Utente 286XXX
Dottori una domanda sono al 25esimo gg di ciclo e dovrebbero arrivarmi sabato o domenica. IeRI pomeriggio ho avuto delle effusioni col mio ragazzo. Il fatto è che ha messo il suo membro tra le mie natiche e non vorrei mi avesse toccato anche sui genitali, roba di secondi perchè l'ho subito allontanato . Non aveva eiaculato e non so se ci fosse del liquido preeiaculatorio,ma preso dal momento ha fatto questa cosa.
-Un contatto così si può considerare a rischio gravidanza?
-Se si tocca e poi tocca me internamente (senza eiaculazione) è a rischio?
-Nel momento in cui mi viene la mestruazione posso star tranquilla? Su internet ho letto anche che si può rimanere incinta ed avere le mestruazioni!

[#1] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Prenota una visita specialistica
Gentile signorina può stare tranquilla perchè aver appoggiato il pene sulle sue natiche, anche se avesse toccato la vagina non può aver provocato nulla. Il liquido pre-eiaculatorio (la prima volta) non ha spermatozoi al suo interno e quindi non può creare problemi di gravidanza. In un secondo rapporto completo effettuato a poca distanza da quello precedente il liquido pre-eiaculatorio (se il partner non ha urinato) potrebbe contenere degli spermatozoi. Quindi vede non ci sono rischi in assoluto. Cari saluti
gerunda

gerunda.giorgioenrico@unimore.it
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#2] dopo  
Utente 286XXX

Dottore to per chiederle il suo parere a riguardo di un problemino che ho...sono un paio di gg che ho perdite giallastre, un po grigio-verde a volte e un leggero prurito in corrispondenza delle piccole labbra e dell'orefizio vaginale. Tempo fa l'ho avuta pure ma ho usato detergenti a ph5 ho usato solo slip di cotone ed è passata. Ora è ritornata. In casa ho gyno canesten ma non l'ho usata non sapendo se vada bene. Non posso farmi visitare dalla ginecologa perchè mi trovo fuori quindi oggi contatterò il mio medico di base. Cosa potrebbe essere?

[#3] dopo  
Prof. Giorgio Enrico Gerunda

Referente scientifico Referente Scientifico
28% attività
4% attualità
16% socialità
MODENA (MO)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2009
Gentile signorina il suo disturbo può rientrare nelle vaginosi batteriche e quindi sarebbe opportuno fare un tampone per capire di quale germe si tratta, particolarmente perchè è la seconda volta che le capita. quindi per evitare fastidiose cronicizzazione conviene cercare la causa certa. Il gyno canesten serve per la infezione da candida (che in genere è accompagnata da una perdita biancastra, cosa che non è nel suo caso). Quindi le consiglio di farsi fare un tampone nel frattempo e di usare come ha fatto biancheria intima di cotone (lavarla ad alta temperatura) ed usare saponi neutri per un lavaggio frequente e ridurre il prurito. cerchi di naon grattarsi con le unghie (procurano ferite e trasmettono alle dita l'infezione) Usi delle salviettine bagnate con acqua. Cordiali saluti.
gerunda
Prof.Giorgio Enrico Gerunda Direttore Clinica Chirurgica- Chirurgia Epato Bilio Pancreatica e Gastrointestinale Policlinico di Modena

[#4] dopo  
Dr. Carla Maria Brunialti

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
ROVERETO (TN)
TRENTO (TN)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2012
Gentile utente,

in occasione del Suo consulto di oggi su "Ansia pre-esami" ( https://www.medicitalia.it/consulti/psicologia/547740-ansia-pre-esami.html ) mi sono letta il Suo storico.

Ma ha colpito il fatto che fin dal gennaio 2013 (quattro anni fa) le domande rispetto alla possibilità di rimanere involontariamente incinta si sono ripetute, fino alla presente.

Le faccio presente che l'uso di un efficace contraccettivo - peraltro già consigliato dai Colleghi di area medica - non solo toglie il rischio di gravidanze indesiderate,
ma soprattutto ABBASSA il livello di ansia generale, e dunque non solo quella legata alla sessualità, ma anche agli esami e alle situazioni di stress in genere.

Le persone sono un'unità di soma e psiche, e dunque occorre prendersi cura di sè globalmente, anche con uno sguardo d'insieme oltre che specialistico "a fettine".



Dr. Carla Maria  BRUNIALTI
Psicoterapeuta perfez. in Sessuologia Clinica, Psicologa europea, Rovereto (TN)
www.webalice.it/centrodipsicologia