Utente 405XXX
Buongiorno,
Sono una ragazza di 20 anni. È da sette mesi che ho un bruciore vaginale tanto da non riuscire ad avere rapporti col mio ragazzo. Ho fatto a dicembre la visita ginecologica dalla quale non è risultato niente, nessuna infezione, infiammazione o quant'altro. Nei mesi successivi non mi è mai passato, ho provato a prendere un sapone con pH vaginale, indossare biancheria esclusivamente di cotone e utilizzare una crema lenitiva, ma non è cambiato nulla. Circa un mese fa ho ricontattato la ginecologa chiedendole se era possibile fare ulteriori esami e mi ha prescritto un tampone endocervicale/vaginale. Dall'esame non è risultato niente, nessuna infezione batterica, flora microbica vaginale nella norma.
Dunque esasperata vi chiedo un aiuto, cosa potrebbe essere e soprattutto come poter curare.
Ringrazio e porgo cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Bisogna comprendere bene se si tratta di un bruciore vaginale o di un bruciore vulvare, perchè in questi casi cambia l'atteggiamento terapeutico .
Il bruciore vulvare potrebbe essere legato ad una VULVITE ALLERGICA DA CONTATTO (VAC) acuta o cronica, o potrebbe far pensare ad una vulvodinia .
In questi casi la valutazione clinica è INSOSTITUIBILE , impossibile darle certezze.
Saluti
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI