Utente 356XXX
Salve, volevo togliermi un dubbio che mi assilla da qualche tempo.
Negli ultimi tempi mi capita spesso di accusare gonfiore e senso di pienezza all''addome, con crampi e bruciore a volte , dopo essermi masturbata.
Premetto che sono vergine e non tocco la vagina con le mani,ma stringo le cosce l''una con l''altra, aiutandomi con i muscoli di queste e massaggiando vagina e clitoride con la mano,sopra i vestiti. Lo faccio da quando ero bambina, ancora prima di capire cosa stessi facendo.
Tre mesi fa sono stata male con forti dolori all''addome e crampi che sembravano a volte provenire dall''utero e dalle ovaie. Ma avevo anche problemi ad urinare e bruciore, e con l''urinocoltura ne è uscito fuori il solito E coli, implicato nella cistite. Il medico, visitandomi concluse che fosse stato un forte episodio di cistite. Ma io tutt''ora non ne sono pienamente convinta,per il semplice motivo che mi succede quasi ogni volta dopo essermi masturbata.
Pare come se, dopo l''orgasmo, sopratutto particolarmente intenso, senta gli organi interni, quali utero, vescica e ovaie, contratti come se non riuscissero a rilassarsi del tutto.
La mia domanda è: è possibile una cosa del genere?
So che dopo un orgasmo si possono sentire sensazioni simili ,per via del movimento e delle contrazioni dell''utero, ma a me succede che inizia a darmi fastidio, con pesantezza, urgenza nell''urinare, addome gonfio e "tirato", contratto, già dopo qualche ora dalla masturbazione e che questi fastidi continuino per qualche giorno, fino a sparire entro una settimana.
E'' una cosa normale? Oppure è un sintomo di qualcosa che non va?
Premetto che questi disturbi li ho soltanto dopo la masturbazione. Mi è capitato tre o quattro volte in due o tre anni, quest''anno con maggiore frequenza e da allora ho iniziato a farci caso.
Mi sono sempre masturbata così, ma da ragazzina non accusavo simili fastidi e dolori.
Devo dedurre che è una specie di congestione post orgasmo? Ma può durare per giorni una cosa del genere?
Voglio sapere se ci possano essere altre cause, se è un campanello d''allarme per qualche altra cosa. Ho un ciclo irregolare che va dai 30 ai 35 giorni, a volte se sono nervosa anche qualche giorno in più e sono una persona molto molto ansiosa. Ho notato che questi fastidi mi vengono sopratutto se sto sotto stress, tipo periodo nel periodo degli esami universitari.
Grazie a chi risponderà alle mie domande e alla vostra pazienza.

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La masturbazione, all'atto dell'orgasmo, provoca contrazioni uterine che, in alcune persone, possono risultare non piacevoli; in altre addirittura dolorose.
Ma lo strofinamento dell'are vestibolare e del clitoride per ottenere il piacere, può determinare una irritazione delle mucose che coinvolge il meato uretrale esterno con i segni ed i sintomi di una uretrite (dolore o bruciore franco alla minzione, dolori in sede ipogastrica, sensazione di dover continuamente urinare, sensazione di dover urinare per poi non emettere urina, incremento delle minzioni notturne ecc.ecc.).
Nel Suo caso specifico credo sia opportuna un'ecografia pelvica a vescica piena (data la Sua verginità) o, se necessario un'ecografia transperineale in caso di dubbi dopo la prima.
Le consiglio di utilizzare delle creme su parere del Curante per debellare l'eventuale flogosi locale vulvo-vestibolare e di eseguire, nel periodo dei sintomi urinari, un'esame delle urine completo di urinocoltura sulle prime urine del mattino.
Per le prossime masturbazioni, a flogosi spenta, Le consiglio l'uso di un lubrificante vaginale in gel da utilizzare sull'area vestibolare e clitoridea, per evitare che lo strofinio ne determini una nuova irritazione.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 356XXX

Quindi secondo lei è più una sorta di irritazione/infiammazione quando mi da questi sintomi? Anche perchè spesso il fastidio di addome gonfio, vescica apparentemente piena e sensazione di dover urinare, si accompagnano anche ad una specie di bruciore intimo, come un forte calore.
E' quindi proprio collegato al modo che ho di effettuare la masturbazione, dunque? Anche perchè per il resto non ho mai avvertito problemi.. A parte il ciclo che tende ad essere irregolare, non ho mai avuto nessun altro problema legato a quest'ambito.
L'ecografia esterna avevo già intenzione di farla, ma momentaneamente per vari motivi non mi è possibile.

[#3] dopo  
Utente 356XXX

Ho notato che in effetti è proprio l'uretra a darmi fastidio,è lì che sento bruciare ed è lì' che sento una specie di tensione. E' come se i muscoli pelvici a volte restano contratti più a lungo del solito e mi danno questo fastidio, questa sorta di contrattura che oltre a dare bruciore sembra far restringere l'uretra.
Può essere?

[#4] dopo  
Utente 356XXX

Ultima domanda ,perchè mi è tornato in mente ora: posso usare la crema Gynocanesten per attenuare il senso di bruciore quando succede?

[#5] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La risposta è sì. Ma meglio sarebbe utilizzare, all'atto della masturbazione medesima, un gel lubrificante per ridurre l'attrito e la manipolazione a secco dei tessuti.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#6] dopo  
Utente 356XXX

Grazie delle risposte.
Un'ultima cosa: in questo tipo di infiammazioni/infezioni,può succedere di avere delle perdite giallastre?

[#7] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Se l'infezione è a livello vaginale ed è legata a determinati tipi di agenti infettanti, assolutamente sì.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#8] dopo  
Utente 356XXX

In attesa di una visita cosa mi consiglia dunque di fare?

[#9] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
In attesa di una visita nulla, in quanto ogni terapia è figlia di una visita. Può utilizzare un sapone detergente medicato nel frattempo.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#10] dopo  
Utente 356XXX

Va bene, grazie. Mi è già capitato altre volte, ma avevo sempre associato i sintomi ad una sorta di cistite. Anche perchè a volte in pochi giorni se ne son andati tutti i fastidi. A volte sotto terapia antibiotica contro le cistiti. Per questo non capisco bene quale sia il problema. Ma forse va via nel giro di una settimana massimo proprio perchè il tutto è generato dalla masturbazione.

[#11] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
"Per questo non capisco bene quale sia il problema. Ma forse va via nel giro di una settimana massimo proprio perchè il tutto è generato dalla masturbazione."

Il primo aspetto da considerare è sempre quello fisico, e dunque occorre attendere l'esito della visita ginecologica .
Ma il suo collegamento con la masturbazione ha "dietro" un Suo pensiero/ipotesi?
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. in Sessuologia Clinica, Psicologa europea, Rovereto (TN)
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#12] dopo  
Utente 356XXX

Lo collego alla masturbazione per il semplice motivo che da qualche mese a questa parte questo fastidio mi viene dopo quell'atto.
Sono un pò di giorni oramai che mi da noia, e si è trasformato in un intenso bruciore interno. Ieri sera ho fatto un lavaggio con Vidermina e sempre che il bruciore e la sensazione di secchezza si sia un pò attenuata.
In questo periodo sono spesso impegnata e non posso andare almeno per ora dal ginecologo (che poi sarebbe anche la mia prima volta e avrei un pò di curiosità da chiedergli).
Per il fatto che mi venga solo dopo l'atto della masturbazione mi inizia a dare molto fastidio perchè non vivo bene la cosa. Non succede sempre però, solo a volte. Forse dipende da cosa indosso e lo sfregamento nel'atto porta una sorta di infiammazione interna, con annessi bruciori, forte calore e prurito.

[#13] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Grazie delle precisazioni.
Caldeggio una visita ginecologica.
Saluti cordiali.
Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. in Sessuologia Clinica, Psicologa europea, Rovereto (TN)
www.webalice.it/centrodipsicologia

[#14] dopo  
Utente 356XXX

Grazie a voi per le risposte.
Appena avrò la possibilità mi farò visitare.

[#15] dopo  
Utente 356XXX

Scusate se torno qui,ma ho una cosa da chiedere.
Ho notato poco fa guardando allo specchio, che il punto che mi da questo fortissimo e incessante bruciore sembra essere all'interno delle grandi labbra, sopratutto da un lato, che è fortemente arrossato, tira, prude. Il punto in cui la pelle delle grandi labbra si attacca alle piccole labbra poi sembra leggermente coperto da una sorta di mucosa biancastra, molto lieve. Guardando mi sembra che soltanto lì sia il punto maggiormente gonfio e arrossato, e presenta anche una sorta di pieghetta.
Sto facendo dei lavaggi con Vidermina che mi calma un pò il bruciore che sembra non andarsene via.
Una flogosi può avere queste caratteristiche? E può impiegarci tempo a guarire?

[#16] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Si potrebbe trattare di una infiammazione a carico di una ghiandola sebacea in questa sede. Può utilizzare una pomata in cui vi siano sia antibiotico sia un blando cortisonico 3 o 4 volte al giorno, rimuovendo di volta in volta i residui dell'applicazione precedente con un batuffolino umidificato con acqua tiepida. Questo, ovviamente, in associazione ad un sapone detergente medicato ed in attesa della visita ginecologica.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#17] dopo  
Utente 356XXX

Sono di nuovo qua per aggiornare.
Ho sentito il medico che mi ha dato qualche giorno fa la crema Ultralan da applicare dove mi dava il forte bruciore e fastidio.
Il bruciore si è attenuato di molto, non potevo nemmeno stare seduta,ora invece sento solo questo costante calore. Mi è rimasto però un forte fastidio,come se la zona fosse leggermente dolorante e sensibile, sopratutto dalle parti del clitoride e dell'uretra. Il forte bruciore resta solo dove esce l'urina. A volte ho la sensazione di pizzicore, come degli spilli internamente, spesso nell'uretra, di rado nella vagina. Applicando Ultralan ho notato una forte diminuzione del bruciore e il rossore e il gonfiore di prima è scomparso almeno esternamente. Anche dentro le piccole labbra il rossore è diminuito e se prima la pelle era di un rosso intenso ora tende ad un rosa acceso.
Sto bevendo molto e i sintomi sembrano via via attenuarsi,anche se molto lentamente, dopo tutti questi giorni. Mi resta solo questa vaga sensazione dolorante alla vulva e anche un leggero fastidio alla vescica. Non ho l'urgenza di andare ad urinare spesso, ma resta questo calore interno e l'urina che brucia quando esce. Può essere un'infiammazione delle basse vie urinarie ad essere rimasta, magari causata dalla forte flogosi che ho avuto?

[#18] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Sul piano dei sintomi avvertiti, senz'altro sì. Per esserne certi ed instituire una idonea terapia al riguardo, Le ripetiamo l'invito a recarsi a visita ginecologica e ad eseguire, per ciò che ha appena esplicitato, un esame delle urine sul mitto di primo mattino, comprensivo di urinocoltura.

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#19] dopo  
Utente 356XXX

Grazie della risposta. Sto prendendo Augmentin e sembra vada molto meglio. A tratti a volte ho dei bruciori ,ma niente di che rispetto all'inizio. E' normale però sentire come una quasi costante pulsazione? Sopratutto quando sono seduta sento la pulsazione cardiaca nella vulva. E' per via dell'infiammazione e per il fatto che passo tanto tempo seduta? E' come quando ci si eccita e si sente questa pulsazione per via del sangue che si accumula. Se ci penso però aumenta. Altrimenti se sono distratta da qualcosa non lo avverto.

[#20] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La pulsazione che Lei riferisce può essere legata ad una sorta di vasodilatazione indotta dalla flogosi o essere un segnale del tutto ininfluente sul piano clinico. Se i sintomi principali, quelli negativi per intenderci quali dolore, fastidio alla minzione, bruciore, senso di prurito fastidioso o urente sono scomparsi, direi di non stare lì ad occuparsene più di tanto. Del resto, come Lei ha brillantemente colto, quando è "distratta da qualcosa" non avverte alcun problema.
Se problema vi fosse, lo "ricorderebbe" al suo organismo....distrazione o no.

TRANQUILLA!!!!

Cordialmente.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#21] dopo  
Utente 356XXX

Si, i fastidi si sono attenuati di molto, solo quando sto seduta e per troppo tempo sento la stoffa della biancheria che mi può dare fastidio o calore, per il resto non sento quasi più bruciore o tensione.
Grazie ancora delle risposte.