Farmaci icsi

Buongiorno,
a breve dovrò sottopormi a un trattamento di fecondazione assistita con icsi .
Volevo chiedere quali sono gli effetti collaterali e i potenziali rischi legati all'assunzione dell'extra progestiginico per la soppressione del ciclo e dei farmaci utilizzati per la stimolazione ormonale. Nel mio caso la stimolazione ormonale durerà circa 10 giorni.
Volevo inoltre chiedere se le gonadotropine utilizzate per la stimolazione rischiano di far accrescere un mioma uterino di 2 cm che mi hanno riscontrato.
Ho letto su internet che è discutibile il fatto che questi farmaci possano causare neoplasie, volevo chiedere qual è il vostro parere in merito e se secondo voi la durata della stimolazione (nel mio caso di 10 gg) aumenta il rischio e in quale percentuale.
Grazie per le risposte che mi potete dare.
Cordiali saluti
Elisa Berrino
[#1]
Dr.ssa Elisabetta Chelo Ginecologo, Patologo della riproduzione 1,9k 52 34
Gentil signora,
il farmaco che le è stato prescritto per sopprimere l'attività ipofisaria immagino sia un "analogo del GnRH", un gruppo di farmaci che "silenziano" l'ipofisi in modo da poter stimolare la crescita multifollicolare senza rischiare che avvenga un ovulazione spontanea.
Le gonadotropine invece, stimolano direttamente le ovaie a produrre e a far maturare più follicoli ; hanno che unico organo bersaglio le ovaie. Una delle loro azioni indirette è quella di determinare un innalzamento degli estrogeni che, per rispondere alla sua domanda, potrebbe determinare la crescita del mioma.
Nessuno ha mai dimostrato che vi sia una reale relazione tra assunzione di gonadotropine e patologia tumorale .
Un saluto cordiale

Elisabetta Chelo
www.centrodemetra.com

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test