Utente 397XXX
Salve, da ormai qualche mese circa 10 giorni prima del ciclo, possiamo dire in concomitanza ai dolori prima del ciclo, inizio ad avere delle perdite bianche dense con piccoli pezzettini bianchi ma non solo maleodoranti. Posso dire che la prima volta che ho avuto queste perdite il ciclo mi è saltato un mese a seguito credo di ansia e anche perché non ero stata bene fisicamente. Da quel momento in poi il ciclo è stato regolare ma le perdite non sono passate. Non sono andata del ginecologo, ho solo fatto una ecografia esterna un mese fa ed era tutto nella norma. Mi chiedo se queste perdite siano normali o dovrei prestargli attenzione? Ringrazio anticipatamente.

[#1] dopo  
Dr. Lucia Vecoli

44% attività
4% attualità
20% socialità
LUCCA (LU)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2014
Gent. Sig., le perdite vaginali, che tanto spaventano le donne, sono entro certi limiti un evento fisiologico, a meno che non si associno a sintomi fastidiosi quali cattivo odore, arrossamento delle pareti vaginali, bruciore, prurito, dolore ai rapporti, ecc. In questo caso è necessario effettuare una visita ginecologica e sarà lo specialista a consigliare la terapia necessaria.
In assenza di altri disturbi, il fenomeno non è altro che il naturale processo di depurazione dell'ambiente vaginale, una cavità aperta all'esterno, ricoperta da una mucosa, un epitelio cioè che produce un trasudato costituito da cellule in disfacimento, leucociti, macrofagi, batteri, muco cervicale ecc.
In certi momenti del ciclo le perdite vaginali aumentano per effetto degli ormoni prodotti dall'ovaio, sotto il controllo dei centri nervosi ( ipotalamo e ipofisi). A metà ciclo, nella cosiddetta fase ovulatoria, compaiono perdite abbondanti, fluide, tipo il chiaro d'uovo, tipiche dei giorni fecondi, legate alla fluidificazione del muco della cervice uterina. In quei giorni la donna è fertile. Nel periodo successivo ( fase premestruale) iniziano a manifestarsi perdite bianche più consistenti, tipiche della fase cosiddetta secretiva del ciclo o fase luteinica e correlate ad alti livelli di Progesterone circolante, ormone tipico di questo periodo.
Per evitare una produzione eccessiva di perdite, sia pure fisiologiche, sul piano pratico è utile areare la vagina, evitando di portare indumenti intimi sintetici, aderenti, colorati, salvaslip, pigiami, pantaloni, ecc. Un utile consiglio: dormire senza mutande. Con questo spero di avere soddisfatto i suoi legittimi dubbi. Cordiali saluti.
Dr. Lucia Vecoli

[#2] dopo  
Utente 397XXX

La ringrazio per la sua dettagliata risposta. Seguirò il suo consiglio. Ho pensato si trattasse di qualcos'altro come ad esempio la candida perché era una cosa che non mi era mai successa prima, ma a parte le perdite non ho altri sintomi. La ringrazio nuovamente per avermi tranquillizzata.