiti su 3 campioni negativo
Coltura: negativo
Difficile: negativo
helicobacter positivo

Sono stati diagnosticati linfonodi inguinati di circa 1.8/2 cm ed altri inferiori al cm, a volte dolenti al tatto. A seconda dei giorni si infiammano anche quelli del collo.

Ho eseguito analisi del sangue:
Emocromo, tiroide, proteinac reattiva... tutto nella norma.
Ves leggermente più basso ai valori di riferimento

Intollerannze alimentari: nessuna

Il medico di base crede che la mia perdita di peso sia da collegare con l'assunzione di tutti gli antibiotici presi in questi ultimi mesi, quindi consiglia di aspettare un po di tempo prima di iniziare un altra cura antibiotica.
Ma come è possibile che nonostante mangio tantissimo perdo peso così facilmente? Sono diventata trasparente...
E questi linfonodi da cosa possono dipendere?

[#16]  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
16% socialità
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
SOLOFRA (AV)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 80
Iscritto dal 2007
Credo, a questo punto, sia opportuna una consulenza infettivologica.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli