Utente 405XXX

Buongiorno,

dopo un anno di ricerca infruttuosa di una gravidanza mi sono sottoposta a una isterosalpingografia, vi riporto l'esito: " Dopo posizionamento di sottile catetere a livello della cavità uterina viene introdotto mezzo di contrasto idrosolubile che opacizza una cavità antiversa, a margini netti e profili regolari. Con difficoltà i opacizza la tuba di sinistra e nonostante l'aumento della pressione di iniezione non si opacizza la tuba di destra e il mezzo di contrasto refluisce in vagina. A livello della tuba di sinistra non avviene il passaggio del mezzo di contrasto nel cavo peritoneale"

C'è possibilità di risolvere questo problema alle tube che immagino mi impedisca di concepire?
Si può intervenire chiururgicamente in laparoscopia?
Vorrei capire se posso ancora sperare di concepire naturalmente dopo un eventuale intervento. In aggiunta nella mia ovaia sinistra io ho una ciste di 3cm circa causata da endometriosi.
Avevo un ciclo molto irregolare (dai 40 ai 70 giorni variabili), ma ho risolto il problema da giugno assumendo un integratore di inositolo che ha portato il mio ciclo ha durare intorno ai 35 giorni.

Vi ringrazio per il vostro supporto, grazie

[#1] dopo  
Dr. Franco Lisi

28% attività
0% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2010
Prenota una visita specialistica
Salve, la situazione mi sembra complessa. Lei ha 3 patologie che interferiscono con la gravidanza : 1) sindrome ovaio policistico, 2)endometriosi e 3) fattore tubarico. Per quanto riguarda la possibilità di cocncepire spontaneamente onestamente non lo credo. Le tube non sono ricanalizzabili.
a proposito legga l'articolo seguente
http://www.riproduzioneassistita.it/isterosalpingografia-e-sonoisterosalpingografia.html

saluti
Dr. Franco Lisi http://www.riproduzioneassistita.it/

https://www.youtube.com/user/FrancoLisiFertilita

[#2] dopo  
Utente 405XXX

Gent.mo dott. Lisi,
la ringrazio molto per la sua risposta.
Nel frattempo sono andata dalla mia ginecologa che purtroppo mi ha dato la sua stessa risposta.
Ovviamente non è facile accettare l'idea di non poter concepire in maniera "tradizionale", adesso mi prendo qualche giorno per metabolizzare la notizia e sicuramente nel prossimo periodo andrò in un centro di fecondazione assistita per chiarirmi le idee sul percorso che nel caso dovremmo affrontare per prendere una decisione consapevole.
La ringrazio, cordiali saluti