Utente 631XXX
Un saluto a tutti i Medici dello Staff.
Ho 42 anni. Ho avuto una gravidanza 14 anni fa.
Ho cominciato ad assumere la pillola all’età di 18 anni perchè avevo sviluppato delle cisti ovariche. Successivamente ho continuato a prenderla come metodo contraccettivo fino all’età di 35 anni. Durante i periodi di sospensione le cisti tendevano a riformarsi ma non sono mai cresciute oltre i 2,5 centimetri.
Ho smesso definitivamente la pillola perchè 7 anni fa, durante il controllo annuale che comprende anche un’ecografia pelvica, il ginecologo ha osservato che, mentre le cisti erano quasi del tutto regredite, si erano formati 3 fibromi uterini (tutti inferiori ai 3 cm) e mi ha detto che l’assunzione di estroprogestinici avrebbe potuto determinare un loro aumento di volume.
Il mio ciclo è comunque molto regolare. Avverto chiaramente il momento dell’ovulazione: mi accorgo dell’aumento e della modificazione del muco cervicale e in un determinato momento tra l’undicesimo e il quattordicesimo giorno dalla data della precedente mestruazione sento un forte dolore al basso ventre che dura circa quattro o cinque ore e che a volte è accompagnato da una lievissima perdita di sangue. Successivamente, la produzione del muco cervicale cessa. Dopo dodici/quattordici giorni arriva il flusso mestruale.
So che non tutti i cicli sono ovulatori, soprattutto alla mia età e ho alcune domande da porre.
Esiste un modo per stabilire se il ciclo è ovulatorio oppure no? I sintomi che ho descritto sono il segnale che il ciclo è ovulatorio, oppure sarebbero uguali anche in caso di anovulazione?
Qual’è la percentuale di cicli ovulatori in una donna della mia età? Quando e in che modo potrò accorgermi che sta avvicinandosi la menopausa?
Ringrazio della gentile attenzione e saluto cordialmente.



[#1]  
Dr.ssa Paola Anzivino

20% attività
0% attualità
0% socialità
LONIGO (VI)
THIENE (VI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
Gentile signora, i sintomi che lei riferisce sono tipici di cicli ovulatori, per cui fino a che li percepisce così chiaramente non è certo in menopausa. Anche la regolarità del ciclo fa pensare che è ancora in età fertile. Per stabilire quando si avvicinerà alla menopausa basterà fare un prelevo ematico per E2 e FSH.
Dr.ssa PAOLA ANZIVINO

[#2] dopo  
Utente 631XXX

Dottoressa Avanzino, la ringrazio della risposta.
Se ho capito bene, quindi, nel caso non avvertissi come d'abitudine i sintomi che ho descritto dovrei pensare che il ciclo è anovulatorio?

[#3]  
I suoi cicli sono ovulatori, altrimenti avrebbe mestruazioni ogni 15 giorni oppure periodi di assenza del ciclo di mesi. Non si può prevedere quando andrà in menopausa, ma la mancanza del ciclo mestruale per mesi è un primo sintomo, ma non la certezza. La certezza si ha dopo 12 mesi di assenza del ciclo e i dosaggi ormonali di FSH ed LH elevati.
Dr. ROBERTO MARCHESIN

[#4]  
Dr.ssa Paola Anzivino

20% attività
0% attualità
0% socialità
LONIGO (VI)
THIENE (VI)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2008
si,l'assenza di sintomi può far presupporre un ciclo anovulatorio, anche se molte donne non riescono a riconoscere il periodo ovulatorio. E' più facile capire, se ci sono i sintomi, che si è in fase ovulatoria piuttosto del contrario. Comunque sono d' accordo col collega: si può confermare la menopausa dopo un anno di amenorrea (mancanza di cicli) e con i dosaggi ormonali.
Dr.ssa PAOLA ANZIVINO