Utente 442XXX
Buona sera dottori, vi scrivo perchè sono molto in ansia. Il giorno 18/03/2017 alla mia fidanzata è terminato il ciclo, il 25 dello stesso mese abbiamo fatto il primo rapporto sessuale, non protetto. Ho sentito parlare del liquido pre eiaculatorio, vista la mia condizione di ansia ho deciso di fargli assumerela PDGD. Dopo 5 giorni ha avuto delle perdite ematiche durate sui 3-4 giorni, quindi stiamo al giorno 4/04/2017. Nel
Frattempo ho fatto delle ricerche su internet su questo famigerato liquido, tanti siti dicono che non contiene spermatozoi, quindi non può indurre gravidanza, altri siti dicono che è possibile che traccie di sperma possono essere portate fuori dal liquido pre-eiaculatorio dopo un precedente rapporto dove si è avuto l'eiaculazione. Dopo essermi documentato e aver chiesto ad altro amici miei che come me hanno usato e continuano ad usare il coito interrotto mi hanno detto che non c'è pericolo, e diciamo che gli ho ascoltati, il 20/04, il 1/05, ed il 4/05 ho avuto rapporti sempre non protetti senza far prendere la pillola, il ciclo ancora viene.

Adesso non so se bisogna fare il calcolo dalle ultime perdite ematiche quindi dal 4 aprile o meno, tuttavia c'è il ritardo che si potrae fino ad oggi, 07/05/2017. Premetto che anche io vorrei farlo protetto ma con il preservativo il mio genitale perde l'erezione mettendomi nelle condizioni di non usarlo, la mia fidanzata non vuole assolutamente prendere la pillola quella che si assume sempre.

Vorrei sapere, considerando che attualmente ha sintomi come il seno gonfio e pancia gonfia, quanta possibilità ha di essere rimasta in cinta con il liquido preiaculatorio? Tale ritardo può essere dovuto al fatto che ha preso la pillola? Lei ha un ciclo irregolare

Buon lavoro e grazie in anticipo

[#1] dopo  
Dr. Nicola Blasi

Referente scientifico Referente Scientifico
60% attività
20% attualità
20% socialità
BARI (BA)

Rank MI+ 100
Iscritto dal 2007
Chiariamo che il coito interrotto non è un valido metodo contraccettivo , come la pillola , il cerotto, l'anello vaginale, il preservativo , la spirale (IUD , IUS) .
Durante il coito interrotto potrebbero( sottolineo il condizionale) essere presenti nella goccia pre-eiaculatoria degli spermatozoi .
Quindi si tratta di rischiare , non potendo prevenire questa "famosa goccia pre-eiaculatoria" .
Non si fidi di un metodo ad alto rischio di gravidanza indesiderata.
SALUTI
dott.Nicola Blasi
specialista in Ginecologia e Ostetricia. Patologia Cervico-vaginale e vulvare.

BARI

[#2] dopo  
Utente 442XXX

Caro dottore, la ringrazio per la sua risposta, mi ha confermato quello che era il mio sospetto, dunque ci sono delle possibilità che la goccia per-eiaculatrice puó contenere spermatozoi. La informo che ho la mia fidanzata ha fatto il test di gravidanza 5 giorni fa, risultando negativo, dunque al momento escludo la gravidanza. Tuttavia io non capisco perché il ciclo ancora torna. Può delucidarmi un dubbio, bisogna calcolare dalle perdite ematiche quindi dal 4 aprile oppure dal 18 marzo, ultimo giorno del ciclo? Un'ultima domanda gentile dottore, come mai il ciclo tarda così tanto?

Buona giornata e buon lavoro e grazie in anticipo