Utente 389XXX
Salve sono una donna e ho 28 anni.
Premetto che dirò cose delle quali mi vergogno ma non posso fare altrimenti affinché possa essere chiara.
Allora,più di un anno fa sono andata per la prima volta da un ginecologo poiché la mestruazione non arrivava da circa due mesi o più.Questo ginecologo ha evidenziato una"pieghetta"ed una probabile cisti endometriosica all'ovaio sinistro sulla quale però non si è voluto sbilanciare in quanto preferiva prima che mi arrivasse il ciclo. Ha fissato la visita successiva dopo 2 mesi dandomi una cura per la pieghetta, che avrebbe poi tolto, una siringa per far si che arrivasse la mestruazione e mi ha detto di dimagrire in quanto ero e, purtroppo, sono sovrappeso.
I mesi successivi sono andata però da un altro ginecologo il quale, al primo incontro, ha riscontrato la stessa cisti(quindi non è andata via col ciclo)di circa 2 cm e ha detto che non c'era nessuna pieghetta e che probabilmente la cura l'ha fatta diminuire. Per la cisti mi ha detto che è piccola e quindi non occorre far nulla per ora se non tenerla sotto controllo.
Al secondo incontro(anche qui ho avuto problemi col ciclo poiché era saltato un mese ma è arrivato poi, da solo senza siringa, il secondo)ha trovato, oltre la precedente, un'altra cisti definita"corpo luteo(ring of fire)". Ma ha detto che probabilmente andrà via da sola e che si vedrà con certezza al prossimo incontro. Ha inoltre aggiunto che le mie ovaie pur non essendo micropolicistiche si comportano come tali.
Ora, concendrandoci sulla prima cisti, sul foglio che mi ha rilasciato non da mai la certezza assoluta di cisti endometriosica eppure a me ha detto che lo è ma non è nulla di grave ed è tutto ok. Però, poiché io non amo l'incertezza, non si dovrebbe fare un esame appropriato per vedere realmente cos'è? Perché a questo punto potrebbe essere anche una semplice cisti, o no? E se invece quella fosse realmente una cisti endometriosica allora vuol dire che ho l'endometriosi?
Per quanto riguarda i dolori mi capita,A VOLTE,di avere dolori lancinanti in corrispondenza dell'ovulazione o della mestruazione, dolore che prende anche l'ano e la vagina, ma fa male anche il lato destro non solo quello sinistro, e mi si gonfia tutta la pancia. Inoltre a volte mi capita, indipendentenente dal ciclo, che quando non riesco ad andare in bagno mi fa male il basso ventre sinistro,non so, ma, le cose possono essere collegate?
Chiedo scusa ma ho le idee davvero confuse e nessuno riesce a chiarirmele.Sembrano tutti molto confusi.
Inoltre, ho dovuto anche fare degli esami della prolattina. Questa risultava essere lievemente alta ed il dottore ha ritenuto oppurtuno prendere comunque la pillola(ha pensato che forse questi valori alterati fossero la causa dei due casi di assenza della mestruazione)e dopo la cura di circa due mesi e scesa al di sotto dei valori stabiliti. Ho interrotto la pillola di mia iniziativa e le analisi ancora non le ho ripetute,aspetto il suo consiglio al prossimo incontro.Grazie in anticip

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Prima di tutto bisogna chiarire se si tratta o non si tratta di endometriosi dosando il CA125 nel sangue.
La sintomatologia è caratterizzata da dolore ovulatorio , astenia, disturbi urinari, cefalea , dolore durante i rapporti (dispareunia profonda) , dolore durante la defecazione (dischezia) . Sintomi non sempre tutti presenti.
Nel dubbio si ricorre ad una TAC o ad una RMN.
Questo per evitare che ci siano danni sulla fertilità futura.
La IPERPROLATTINEMIA non ha nessun collegamento.
In ogni caso ci tengo a precisare che la pillola in questa probabile patologia , e sicuramente protettiva.
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 389XXX

Salve dottore, innanzitutto grazie mille per la sua disponibilità.
Quindi posso tranquillamente non avere alcuna cisti endometriosica, devo prima fare le analisi del sangue per questi valori da lei indicati, giusto? Ma allora non capisco perché il mio medico non mi prescrive nulla...non è un esame invasivo soprattutto dopo quelli che mi ha già fatto.
Per quanto riguarda i sintomi alcuni sono sempre presenti ma li ho collegati ad altro. Il dolore durante la defezione capita ma di rado, soprattutto quando sono a dieta; per quamto riguarda l' astenia, ho sempre pensato che è perché mi reputo una persona pigra e, se per disturbi urinari, intende anche il non sentire mai la vescica libera allora anche questo è presente. Inoltre sento spesso come un peso nel basso ventre...ma sono arrivata alla conclusione che è anche un fattore psicologico.
Inoltre, scusi se ne approfitto della sua disponibilità, ma è possibile che la pieghetta (il termine medico corretto non lo conosco) sia scomparsa? Perché l'ultima volta il medico mi ha trovato nuovamente un'infezione per la quale mi ha dato una cura e, poiché il primo medico mi disse che tale pieghetta doveva essere tolta proprio per evitare continue infezioni, mi sorge il dubbio.
Grazie mille ancora per la sua disponibilità e scusi il mio dilungarmi ma, come già detto, sono davvero confusa e sinceramente non riesco proprio a capire perché tanta superficialità a riguardo (perché in altro modo non so definirla).

[#3] dopo  
Utente 389XXX

Cioè....cosa vuol dire dosare il CA125? E una volta ottenuti i risultati posso sapere con sicurezza se ho una cisti, l'endometriosi o altro? Scusi l'ignoranza....

[#4] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Il CA125 è un MARKER specifico della ENDOMETRIOSI (si dosa con un prelievo di sangue) .
LA "piaghetta " (termine medico ECTROPION ) a volte viene diagnosticata in modo esagerato !
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#5] dopo  
Utente 389XXX

Grazie mille dottore