Utente 440XXX
Buonasera,
ho un dubbio che non mi da pace. Alla 18 settimana di gravidanza ho effettuato un'ecografia di controllo esattamente sette giorni dopo aver effettuato un'amniocentesi. Il ginecologo non è riuscito a sentire il battito del bambino, e secondo lui non c'era più da circa tre giorni. L'ho dovuto letteralmente partorire, e non capisco ancora se ho sentito più dolore fisico o morale, per questo ho bisogno di alcune risposte, per metterci un punto.Dopo l'amnio non ho avuto nessun tipo di disturbo, se non un pensiero fisso: al momento di effettuare il buchino il dottore ha tolto l'ecografo dalla pancia, andando così ala cieca, se mi passa il termine. La mia domanda è, può un aborto interno senza nessun sintomo evidente essere legato all'amniocentesi? E può essere ancor di più legato al buco alla cieca che è stato effettuato? La ringrazio già da ora per la risposta, saluti cari.

[#1] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Se subito dopo l'amniocentesi non ha avuto:
perdite di liquido
perdite di sangue
febbre
dolori tipo ciclo molto ravvicinati e violenti
l'amniocentesi non è in causa.
Interessante sarà il risultato dell'amnio e l'esame istologico della placenta e delle membrane.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#2] dopo  
Utente 440XXX

Salve dottor Santoro e grazie per aver risposto. L'esame istologico non è ancora pronto, per quanto riguarda l'amniocentesi sto aspettando l'arrivo del referto scritto, ma già mi hanno chiamata dall'ospedale per dirmi che il bambino non aveva nessun tipo di problema...allora cosa può essere stato se escludiamo l'amniocentesi e una selezione naturale dovuta ad un qualsiasi tipo di difetto cromosomico?

[#3] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Non ha risposto, però, alle mie domande.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#4] dopo  
Utente 440XXX

Non ho avuto nessuno di questi sintomi dopo l'amniocentesi, ho seguito scrupolosamente la terapia che mi era stata assegnata. La gravidanza fino al momento in cui mi hanno detto che non c'era più battito era stata perfetta, l'unica cosa che mi aveva fatto suonare un campanello d'allarme era stata la sensazione di sentire come uno strattone vicino all'ombelico, non dolorosa ma sorprendente. Avevo scioccamente pensato che fosse stato un movimento secco del bambino..nessun altro sintomo né prima né dopo l'esame..

[#5] dopo  
Utente 440XXX

Responso dell'amniocentesi appena arrivato:
Materiale analizzato:cellule di liquido amniotico
Metodica utilizzata:coltivazione in vitro in fiasca;
tecnica di bendaggio: G (GTG)
risoluzione del bendaggio:400 bande
N. colture analizzate:2; N. cloni presenti: >10
N. metafasi analizzate:16
Risultato:46,xy
Interpretazione :cariotipo maschile normale
Note:Il livello di risoluzione dell'indagine non consente di evidenziare riarrangiamenti citogenetici di dimensioni inferiori a 8-10 Mb. Non sono inoltre evidenziabili alcune condizioni di mosaicismo fetale, nelle quali le cellule aneuploidi sono scarsamente o per nulla rappresentate nella popolazione cellulare esaminata.

Mi darebbe gentilmente il suo parere?
Grazie mille.

[#6] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
La risposta è negativa sul piano citogenetico. Occorre, ora attendere il responso dell'esame istologico su placenta, funicolo e membrane amniocoriali.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#7] dopo  
Utente 440XXX

La ringrazio, la aggiornerò non appena avrò le altre risposte..sperando che mi diano un po' di pace..

[#8] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Attendo nuove
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#9] dopo  
Utente 440XXX

Buonasera,
è arrivato l'esame istologico. Per quanto riguarda il feto appare evidente che non ha nessun tipo di problema, per la placenta cito testualmente:
Descrizione macroscopica
Placenta in parte frammentata delle dimensioni di cm 11x6x3, dopo fissazione, con adiacente coagulo ematico dell'asse maggiore di 5 cm, con funicolo ombelicale inserito centralmente della lunghezza di 16 cm. Non si osservano alterazioni macroscopiche significative.
Campionamento: A) funicolo ombelicale; B-C) membrane amnio-coriali; D) tessuto placentare periferico con coagulo; E) intermedio; F) centrale; G-H) ulteriore campionamento.
Diagnosi
Tessuto placentare caratterizzato dalla presenza di un coagulo ematico con focale involuzione fibrosa dei villi adiacenti.
Membrane amnio-coriali con focale infiltrato infiammatorio granulocitario (meglio evidenziato dalla colorazione immunoistochimica per mieloperossidasi), come per corioamnionite di grado lieve. Funicolo ombelicale esente da alterazioni istologiche significative.

Dunque qual è stato il problema? Forse il coagulo, ma a cosa è dovuto? La prego davvero di spiegarmi in parole semplice cosa mi ha impedito di portare avanti una gravidanza che, fino al giorno dell'amniocentesi, sembrava perfetta.
grazie di cuore.

[#10] dopo  
Prof. Ivanoe Santoro

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
16% socialità
SOLOFRA (AV)
MERCATO SAN SEVERINO (SA)
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2007
Qui si evidenziano due componenti potenzialmente nocive per la gravidanza: un distacco del tessuto placentare ed una infezione, definita di grado lieve.
Potenzialmente due complicanze dell'amniocentesi ma anche due complicanze di una gravidanza normale fino a quel momento.
Prof.Dr.Ivanoe Santoro
Spec.Ostetrico/Ginecologo
Resp. UOS di P.S.OST/GIN e Med.Perinatale Ospedale di Solofra(AV) Prof. Anatomia Umana Univ. Napoli

[#11] dopo  
Utente 440XXX

Dottor Santoro, intanto grazie di cuore per le risposte chiare e semplici che ogni volta mi fornisce, non so come spiegarlo ma in questo momento l'unica cosa che mi fa stare meglio è capire cosa può essere successo al mio bambino. In merito alla sua risposta, io non credo molto alle coincidenze, forse la medicina può smentirmi, ma il fatto che fra l'esame e la morte del mio piccolo siano passati solo tre giorni mi porta a pensare che il fattore scatenante sia stato proprio l'amniocentesi. Detto questo, secondo la sua esperienza sono rientrata nella terribile casistica di aborti dovuta all'amnio oppure può essere stato il fatto che il medico abbia bucato diciamo alla cieca la mia pancia a determinare il distacco e l'infezione? E ancora, riguardo proprio all'infezione vorrei chiedere se dopo il raschiamento è sicuramente sparita o devo fare dei controlli come l'esame dell'urina per esempio? Inoltre, questo potrebbe pregiudicare un'eventuale futura gravidanza? Mi permetta di rinnovare il la mia gratitudine nei confronti della sua pazienza, a presto.